Principale » altri animali » Cistite nel cane: come riconoscerla e curarla?

Cistite nel cane: come riconoscerla e curarla?

Cistite in un cane

Infiammazione delle basse vie urinarie, il cosidetto. che conduce fuori, cioè Vescica urinaria e uretra, sono un disturbo abbastanza comune che affligge i nostri alunni a quattro zampe.

Le malattie della vescica di solito corrono insieme all'uretrite, ma spesso includono anche ureteri o pelvi renale.

L'infiammazione delle vie urinarie può essere suddivisa in base all'agente eziologico in: infettiva e sterile e in base al loro decorso in:

  • infiammazioni acute e non complicate,
  • acuto e complicato
  • cronico e ricorrente.
  • Le cause della malattia
  • Cistite nei sintomi di un cane
  • Diagnostica delle malattie della vescica
    • Analisi delle urine
    • Coltura delle urine
    • Esami di imaging (ecografia, radiografia)
  • Complicazioni dell'infiammazione della vescica
  • Trattamento della cistite in un cane

Le cause della malattia

I batteri sono la causa della maggior parte delle infiammazioni del tratto urinario inferiore.

Solitamente l'infezione avviene per via ascendente, cioè da:

  • vagina,
  • prepuzio,
  • prostata,
  • intestino crasso,
  • ano,
  • o in pelle.

L'ipertrofia e l'infiammazione della prostata sono una causa comune di problemi urinari nei cani maturi e anziani.

Le secrezioni della ghiandola prostatica contengono sostanze con proprietà antinfettive che scompaiono durante la prostatite, il che rende la ghiandola un focolaio di infezione per le vie urinarie.

Meno comunemente, l'infezione si verifica per via discendente, cioè attraverso il sangue o la linfa da altri organi del corpo (ad esempio, da una bocca trascurata con infiammazione).

I batteri che attaccano le vie urinarie sono più spesso i cosiddetti. uropatogeno, cioè avere la capacità di attaccarsi alla mucosa delle vie urinarie, penetrarla e danneggiarla.

I batteri più comuni che causano infezioni del tratto urinario sono:

  • e.coli,
  • Proteus spp.,
  • stafilococchi,
  • streptococchi.

Le infezioni da batteri presenti naturalmente nel corpo sono possibili anche quando l'immunità del corpo è ridotta, sia generale che locale.

L'immunità indebolita svolge un ruolo importante nello sviluppo di infezioni secondarie e nella tendenza alla ricaduta.

Gli animali più anziani sono più predisposti alla malattia.

Importanti sono anche altre malattie che contribuiscono allo sviluppo di infezioni del tratto urinario, come:

  • diabete,
  • corteccia surrenale iperattiva,
  • malattie dell'utero e della prostata,
  • calcoli urinari.

Inoltre, il ristagno urinario, sia acuto (causato da improvvisa ostruzione del tratto di uscita) sia cronico, e lo svuotamento incompleto della vescica nella sua paralisi (causato da disturbi neurologici, che possono derivare, ad esempio, da lesioni spinali o malattie degenerative del colonna vertebrale), di solito portano a infezioni del tratto urinario.

Cistite nei sintomi di un cane

Cistite nei sintomi di un cane

Occasionalmente, l'infiammazione del tratto urinario inferiore non causa sintomi gravi e può essere trascurata dal caregiver.

Può anche accadere che il tutore del cane ignori la minzione più frequente o il lasciarsi andare, o spieghi i sintomi in base all'età o ai disturbi del comportamento.

Di solito, però, l'infiammazione delle vie urinarie è accompagnata da sintomi più o meno gravi.

I disturbi della minzione sono sintomi piuttosto caratteristici che accompagnano le malattie del tratto urinario inferiore.

Potrebbe essere:

  • pollachiuria,
  • minzione dolorosa,
  • cadere,
  • disturbi nel controllo della minzione,
  • ematuria.

L'animale potrebbe essere interessato all'area dell'uretra, come leccarlo.

Nei casi gravi e acuti, si sviluppano disturbi generali:

  • il cane potrebbe essere depresso,
  • potrebbe avere scarso appetito,
  • c'è la febbre,
  • può essere accompagnato da vomito e dolore nella zona addominale.

Diagnostica delle malattie della vescica

Test delle urine in un cane

Le malattie legate al sistema genito-urinario hanno sintomi simili e spesso senza ulteriori diagnosi, solo sulla base dei sintomi e dei risultati dell'esame clinico, è difficile fare una diagnosi chiara e accurata.

L'incontinenza urinaria può derivare sia da cistite che da incontinenza urinaria post-sterilizzazione o da disturbi neurologici.

La causa di ematuria, piuria e cistite può essere:

  • infezione,
  • malattie della prostata, dell'utero, della vagina,
  • cambiamenti di crescita della vescica,
  • calcoli urinari,
  • infiammazione del sacco prepuzio,
  • lesioni delle vie urinarie,
  • corpi stranieri,
  • effetti collaterali dei farmaci somministrati.

Pertanto, se si sospetta una malattia del tratto urinario, sono necessari ulteriori test e prima un esame generale delle urine.

Nei casi più gravi, in situazioni ambigue, in animali con sintomi generali, ritenzione della minzione, in caso di infiammazioni croniche o ricorrenti, la diagnosi dovrebbe essere estesa di solito a:

  • coltura delle urine,
  • Analisi del sangue,
  • esami di imaging (radiologia, ecografia).

Analisi delle urine

Anche l'urina "sull'occhio" per il guardiano del cane può essere visibilmente anormale, quindi spesso gli operatori sanitari si rivolgono al medico dopo aver visto qualcosa di inquietante.

C'è spesso l'urina nuvoloso, rossastro o anche Marrone, può essere odore molto cattivo.

Il campione deve essere raccolto in un contenitore pulito, preferibilmente destinato a questo scopo, cercando di eliminare le prime porzioni di urina e catturare il flusso intermedio.

Il primo flusso di urina è contaminato da sangue, batteri e altre cellule dell'uretra, della vagina e della prostata.

Nei risultati del laboratorio con infiammazione del sistema urinario, possono essere presenti:

  • piuria,
  • batteriuria,
  • proteinuria,
  • la presenza di sangue,
  • abbondante sedimento attivo,
  • a volte ci sono cristalli.

La reazione delle urine spesso diventa neutra o addirittura alcalina.

È importante sottolineare che non sempre risultati negativi delle urine (batteriuria, piuria, sangue nelle urine) sono correlati ai sintomi del tratto urinario del cane e viceversa - non tutte le infiammazioni del tratto urinario sono accompagnate da piuria o ematuria grave, nonostante i sintomi e la malattia attuali.

Coltura delle urine

In caso di infiammazioni emorragiche ricorrenti, croniche o gravi, purulente, si consiglia di eseguire un'urinocoltura.

Il modo consigliato per prelevare un campione è puntura della vescica, perché poi l'urina non contiene impurità dall'uretra e dagli organi urogenitali esterni.

Se ciò è impossibile, il veterinario cateterizzerà sterilmente il paziente.

Il metodo finale, ma purtroppo sono possibili risultati falsi, è quello di prelevare un campione dall'animale che urina.

Vale la pena sciacquare prima la vulva o la sacca del prepuzio con una soluzione disinfettante.

Dovresti scaricare urina del mattino, porzione centrale del flusso fuori uso contenitore sterile, poi consegnare immediatamente il campione al laboratorio o alla clinica veterinaria.

Esami di imaging (ecografia, radiografia)

Possono fornire informazioni su:

  • l'eventuale presenza di malformazioni,
  • escrescenze neoplastiche,
  • l'esistenza di infiltrati infiammatori,
  • la presenza di un sedimento nelle urine che potrebbe essere un coagulo, o cristalli o calcoli urinari.

L'esame ecografico valuta la parete vescicale, il suo spessore e la correttezza della sua struttura.

Inoltre, è possibile escludere lesioni alla prostata e all'utero, che possono anche causare infiammazione delle vie urinarie.

Vengono anche esaminati i reni e valutata la loro struttura.

Gli esami di imaging radiologico (raggi X, tomografia) mostrano calcoli urinari, possibili alterazioni iperplastiche o possono essere raccomandati in caso di sospetti disturbi della minzione derivanti da malattie neurologiche.

Test specifici, ad esempio le misurazioni degli ormoni nel sangue, possono essere raccomandati da un medico che sospetta malattie endocrine che potrebbero causare disturbi urinari.

Inoltre, la raccomandazione di consultare un cardiologo e misurare la pressione sanguigna può derivare dalla possibilità di anomalie nei reni e nel tratto urinario, che sono una complicazione dell'insufficienza circolatoria.

Complicazioni dell'infiammazione della vescica

Le complicanze o le recidive della malattia derivano principalmente dalla negligenza nel trattamento e dall'andare troppo tardi dal veterinario per un consiglio e dalla mancata osservanza, ad esempio, somministrazione troppo breve di farmaci.

Da una lieve cistite, può svilupparsi una grave malattia renale.

Le complicanze gravi sono molto difficili da trattare e talvolta potrebbe non essere possibile ottenere il completo recupero.

È quindi necessario elencare qui:

  • reflusso di urina dalla vescica negli ureteri e nei reni, causando infiammazione dei reni,
  • infiammazione profonda della parete della vescica e persino della sua necrosi,
  • disturbi generali che compaiono con lo sviluppo dell'uremia,
  • paralisi della vescica,
  • secondaria a infezioni batteriche, formazione di cristalli e calcoli di struvite,
  • enfisema cistite.

Pertanto, al fine di evitare complicazioni e guarire rapidamente l'animale, è così importante portare prontamente il cane dal medico, fare una diagnosi e introdurre un trattamento.

Trattamento della cistite in un cane

Trattamento delle malattie dell'apparato urinario

Ricorda che ogni volta che i sintomi riguardano il sistema urinario, dovrebbe essere eseguito un esame delle urine generale. Non è un test costoso o complicato ed evita errori nel trattamento.

Peso specifico delle urine, presenza di proteine, sangue, leucociti, glucosio, chetoni, rulli, valutazione del sedimento urinario Questi sono parametri molto importanti che aiutano a fare una diagnosi corretta e introdurre un trattamento appropriato.

Nei casi non complicati di infiammazione del tratto urinario inferiore, di solito è sufficiente la terapia con un antibiotico appropriato per almeno 14 giorni.

Nei casi più gravi, dovrebbero essere trattate le malattie che complicano o causano la cistite.

Può essere, ad esempio, un mangime con una composizione appropriata che modifica il pH delle urine, che facilita la dissoluzione dei cristalli. Puoi anche utilizzare integratori alimentari opportunamente selezionati per il tuo cane.

In presenza di calcoli urinari, cisti prostatiche o uterine può essere necessario un intervento chirurgico.

Se i disturbi del tratto urinario derivano da malattie generali, endocrine, neurologiche e infettive, è molto importante trattare la causa sottostante.

Vale sempre la pena controllare lo stato delle vie urinarie alla fine della terapia eseguendo un altro esame delle urine generale, e preferibilmente anche l'urinocoltura.

I risultati dell'analisi delle urine sono necessari per valutare il corso della terapia, se il trattamento è stato efficace e se dovrebbe essere esteso o corretto.

Riepilogo

In caso di recidive, il trattamento deve essere iniziato con l'urinocoltura.

La prognosi è generalmente favorevole e nella maggior parte dei casi di cistite non complicata si osserva un rapido miglioramento con un'adeguata durata della terapia.

Fonti utilizzate >>

Raccomandato
Lascia Il Tuo Commento