Principale » cane » Vizsla ungherese: descrizione, natura e malattie [istruzioni del veterinario

Vizsla ungherese: descrizione, natura e malattie [istruzioni del veterinario

Vizsla ungherese

Vizsla ungherese probabilmente venne in Ungheria con popoli nomadi nel XIV secolo. L'ulteriore allevamento di questi cani è stato effettuato con l'idea di creare una razza di cani da caccia veloci e versatili per l'inseguimento e il recupero di prede che saranno in grado di fare praticamente tutto ciò che chiediamo loro di fare. Il Vizsla ungherese è un cane da caccia che ha lavorato insieme ai falchi - il suo compito era quello di indicare la selvaggina, stanandola dai cespugli.

Alla fine del XIX secolo, la razza divenne molto popolare, ma l'allevamento di Vizsla fu decimato dalla prima e dalla seconda guerra mondiale. Negli anni successivi, il Vizsla è stato ricreato e migliorato aggiungendo i geni dei pointer e dei pointer tedeschi al pool genetico della razza. La FCI ha riconosciuto la razza nel 1936 e l'AKC nel 1960.

Oggi puntatori ungheresi non sono solo cani da caccia e da compagnia, ma anche cani da soccorso, ricerca e guida.

Secondo la classificazione FCI, i cani Vizsla appartengono al gruppo 7.

  • Qual è il carattere del cane Vizsla ungherese?
  • Descrizione della razza Vizsla ungherese
    • Le dimensioni e il peso dei puntatori ungheresi
    • L'aspetto del cane
    • Il colore del cane
  • Vizsla ungherese cura e alimentazione
  • Le malattie più comuni dei puntatori ungheresi
    • Infiammazione delle ghiandole sebacee
    • entropio
    • Cataratta a vizsla
    • Trombocitopenia
    • Demodex
    • Epilessia
    • Displasia dell'anca
    • Ipotiroidismo
    • GRANDE
    • siringomielia
    • Vasculite nel puntatore ungherese
  • Per chi il pointer ungherese sarà il cane perfetto?

Qual è il carattere del cane Vizsla ungherese?

Personaggio ungherese Vizsla

Vizsla ungherese è un cane con un'elevata resistenza e un temperamento equilibrato. Il Vizsla ungherese a pelo corto è un eccellente cane da caccia, che lavora sia in acqua che a terra. Questa razza è estremamente resistente alle condizioni atmosferiche avverse. Al lavoro, i puntatori sono instancabili, intelligenti e veloci. Grazie al suo istinto, questa razza è un assistente senza pari per ogni cacciatore.

Grazie alla facilità di addestramento e alla disposizione amichevole, questi cani sono anche tenuti volentieri in appartamento come cane da compagnia. Vizsla ama i bambini, per i quali ha molta pazienza ed è una convivente tollerante di una casa per altri animali domestici. Tuttavia, i cani hanno bisogno di molto esercizio e attenzione. A causa del forte istinto di caccia in questi cani, è consigliabile un addestramento precoce all'obbedienza in modo che il vizsla non scappi durante le passeggiate all'inseguimento dello scoiattolo. I cani Vizsla ungheresi sono intelligenti e inclini all'addestramento e svolgono ogni compito con il massimo impegno.

Descrizione della razza Vizsla ungherese

Cane da caccia della razza Pointer ungherese a pelo corto

Le dimensioni e il peso dei puntatori ungheresi

Il Vizsla ungherese a pelo corto è un cane di taglia media con una silhouette elegante e ben proporzionata e un aspetto nobile.

L'altezza del puntatoreL'altezza al garrese di un cane maschio è 57 - 64 cm e una femmina 53 - 60 cm.
Peso del puntatoreI cani adulti di questa razza raggiungono un peso corporeo di 22 - 28 kg.

L'aspetto del cane

Un cane da caccia della razza pointer a pelo duro ungherese

Esistono due tipi di puntatore ungherese:

  • Hungarian Shorthair Vizsla - capelli lisci e corti, senza sottopelo.
  • Vizsla ungherese: pelo ruvido e denso con sottopelo lanoso; sopracciglia pronunciate e mento sulla testa.
CapoLungo e largo con uno stop distinto.
Cresta del nasoNaso all'insù, con punta di tartufo, il cui colore dipende dal colore del naso.
mascelleForte con una dentatura completa in un morso a forbice.
OcchiOvale, di media grandezza, dall'espressione intelligente.
OrecchiePendenti, a forma di U, inseriti in basso.
ColloLunghezza moderata, pelle ben aderente alla giogaia.
PettoLungo e profondo, con petto chiaramente arrotondato e costole ben cerchiate.
CrestaDritto con garrese marcato. Rene di media lunghezza e groppa corta e leggermente troncata.
CodaAttaccato basso, portato orizzontalmente in movimento.
ArtiDritto e muscoloso con piedi rotondi e artigli flessibili.

La durata della vita del Pointer ungherese è stimata in 12-15 anni.

Il colore del cane

Il colore del Pointer ungherese a pelo corto è di diverse tonalità di oro e rosso. Una toppa sul petto o giogaia e segni bianchi sulle dita dei piedi sono accettabili. Il colore delle labbra, delle rime degli occhi, del naso, delle labbra e degli artigli del Pointer ungherese sono in armonia con il colore del mantello.

Vizsla ungherese cura e alimentazione

Vizsla ungherese cura e nutrizione

La cura del Pointer ungherese non è complicata. Una volta alla settimana, spazzoliamo il pelo del Pointer ungherese con una spazzola e periodicamente facciamo il bagno al cane. La pulizia delle orecchie e la lunghezza degli artigli dovrebbero essere sistematicamente controllate sui puntatori ungheresi, così come lavarsi i denti con uno spazzolino da denti e un dentifricio speciali.

Nella nutrizione, possiamo utilizzare sia il cibo per cani commerciale che cucinare i pasti del cane a casa, tenendo presente l'equilibrio appropriato dei nutrienti.

Le malattie più comuni dei puntatori ungheresi

Di cosa soffrono più spesso i cani Vizsla ungheresi??

Infiammazione delle ghiandole sebacee

L'infiammazione delle ghiandole sebacee è una malattia infiammatoria della pelle con grave desquamazione dell'epidermide associata alla distruzione delle ghiandole sebacee, nonché alopecia e perdita di sottopelo. I sintomi colpiscono principalmente la testa, la schiena e la coda. La pelle dell'animale malato è rosa, grassa e ricoperta di piccole squame che non aderiscono al pelo. Oltre alle lesioni locali, possono verificarsi anche sintomi generali come febbre, apatia e perdita di peso. Un esame istopatologico di una sezione della pelle modificata consente la diagnosi finale. La prognosi varia. EFA, creme idratanti e glucocorticosteroidi sono i trattamenti più comunemente usati.

entropio

L'entropion è un difetto della palpebra in cui una parte della palpebra si avvolge verso il bulbo oculare. Le ciglia poi sfregano la superficie della cornea, causando irritazione e danni cronici. Inoltre, si osservano congiuntivite e blefarospasmo. L'entropia congenita si verifica più spesso fino ai 6 mesi di età, ma può svilupparsi anche nei cani anziani. Il trattamento consiste nella correzione chirurgica.

Cataratta a vizsla

La cataratta (cataratta) è una malattia dell'occhio, consistente nel progressivo annebbiamento del cristallino, in cui avvengono delle modificazioni che portano alla precipitazione di proteine ​​insolubili che ne riducono la traslucenza. Questo è clinicamente visibile come un disco bianco nell'apertura pupillare dell'iride. Il trattamento della cataratta è solo chirurgico, in quanto non esistono agenti farmacologici efficaci.

Trombocitopenia

Il Vizsla può avere una conta piastrinica fisiologicamente bassa (PLT). Questa anomalia viene spesso rilevata accidentalmente durante un esame emocromocitometrico di routine. Di solito è asintomatico, ma in alcuni casi può verificarsi sanguinamento nella pelle e nelle mucose.

Demodex

La demodicosi è una malattia causata dal parassita demodex canis, o Demodex. Questo parassita vive naturalmente nei follicoli piliferi dei cani sani, ma in condizioni favorevoli si moltiplica notevolmente, provocando dermatiti con alopecia.

La demodicosi può manifestarsi in due forme:

  • Locale - osserviamo da 1 a 5 punti di alopecia. La pelle in questi luoghi è soggetta a iperpigmentazione e desquamazione. Le lesioni cutanee colpiscono principalmente l'area della testa e del collo e la malattia non prude.
  • Generalizzato: osserviamo più di 5 cambiamenti focali sulla pelle. Il quadro clinico è vario: possono comparire prurito, pustole e piodermite.

La diagnosi si basa sull'esame microscopico dei raschiati cutanei o su un tricogramma. Il trattamento, a seconda della forma della malattia, si basa sull'uso di farmaci antiparassitari, sulla lotta alle complicanze batteriche o fungine secondarie e sul trattamento della malattia di base.

Gli animali affetti da demodicosi generalizzata dovrebbero essere esclusi dall'allevamento.

Epilessia

L'epilessia è un disturbo neurologico caratterizzato dal verificarsi di convulsioni di varia gravità e frequenza associate ad attività cerebrale anormale. Esistono epilessia idiopatica (per causa sconosciuta) o epilessia funzionale (accompagnanti malattie sistemiche o disturbi legati al sistema nervoso centrale).

Un attacco epilettico può essere preceduto dal cosiddetto. aura. Il cane, sentendo l'attacco in avvicinamento, cerca il contatto con il proprietario o si nasconde.

Gli obiettivi del trattamento dell'epilessia sono ridurre al minimo la frequenza delle crisi epilettiche e identificare la malattia sottostante. Gli anticonvulsivanti vengono somministrati temporaneamente durante un attacco o continuamente, a seconda della frequenza delle convulsioni. I principi attivi più comunemente usati per trattare l'epilessia negli animali sono il fenobarbital, il bromuro di potassio e l'imepitoina.

Displasia dell'anca

La displasia dell'anca è una malattia ereditaria, che dipende anche da altri fattori, come un'alimentazione scorretta, proporzioni improprie di minerali nella dieta o esercizio fisico eccessivo negli animali in crescita. I cuccioli nascono con fianchi normali e, a causa dello squilibrio tra lo sviluppo dei tessuti duri e molli, c'è una deformazione e un'infiammazione cronica nell'articolazione dell'anca.

I primi sintomi evidenti sotto forma di riluttanza a muoversi possono essere visibili in individui di diversi mesi. La conferma della diagnosi è un esame ortopedico e un'immagine radiografica presa in sedazione, sulle anche rilassate. La radiografia profilattica è raccomandata per i cuccioli di età compresa tra circa. 5 mesi, anche se non mostrano sintomi che suggeriscono la MH. I cani anziani hanno una forma cronica con andatura rigida e difficoltà ad alzarsi.

I trattamenti più comuni a questa età sono le terapie antinfiammatorie/analgesiche, le metodiche con cellule staminali e l'IRAP, che utilizza citochine e fattori di crescita derivati ​​direttamente dal sangue di un animale malato. Il trattamento chirurgico è possibile nei cani giovani.

Ipotiroidismo

L'ipotiroidismo è quando la ghiandola produce meno ormoni che sono essenziali per il corretto funzionamento di tutto il corpo. L'ipotiroidismo si verifica più spesso a causa di infiammazione linfocitaria, scomparsa o alterazioni neoplastiche all'interno della ghiandola tiroidea. I sintomi sono inizialmente diversi e sottili, che possono passare inosservati per molto tempo.

Il sospetto di ipotiroidismo è causato da sintomi quali apatia, alterazioni cutanee croniche, infezioni ricorrenti dell'orecchio, aumento della sete e della produzione di urina, mancanza di calore o aumento di peso. La diagnosi viene fatta misurando la concentrazione di ormoni tiroidei nel sangue. Il trattamento viene effettuato per la vita dell'animale con un'integrazione ormonale orale.

GRANDE

L'atrofia retinica progressiva è un termine che si riferisce a un gruppo di malattie oculari ereditarie, la cui essenza è la degenerazione progressiva delle cellule retiniche dell'occhio. I danni alle cellule fotosensibili portano a una visione alterata dopo il tramonto e con il tempo anche durante il giorno. La diagnostica si basa su un esame elettroretinografico, che consente di valutare la reazione dei recettori retinici in risposta alla loro stimolazione con stimoli luminosi. Le tecniche di diagnostica molecolare vengono utilizzate anche per rilevare il PRA. La malattia è progressiva e incurabile.

siringomielia

La siringomielia, o siringomielia, è una malattia in cui si formano cavità piene di liquido cerebrospinale nel midollo spinale. Il disturbo è spesso asintomatico o può presentare un quadro caratteristico di dolore neuropatico. L'animale malato mostra prurito nella zona della testa e del collo, vocalizzazione e ansia generalizzata. La diagnosi è possibile con una TAC o una risonanza magnetica. Il trattamento consiste nella somministrazione di antidolorifici per ridurre la produzione di liquido cerebrospinale e glucocorticosteroidi. In alcuni casi, viene eseguito un intervento chirurgico.

Vasculite nel puntatore ungherese

La vasculite cutanea è una malattia infiammatoria autoimmune. Nel suo corso, si osservano ulcerazioni e necrosi sui bordi dei padiglioni auricolari, labbra, polpastrelli e coda. La diagnosi è resa possibile da un esame dermopatologico della sezione cutanea. Il trattamento dipende dallo stadio della malattia. Utilizzare pentossifillina, antibiotici e glucocorticosteroidi per via sistemica e/o topica.

Per chi il pointer ungherese sarà il cane perfetto?

Vale la pena scegliere un puntatore ungherese??

Vizsla ungherese hanno un folto gruppo di fan che amano i cani di questa razza per il loro entusiasmo e gioia di vivere, nonché per la devozione illimitata. Il Vizsla ungherese è un cane da caccia, i cacciatori lo rispettano per la sua velocità, istinto, grande olfatto e ottima memoria.

Entrambi i cani di razza Puntatore ungherese a pelo corto e puntatore a pelo duro saranno buoni custodi e compagni nella vita di tutti i giorni. I cani di questa razza amano le persone e il contatto con loro, e le attività divertenti e all'aperto sono un premio per loro. Ciò che non piace al pointer ungherese a pelo corto è la solitudine e la mancanza di attività. La separazione è la punizione peggiore per questi quadrupedi, quindi l'ungherese Shorthaired Pointer non può vivere nel cortile senza entrare in casa.

Quanto vive il Pointer ungherese a pelo corto??

La durata della vita di un Pointer ungherese a pelo corto va dai 12 ai 15 anni.

Quanto pesa il Pointer ungherese a pelo corto?

Il Pointer ungherese a pelo corto pesa da 22 kg a 28 kg.

Quanto è grande il Pointer ungherese a pelo corto?

Il Pointer ungherese a pelo corto è un cane la cui altezza al garrese è di 57 cm - 64 cm e per le femmine 53 cm - 58 cm.

Fonti utilizzate >>

Raccomandato
Lascia Il Tuo Commento