Principale » notizia » L'allergia al pelo di gatto è un mito

L'allergia al pelo di gatto è un mito

L'allergia ai gatti è un mito


Molte persone vorrebbero avere un gatto in casa, ma questo è impossibile perché uno dei membri della famiglia è allergico al pelo. Ma è davvero per i capelli?? Come affrontare un'allergia e se davvero ostacola l'avere un gattino?

Cosa ti fa davvero sentire?

Le persone allergiche ai gatti non sono in realtà allergiche ai loro capelli, ma alla saliva del gatto, che è un forte allergene contenente proteine, e alle particelle di pelle depositate sulla pelliccia. Le ghiandole sebacee producono una secrezione che si deposita sulla pelle del gatto e poi si diffonde nella stanza insieme all'epidermide esfoliante. Inoltre, il gatto lascia la sua saliva sulla pelliccia durante la toilette quotidiana, dopo che si è asciugata, la saliva cade dalla pelliccia e si diffonde in tutto l'appartamento. Le particelle di glicoproteina Fel d1 si depositano in luoghi difficili da raggiungere, specialmente nei mobili morbidi o sui tappeti, e possono rimanere lì per molti mesi. Ecco perché le persone allergiche ai gatti sentono la presenza di animali in stanze dove attualmente non sono presenti.

Ora che sappiamo che i capelli non sono un allergene, ma la saliva e la pelle del gatto, scopriamo come affrontare un'allergia?

Paradossalmente, uno dei modi migliori per sbarazzarsi delle allergie ai gatti è vivere con loro sotto lo stesso tetto. L'organismo diventa immune e desensibilizzato durante il contatto frequente e forte con l'allergene. Questo vale, ovviamente, per un lieve decorso di allergie caratterizzato da sintomi come lacrimazione, naso che cola o starnuti.

Nei casi di cui sopra, è sufficiente mantenere pulito l'appartamento. La pulizia frequente, l'aspirazione e l'eliminazione dei peli di gatto migliorano le condizioni di chi soffre di allergie.

Vale la pena ricordare di aerare le stanze, di non far entrare il proprio animale domestico in camera da letto e di lavarsi le mani dopo aver giocato con il gatto. È importante acquistare un filtro dell'aria e posizionarlo in ogni stanza.

In caso di allergia grave manifestata da eruzione cutanea, prurito, tosse grave o difficoltà respiratorie che possono portare a sinusite cronica o addirittura asma, limitare immediatamente il contatto con il gatto.

Ha senso pensare di mettere il tuo gatto con un familiare o un amico sano in questo caso. Puoi anche dare il preferito a una famiglia affidataria. Ci sono tante soluzioni per evitare il riparo, teniamolo a mente.

Preparati antiallergici e desensibilizzazione

  • L'uso di antistaminici neutralizza i sintomi delle allergie.
  • Puoi anche usare corticosteroidi nasali o inalatori - la loro azione è locale e antinfiammatoria.
  • I decongestionanti fermano l'insorgenza di naso che cola o gonfiore della mucosa nasale.
  • L'esecuzione di test allergologici ti consentirà di individuare con precisione la causa dell'allergia e di desensibilizzare a un ingrediente specifico. La vaccinazione immunizza il sistema immunitario, che inizia a tollerare l'allergene. Sfortunatamente, è un processo a lungo termine: questo tipo di desensibilizzazione dura da 3 a 5 anni.

Consiglio:

Alcuni farmaci antiallergici sono una combinazione di antistaminici e decongestionanti. Questi farmaci sono i più efficaci, ma allo stesso tempo molto pericolosi per le persone con pressione alta o malattie cardiache. Pertanto, la desensibilizzazione dovrebbe essere eseguita sotto l'occhio vigile di un medico.

Raccomandato
Lascia Il Tuo Commento