Principale » altri animali » Tomografia computerizzata nel cane e nel gatto: prezzo, chilometraggio, indicazioni per TC

Tomografia computerizzata nel cane e nel gatto: prezzo, chilometraggio, indicazioni per TC

Tomografia computerizzata in un cane e un gatto

Esame di tomografia computerizzata è considerato uno dei test di imaging più preziosi utilizzati nella medicina umana, ma è anche ben consolidato in neurologia, ortopedia e oncologia di cani e gatti.

In molti casi tomografia computerizzata può portare molte informazioni preziose che non possiamo ottenere attraverso gli ultrasuoni o la radiografia standard.

Sta diventando sempre più disponibile per i pazienti veterinari, quindi è importante realizzare il potenziale di questo tipo di imaging nella diagnosi di molte malattie.

Tomografia computerizzata (TC, TC). La tomografia computerizzata) è un metodo di diagnostica per immagini che utilizza radiazioni ionizzanti (raggi X).

L'apparato che esegue questo test è chiamato a tomografo.

  • Costruzione del tomografo
  • Come funziona un tomografo computerizzato?
  • Che cos'è una TAC cane/gatto??
  • Interpretazione delle immagini
    • Artefatti
  • Vantaggi della TAC in cani e gatti
  • L'uso della tomografia computerizzata nella diagnosi di cani e gatti
  • Indicazioni per l'esame tomografico
    • Esame del cranio
    • Diagnosi di lesioni, fratture del cranio
    • Malattie della cavità nasale e dei seni nasali
    • Valutazione dell'orecchio medio/interno
    • Differenziazione dei tumori dell'orecchio dall'infiammazione (quando si distrugge il timpano)
    • Valutazione degli adenomi ipofisari (macroadenocarcinoma).
    • Diagnosi di un tumore alla tiroide
    • Identificare la causa dell'esoftalmo
    • Esame della colonna vertebrale
    • Diagnosi di ernia/degenerazione del disco intervertebrale (nella regione lombosacrale)
    • Imaging del torace
    • Imaging addominale
    • Valutazione della nave, ad es. riconoscimento delle connessioni portale-sistema
    • Valutazione dell'uretere
    • Malattie delle ghiandole surrenali
    • Valutazione del sistema muscolo-scheletrico
    • Diagnosi dei tumori dei tessuti molli all'interno del sistema muscolo-scheletrico
    • Diagnosi di displasia del gomito nei cani
    • Identificazione dei segni di ossificazione incompleta del condilo omero
    • Disturbi dello sviluppo del sistema scheletrico
  • Una TAC cane/gatto richiede l'anestesia??
  • Ci sono effetti collaterali dell'anestesia??
  • Se per l'esame è necessaria la somministrazione di mezzi di contrasto?
  • La TAC è sicura??
  • Tomografia in un cane e in un gatto: controindicazioni
  • Preparazione del cane/gatto per la prova
  • Quanto dura la TAC??
  • Tomografia computerizzata in cani e gatti

Costruzione del tomografo

Costruzione del tomografo

L'attrezzatura utilizzata per l'esame tomografico comprende:

  • Tavolo su cui è posto il paziente immobilizzato. Durante l'esame, il lettino viene inserito nel foro vicino.
  • Gantra - in altre parole, un cerchio che contiene un tubo a raggi X, una matrice di rivelatori e un dispositivo che consente all'intero sistema di ruotare attorno al paziente.
    A seconda del rapporto tra rilevatori e lampada e del loro numero, esistono 4 generazioni di tomografi.
    Attualmente vengono utilizzati tomografi di terza generazione (in cui il sistema di rilevamento e il tubo a raggi X si muovono contemporaneamente attorno al paziente) e tomografi di quarta generazione (la lampada ruota mentre i rilevatori rimangono fermi).
    I rilevatori vengono utilizzati per ricevere e convertire i raggi X in un segnale elettrico.
  • Console operatore: utilizzata per controllare il tomografo, visualizzare e salvare le immagini.

Come funziona un tomografo computerizzato?

Quando si eseguono radiografie classiche, un tubo a raggi X stazionario emette un ampio raggio di radiazioni ionizzanti diretto all'area esaminata del corpo.

I raggi X vengono assorbiti in misura diversa e quelli che attraversano il corpo del paziente "proiettano un'ombra" su una cassetta piatta che assorbe questi raggi e quindi riemette la loro energia come luce, che poi colpisce la pellicola fotografica.

In un esame tomografico, il tubo radiogeno si muove intorno al corpo del paziente e si muove in modo tale da coprire l'intera area esaminata.

Durante questo movimento, rilascia un fascio di raggi X verso il paziente, che sono diretti con diverse angolazioni.

Questi raggi vengono captati da rilevatori elettronici il cui compito è quello di tracciare continuamente il numero di raggi X che passano attraverso il corpo e l'angolo con cui il raggio viene proiettato.

Il numero di raggi che raggiungono il rivelatore cambia man mano che il raggio attraversa vari tessuti (e questo, a sua volta, è determinato dal movimento della lampada).

Poiché un gran numero di raggi X viene prelevato da diverse angolazioni e piani durante la scansione, il risultato sono più strati dell'immagine.

L'area in esame è, per così dire, "tagliata" dai raggi X (come una pagnotta di pane, ogni fetta della quale può essere estratta e analizzata singolarmente).

Mediante la scansione sequenziale di una determinata area del corpo, è possibile ottenere un'immagine senza la sovrapposizione di varie strutture (che era uno degli inconvenienti importanti della radiografia convenzionale).

Il computer valuta automaticamente i dati e - in base al grado di indebolimento del fascio di radiazioni da parte dei vari tessuti - genera immagini di sezioni trasversali del corpo del paziente.

Quindi confronta tra loro queste sezioni, le riassume e le visualizza sul monitor, mostrando i tessuti e la struttura dei singoli organi.

Le informazioni ottenute da questo esame vengono archiviate nella memoria del computer sotto forma di dati digitali e l'immagine può quindi essere visualizzata sullo schermo o stampata.

Tale immagine è un mosaico di migliaia di minuscoli pixel (65.000 migliaia di pixel in una foto convenzionale).

Ad ogni pixel è assegnato un numero CT (misurato in unità Hounsfield).

Il numero CT è una misura della quantità di fascio di raggi X iniziale assorbito in ogni punto dell'area in esame.

Varia a seconda della densità del tessuto.

Maggiore è la densità del tessuto, maggiore è il numero di CT e l'intervallo può essere compreso tra -1000 HU (aria) e 1000 HU (osso).

I tessuti molli hanno una media di zero unità Hounsfield.

Per ottenere un'immagine di buona qualità di un'area del corpo (specialmente quella in cui molti tessuti hanno una densità simile, ad es. mediastino o addome), viene selezionata una gamma ristretta di numeri TC.

Poiché questa può essere estesa alla scala di grigi disponibile, a due tessuti con solo una leggera differenza di densità possono essere assegnate diverse tonalità di grigio, rendendo possibile la loro distinzione.

Come nella radiografia convenzionale, la tomografia computerizzata si basa sulle differenze nell'assorbimento dei raggi X da parte di tessuti di diversa densità.

Tessuti a bassa densità (es. polmoni) appaiono nere o grigio scuro nell'immagine, mentre le strutture ad alta densità (ad es. ossa) sono bianche o grigio chiaro.

All'interno dei cinque principali gruppi convenzionali di strutture che creano un contrasto radiografico specifico (gas, grasso, tessuti molli/fluido, osso, metallo), è possibile differenziare i tessuti molli dalle strutture ombreggianti simili al fluido (es. puoi distinguere i muscoli dai tendini e nel cranio - il liquido cerebrospinale è diverso dal tessuto cerebrale e dall'emorragia acuta).

Di conseguenza, la tomografia è caratterizzata da una maggiore capacità di distinguere i tessuti rispetto al classico esame a raggi X.

Le principali differenze tra i raggi X convenzionali e le immagini TC sono:

  • Ogni immagine TC mostra una parte sottile del corpo del paziente ( "patch ").
    Pertanto, è necessario ottenere molte immagini per mostrare una specifica struttura o cavità del corpo.
  • Le immagini della tomografia computerizzata sono digitali e sono costituite da molti pixel.
    Ognuno di loro ha un numero che descrive l'attenuazione del tessuto in quel particolare pixel.
    Le radiografie convenzionali, d'altra parte, mostrano la somma delle attenuazioni in tutte le strutture sovrapposte all'interno dello spessore di una data area radiografica del corpo.
  • Questa funzione consente alla tomografia computerizzata di rilevare differenze nella densità dei tessuti che sono troppo piccole per essere viste sulle radiografie convenzionali.

Puoi vedere la TAC del cane nel video qui sotto

TITO Tomografia 1 TAC del mio cane
Guarda questo video su YouTube

Che cos'è una TAC cane/gatto??

Che cos'è una TAC cane/gatto??

La tomografia computerizzata è un test di imaging che utilizza i raggi X per ottenere un'immagine in sezione trasversale di tutti i tipi di tessuto nell'area scansionata del corpo.

Questo metodo è molto più sensibile della radiografia convenzionale.

Durante la TAC, il tubo a raggi X ruota in un ampio cerchio attorno alla persona esaminata.

Un sottile raggio di raggi X attraversa il corpo e viene captato da un gran numero di rivelatori disposti attorno allo stesso cerchio.

Il computer acquisisce tutte le informazioni acquisite sulla densità dei tessuti attraverso i quali sono penetrati i raggi X, quindi produce un'immagine in sezione trasversale di ciascun piano attraverso il corpo.

Durante la scansione del corpo del paziente, il tubo radiogeno ruota di 360° intorno a lui continuamente.

Durante questo tempo, il paziente viene spostato gradualmente attraverso l'apertura dello scanner e questo movimento può assumere la forma di una serie di piccoli movimenti (modalità di scansione assiale) o continui (modalità di scansione elicoidale).

Sia la dimensione dell'area da esaminare che lo spessore del tessuto che rappresenta ciascuna immagine possono essere selezionati con precisione dal radiologo.

Ad esempio - ottenere immagini che rappresentino "fette" molto sottili (1-2 mm) dell'area esaminata è consigliabile quando è necessario ottenere la massima risoluzione di piccole strutture ad alto contrasto, come. quando si esaminano le ossa dell'orecchio medio e interno.

In alternativa - quando si testano strutture con un grado simile di assorbimento delle radiazioni (ad es. parti del cervello, strutture della cavità addominale) per distinguerli, viene utilizzata la tecnica delle "fette" più spesse (spessore 5-8 mm).

Potrebbero essere necessarie fette più spesse perché il riconoscimento di piccole differenze nell'attenuazione dipende in gran parte dalla minimizzazione del cosiddetto. rumore in queste immagini.

E questo si ottiene grazie all'uso di cerotti più spessi con una dose di radiazioni corrispondentemente più alta

In poche parole, si può dire che durante un esame tomografico viene prodotta una serie di immagini radiografiche bidimensionali, quindi i dati vengono elaborati da un computer e ricostruite immagini tridimensionali e immagini su vari piani.

Interpretazione delle immagini

L'interpretazione dell'esame tomografico

Ad ogni pixel nell'immagine TC viene assegnato un numero che specifica il grado di attenuazione dei raggi X da parte della struttura corporea di un determinato paziente.

Questi valori sono noti come numeri CT o unità Hounsfield (HU - Unità Hounsfield / JH - unità Hounsfield) e coprono un ampio intervallo:

  • ad esempio -1000 HU per l'aria,
  • 0 HU per l'acqua,
  • 1000 HU per una creatura dalle ossa compatte.

L'immagine vista sullo schermo del computer può essere regolata in questo modo per valutare un'ampia gamma di valori di attenuazione nel tessuto in esame (il cosiddetto. finestra).

Questo viene visualizzato con relativamente pochi livelli di grigio sul monitor.

L'ampia finestra viene utilizzata per visualizzare un'ampia gamma di attenuazioni nelle strutture ossee o contenenti aria (ad es. testa, torace), mentre la finestra stretta deve essere utilizzata per visualizzare la gamma più limitata di attenuazione associata ai tessuti molli (es. cervello, cavità addominale).

Questa visualizzazione multi-finestra delle immagini è una pratica normale per l'esame accurato di diversi tipi di tessuto.

Ecco perché una TAC può identificare diversi tipi di tessuti molli e fluidi.

Ad esempio, il sangue può essere distinto dal trasudato in base ai loro numeri CT.

Allo stesso modo, è possibile distinguere i tessuti molli da alcuni fluidi.

Le regole per interpretare le immagini TC sono simili a quelle utilizzate nella radiografia classica.

Quindi anche qui, nella descrizione del risultato del test, vengono utilizzate marcature radiografiche simili, come:

  • numero,
  • Posizione,
  • dimensione,
  • forma e margini,
  • inoltre, la densità del tessuto.

I termini hyperdense, isodense e hypodension sono usati per descrivere l'attenuazione relativa delle strutture esaminate nelle immagini TC.

In genere sono necessarie 3-6 immagini nel piano trasversale, anche se è possibile ripristinare i dati dopo aver ottenuto solo immagini sagittali, dorsali, oblique e ricostruzioni 3D.

Sono utilizzati anche nella tomografia computerizzata agenti di contrasto, che devono migliorare ulteriormente il contrasto tra le singole strutture e aiutare a identificare i cambiamenti.

Artefatti

Sfortunatamente, come nel caso della radiografia classica, alcuni artefatti possono influenzare la qualità delle immagini TC, rendendo difficile (e talvolta impossibile) interpretarle correttamente.

Il movimento del paziente durante la scansione provoca la sfocatura dell'immagine e la sfocatura dei confini delle strutture valutate.

A loro volta, oggetti con un alto grado di attenuazione dei raggi X (come. impianti metallici) possono causare artefatti a strisce.

Vantaggi della TAC in cani e gatti

Vantaggi della TAC in cani e gatti

I tipici raggi X mostrano un oggetto tridimensionale come un'immagine bidimensionale.

Tuttavia, hanno un limite abbastanza serio che rende difficile o addirittura impossibile riconoscere determinati cambiamenti.

Ebbene, le immagini ottenute dalla radiografia classica spesso si sovrappongono.

La tomografia computerizzata risolve questo tipo di inconveniente diagnostico scansionando il raggio di radiazioni intorno al corpo del paziente.

Un'altra importante limitazione della radiografia è che non può distinguere con precisione tra due tessuti di densità simile, come ad es. tessuti molli e fluidi.

Grazie al fascio di raggi X stretto e all'uso del "windowing", la tecnica tomografica è in grado di distinguere tali tessuti.

L'esame di tomografia computerizzata è non invasivo e indolore per il paziente.

La tomografia consente di accorciare la durata dell'esame, limitando così l'esposizione significativa del paziente alle radiazioni ionizzanti.

Inoltre, questo esame dura molto meno del metodo di imaging risonanza magnetica.

La tomografia consente di aumentare la portata della scansione dell'area esaminata, grazie alla quale è possibile visualizzare un'area più ampia del corpo durante un esame.

In un esame è possibile ottenere contemporaneamente immagini di ossa, tessuti molli e vasi sanguigni.

A differenza della risonanza magnetica, questa scansione può essere eseguita in pazienti con dispositivi impiantati come placche ossee, pacemaker, ecc.

Se è disponibile un tomografo, questo esame viene eseguito rapidamente e facilmente, il che è di grande importanza nei pazienti in condizioni gravi e dopo incidenti.

Consente il rilevamento rapido di condizioni potenzialmente letali, che possono salvare la vita del paziente.

La tomografia consente l'esame in tempo reale, grazie al quale viene utilizzata per pianificare procedure invasive, come la biopsia o la chirurgia.

La scansione TC fornisce un contrasto molto migliore rispetto al caso della radiografia standard (la capacità di distinguere singole parti del cervello o ventri muscolari come separate nell'immagine TC).

La tomografia computerizzata è più sensibile nella diagnosi della lisi ossea o della mineralizzazione dei tessuti molli.

Ciò è di particolare importanza quando si diagnosticano alterazioni neoplastiche o malattie ossee infettive.

Per lesioni acute ad aree complesse del corpo (come la testa e la colonna vertebrale), la TC è considerata il metodo diagnostico standard perché elimina la sovrapposizione delle ombre.

La tomografia facilita anche il rilevamento di piccoli frammenti o il sequestro osseo ed è anche un test utilizzato per pianificare procedure chirurgiche (incluse quelle ortopediche).
In combinazione con la mielografia, viene utilizzato per identificare la compressione del midollo spinale.

L'uso della tomografia computerizzata nella diagnosi di cani e gatti

L'esame con tomografia computerizzata consente un imaging più dettagliato di tessuti e organi rispetto alla radiografia o agli ultrasuoni convenzionali.

Molto spesso i veterinari, dopo aver esaurito l'intero arsenale delle ricerche disponibili, allargano impotenti le mani perché non sono in grado di indicare chiaramente la causa dei problemi di salute di un paziente, e il cane o il gatto si sente sempre peggio ogni giorno.

In tali situazioni, una scansione TC può essere un'ottima alternativa, accelerando significativamente l'intero processo diagnostico.

Pertanto, una scansione TC può essere utilizzata:

  • In alternativa all'esame radiografico, soprattutto nei casi in cui è necessario scattare una serie di foto.
  • In prosecuzione della diagnosi, anche se gli esiti dell'esame radiologico e/o ecografico non hanno evidenziato anomalie.
  • In caso di eventuali anomalie, osservate mediante radiografia o ecografia. Per ottenere maggiori informazioni, si consiglia di eseguire una scansione TC.
  • Al fine di identificare il sito ottimale per la biopsia della lesione rilevata in studi precedenti.
  • Al fine di determinare l'estensione della lesione (di solito nodulare) prima di un intervento chirurgico elettivo o radioterapia.

Di norma, la necessità di una TAC viene determinata individualmente per ciascun paziente e la decisione si basa anche su fattori quali costo, disponibilità di un tomografo, praticità, disponibilità di altri metodi di imaging, ecc.

Indicazioni per l'esame tomografico

Indicazioni per l'esame tomografico

La tomografia computerizzata come test di imaging compete con la risonanza magnetica e gli ultrasuoni.

È altamente efficace nella diagnosi dei seguenti tipi di disturbi:

  • cambiamenti di sviluppo,
  • lesioni traumatiche,
  • cisti,
  • tumori,
  • ematomi,
  • infiammazione (virale, batterica, parassitaria, fungina),
  • malattie del sistema vascolare (emangiomi, aneurismi, fistole artero-venose, ostruzioni, sindromi ischemiche),
  • malattie linfatiche (linfonodi ingrossati),
  • alterazioni degenerative,
  • calcificazioni patologiche.

Grazie alla capacità di individuare patologie anche minori, le principali "aree di interesse" della tomografia computerizzata sono:

  • il petto:
    • polmoni,
    • pleura,
    • mediastino,
  • cavità addominale:
    • fegato,
    • pancreas,
    • milza,
    • tratto digestivo,
    • sistema vascolare,
  • cervello,
  • spazio retroperitoneale,
  • struttura ossea.

Esame del cranio

Una scansione TC è particolarmente adatta per l'imaging della testa a causa dell'elevato contrasto fornito dall'osso e dalle strutture contenenti aria e perché le immagini in sezione trasversale eliminano i problemi di sovrapposizione della struttura (che è un enorme ostacolo alla radiografia della testa).

Diagnosi di lesioni, fratture del cranio

Questo test è più sensibile alla rilevazione di fratture ed emorragie cerebrali (rispetto ai raggi X convenzionali).

Le fratture minori possono essere difficili da rilevare o non notare sulle radiografie, ma possono essere facilmente visualizzate con le scansioni TC.

Nelle prime 24 ore dopo la lesione, una TAC può rilevare un'emorragia cerebrale o un sanguinamento subaracnoideo.

Dopo questo tempo, la risonanza magnetica diventa più utile per rilevare il sanguinamento.

E mentre la risonanza magnetica è considerata la scansione ottimale per l'imaging cerebrale, la tomografia può essere un'alternativa se l'accesso alla risonanza magnetica è limitato o i costi devono essere ridotti al minimo.

Sebbene le scansioni TC del cervello forniscano meno dettagli anatomici rispetto alle scansioni MRI, possono rilevare:

  • emorragia intracranica,
  • idrocefalo,
  • tumori intracranici.

Una scansione TC del cervello può visualizzare la maggior parte dei tumori cerebrali; tuttavia, questo test è meno sensibile della risonanza magnetica per tumori, infiammazioni e malattie dei vasi sanguigni.

Pertanto, la risonanza magnetica rimane il metodo preferito per l'esame del cervello.

La risonanza magnetica è caratterizzata da una risoluzione di contrasto molto più elevata per i tessuti molli e da una maggiore sensibilità nel rilevare alterazioni neoplastiche, infiammatorie e vascolari minori.

Questa alternativa, tuttavia, è associata a costi più elevati, nonché a un tempo di acquisizione dell'immagine più lungo, che è di circa 5 minuti per la tomografia computerizzata e di circa 30-40 minuti per la risonanza magnetica.

La TC è molto sensibile nel rilevare i macroadenomi ipofisari.

Malattie della cavità nasale e dei seni nasali

La tomografia computerizzata identifica generalmente la maggior parte dei gruppi principali di malattie nasali, quindi aiuta a distinguere il cancro dalla rinite ed è anche un test pre-biopsia.

Fornisce più informazioni rispetto alla radiografia convenzionale, in particolare sulla prognosi e sulla pianificazione del trattamento.

Grazie a una migliore imaging osseo, è anche più applicabile della risonanza magnetica per le malattie nasali.

Le scansioni tomografiche rivelano dettagli fini dei turbinati nasali in modo che in questo esame siano chiaramente visualizzati piccoli cambiamenti intranasali o focolai di distruzione ossea da processi neoplastici che potrebbero essere stati trascurati nelle radiografie tipiche.

I seni frontali sono solitamente inclusi in una TAC del naso perché l'accumulo di liquidi, l'ispessimento della mucosa e i cambiamenti ossei sono spesso secondari alla malattia della cavità nasale.

Se si sospetta anche un'infiltrazione cerebrale da parte del processo patologico, viene eseguita Esame TC con uso di mezzo di contrasto.

In caso di sospetto di diffusione della malattia, nell'esame vengono inclusi anche quelli non venosi linfonodi.

La rinite batterica è solitamente accompagnata da un essudato diffuso tra i turbinati della cavità nasale e una piccola quantità di liquido nei seni.

La mucosite fungina della cavità nasale fornisce un quadro simile, ma in aggiunta sono presenti aree di lisi dei turbinati e gli attuali punti di esfoliazione.

I cambiamenti neoplastici si presentano più spesso come masse focali distruttive nella cavità nasale.

Valutazione dell'orecchio medio/interno

Grazie all'utilizzo della tomografia computerizzata, è possibile ottenere molte informazioni dettagliate sull'anatomia dell'orecchio.

L'indicazione principale per l'esame tomografico dell'orecchio è mostrare quali strutture sono coinvolte nel processo patologico (cioè chiarire se il problema riguarda l'orecchio medio o interno), e quindi la scelta di un metodo di trattamento appropriato (es. ablazione del condotto uditivo, osteotomia del condotto uditivo ecc.).

Con l'otite media, il liquido è presente nel timpano.

Se la condizione diventa cronica, la lattina si ispessisce e si indurisce.

Differenziazione dei tumori dell'orecchio dall'infiammazione (quando si distrugge il timpano)

Valutazione degli adenomi ipofisari (macroadenocarcinoma).

Gli adenomi ipofisari sono presenti in circa il 10% dell'iperadrenocorticismo ipofisario.

Diagnosi di un tumore alla tiroide

Identificare la causa dell'esoftalmo

Esame della colonna vertebrale

La tomografia viene spesso utilizzata per esaminare la colonna vertebrale, specialmente negli animali sospettati di prolasso del disco, frattura o tumore.

Diagnosi di ernia/degenerazione del disco intervertebrale (nella regione lombosacrale)

In generale, la risonanza magnetica è il metodo preferito per valutare i problemi alla schiena.

Nel caso di imaging con tomografia computerizzata, è necessario somministrare un mezzo di contrasto nello spazio subaracnoideo (come nella mielografia) per graffiare il midollo spinale e visualizzare eventuali danni.

L'eccezione è la colonna vertebrale lombosacrale.

In quest'area, attorno alle radici nervose, è presente una grande quantità di grasso epidurale, grazie alla quale è possibile visualizzare il danno in quest'area senza utilizzare il contrasto.

D'altra parte, i tumori che coprono i corpi vertebrali possono essere ben visualizzati.

Imaging del torace

La tomografia computerizzata viene utilizzata per visualizzare tutte le strutture del torace, ad eccezione del cuore, che in questo studio sembra essere sfocato.

Le immagini dei polmoni sono particolarmente utili in quanto spesso rivelano cambiamenti (ad es. metastasi), che erano invisibili in un'immagine a raggi X standard o impossibili da valutare con precisione l'estensione della lesione (tali informazioni facilitano notevolmente la pianificazione preoperatoria).

Questo test è quindi molto più sensibile della radiografia convenzionale.

L'introduzione di nuovi progressi nell'imaging del torace ha rivoluzionato questo metodo diagnostico e ha permesso di rilevare anche piccole anomalie nell'area polmonare indipendentemente dai cambiamenti che si verificano durante i movimenti respiratori.

Ciò è dovuto alla capacità dell'apparato di scansionare molto rapidamente utilizzando scanner a spirale, nonché alla possibilità di ottenere "fette" molto sottili (tomografia computerizzata ad alta risoluzione).

Con gli scanner a spirale, l'intero fotogramma viene scansionato in un solo respiro.

La tomografia computerizzata con contrasto aumentato viene solitamente utilizzata per determinare lo stadio del tumore e per identificare i tumori nel mediastino.

L'esame del torace con TC consente di:

  • Valutazione del parenchima polmonare.
    Per questo, viene utilizzata la tomografia ad alta risoluzione.
    Le fette sottili (spessore 1,5 mm) migliorano la risoluzione, il che rende più facile riconoscere e determinare l'estensione del processo patologico.
    Di conseguenza, le malattie polmonari possono essere diagnosticate con maggiore precisione rispetto alla radiografia standard.
    L'indicazione più comune per una TAC del torace è il sospetto di metastasi tumorali nei polmoni.
  • Determinazione dello stadio del tumore.
  • Valutazione del tumore mediastinico o polmonare e determinazione preoperatoria dell'estensione o della massa del tumore, dell'estensione dell'invasione vascolare e delle metastasi.
    La tomografia computerizzata è un metodo molto utile che permette di rispondere a molte domande molto importanti quando viene diagnosticato un tumore.
    Tra l'altro, determina l'origine della lesione (cioè il luogo da cui ha origine il tumore), fornisce informazioni sui margini della lesione e risponde alle seguenti domande:
    Se il tumore sta infiltrando strutture importanti, è presente distruzione ossea ed è possibile rimuoverlo chirurgicamente?.
    Ottenere questo tipo di informazioni in una TAC facilita notevolmente la pianificazione preoperatoria e una prognosi precisa.
  • Identificazione di pneumotorace non traumatico (spontaneo).

Imaging addominale

L'ecografia è ancora il metodo preferito per la valutazione della cavità addominale negli animali, quindi gli esami TC sono relativamente rari rispetto agli ultrasuoni (a causa dei costi inferiori e della convenienza).

La tomografia computerizzata non offre molti vantaggi nella diagnosi della maggior parte delle malattie della cavità addominale, ma ci sono ovviamente delle eccezioni.

La TC è molto utile per l'imaging di strutture addominali difficili da vedere con gli ultrasuoni, come ad es pancreas o mesentere.

La cavità pelvica è anche uno dei luoghi che causa alcune difficoltà nell'esame con gli ultrasuoni, motivo per cui la tomografia computerizzata è lo strumento diagnostico molto utile per riconoscere i cambiamenti (compresi i tumori) in quest'area.

Come nel caso dell'esame del torace, anche qui l'esame TC è di grande importanza per valutare il tumore, la sua estensione e il grado di infiltrazione delle strutture adiacenti.

Valutazione della nave, ad es. riconoscimento delle connessioni portale-sistema

Valutazione dell'uretere

Una scansione TC consente il riconoscimento degli ureteri ectopici ed è utile per localizzare e confermare calcoli ureterali o altre cause di ostruzione ureterale.

Malattie delle ghiandole surrenali

Valutazione del sistema muscolo-scheletrico

Il rilevamento di fratture minori, minimamente scomposte o incomplete con la radiografia convenzionale può dipendere dall'orientamento del paziente in modo che il fascio di raggi X sia parallelo alla fessura della frattura.

Senza prima sospettare la posizione della frattura e posizionare il paziente in modo che possa essere individuato nell'immagine, visualizzare una piccola frattura può essere una questione di fortuna, e talvolta anche una radiografia di buona qualità potrebbe non mostrare il i cambiamenti.

In alcune zone del corpo (es. nel cranio o nella colonna vertebrale) la forma e la complessità dell'impalcatura ossea possono creare un effetto di sovrapposizione che può nascondere crepe o fratture (soprattutto minori).

La tomografia è più sensibile nel rilevare tali danni, perché l'uso di un fascio di raggi X multidirezionale e la natura della sezione trasversale delle immagini eliminano il problema della sovrapposizione.

Diagnosi dei tumori dei tessuti molli all'interno del sistema muscolo-scheletrico

Questo esame mostra accuratamente i margini del tumore, il che facilita essenzialmente la pianificazione di un intervento chirurgico e l'eventuale radioterapia.

Tuttavia, la tomografia computerizzata è meno sensibile alla rilevazione di danni ai tessuti molli.

L'ecografia e la risonanza magnetica hanno maggiori possibilità di imaging dei tessuti molli e sono raccomandati per questo scopo.

Diagnosi di displasia del gomito nei cani

La tomografia è utile per confermare un processo coronoideo mediale nel gomito per visualizzare i frammenti MCP.

Sono molto difficili da visualizzare con i raggi X classici, ma possono essere facilmente rilevati con la TC.

Identificazione dei segni di ossificazione incompleta del condilo omero

Disturbi dello sviluppo del sistema scheletrico

Una TAC cane/gatto richiede l'anestesia??

Sì, per eseguire l'esame i pazienti devono essere sottoposti a premedicazione a breve termine e talvolta anche ad anestesia generale.

Come nel caso della radiografia classica, il corretto posizionamento del paziente è di grande importanza per la qualità dei risultati ottenuti.

Sebbene il tempo di esposizione per una TAC di un'area specifica del corpo possa essere davvero breve (es. 30 secondi), il paziente deve rimanere completamente immobile durante l'esame.

In molti casi è necessario ripetere la scansione dopo la somministrazione endovenosa del mezzo di contrasto nella stessa identica posizione.

Pertanto, una scansione TC di solito richiede alcuni minuti mentre gli animali sono sotto anestesia.

Fortunatamente il periodo di anestesia è breve e la sicurezza del paziente è vigilata dall'anestesista.

Gli animali anestetizzati vengono normalmente monitorati dall'esterno della sala prove durante la scansione.

I pazienti non vengono immobilizzati manualmente, tuttavia, per animali in condizioni critiche che richiedono un monitoraggio continuo, potrebbe essere necessario che l'anestesista rimanga con il paziente durante l'esame.

Ci sono effetti collaterali dell'anestesia??

La maggior parte dei pazienti mostra pochi o nessun effetto collaterale.

Alcuni animali possono essere un po' assonnati dopo l'anestesia, mostrare lievi problemi di andatura e coordinazione e possono persino vomitare.

Tuttavia, l'anestesia dovrebbe sempre essere presa sul serio, specialmente nei pazienti critici.

Reazioni gravi, come condizioni allergiche, disturbi cardiovascolari o altre situazioni indesiderate, possono verificarsi dopo la somministrazione di anestetici, ma fortunatamente sono rare.

Ecco perché gli esami preliminari sono così importanti, permettendo al paziente di sottoporsi all'esame.

Nei pazienti con problemi cardiaci, può essere necessario un esame cardiologico approfondito per qualificare il paziente per l'anestesia generale.

Se per l'esame è necessaria la somministrazione di mezzi di contrasto?

I test con mezzo di contrasto, come l'urografia endovenosa, la mielografia o la portografia, possono (e spesso sono) eseguiti in combinazione con una TAC.

Il mezzo di contrasto, somministrato per via endovenosa, tende ad accumularsi nelle lesioni vascolari, emorragiche o edemi, il che aiuta nella loro identificazione.

L'accumulo di contrasto può rendere visibili i margini di grandi cambiamenti in modo che siano definiti con precisione.

Frequentemente, nella diagnosi dei tumori neoplastici, si ottengono immagini migliori dopo la somministrazione di contrasto.

L'agente di contrasto in questi casi viene somministrato per via endovenosa.

Il contrasto è relativamente sicuro, tuttavia possono verificarsi gravi reazioni allergiche.

La TAC è sicura??

L'esame in sé è una procedura molto sicura.

Tuttavia, va ricordato che questa è una tecnica a raggi X che utilizza radiazioni ionizzanti.

Il lettore può conoscere i pericoli del suo funzionamento nell'articolo sull'esame a raggi X.

Il fatto è, tuttavia, che nel caso di una TAC, la dose di radiazioni ionizzanti che riceve il paziente è maggiore rispetto a quando si esegue un'immagine a raggi X classica.

Il paziente riceve le dosi di radiazioni più basse durante l'esame della testa e del collo, mentre durante l'esame del torace e della cavità addominale, sono più alte.

Il rischio immediato può derivare dalla necessità di anestetizzare gli animali in esame.

Per ridurre al minimo i rischi associati all'anestesia generale, le condizioni dei reni, del fegato e del cuore devono essere valutate prima di una TAC.

Un certo grado di rischio è anche associato alla somministrazione endovenosa di mezzi di contrasto.

Tomografia in un cane e in un gatto: controindicazioni

Le controindicazioni a questo tipo di esame sono principalmente legate alla necessità di ricorrere all'anestesia e all'eventuale somministrazione di mezzi di contrasto per via endovenosa.

Nei pazienti critici con malattia sistemica avanzata, il primo passo è stabilizzare la condizione in modo che sia possibile somministrare farmaci anestetici.

A causa degli effetti nocivi delle radiazioni ionizzanti sui feti, le femmine gravide e le gatte non devono essere esaminate utilizzando la tomografia computerizzata.

Preparazione del cane/gatto per la prova

Prima di tutto, dovrebbero essere eseguiti tutti i test diagnostici necessari per valutare i processi patologici alla base dello stato patologico esistente del paziente.

Devono essere eseguiti anche dei test per qualificare il paziente per l'anestesia generale.

A causa della necessità di utilizzare l'anestesia generale per l'esame TC, è necessario che il paziente per l'esame sia a digiuno.

Non dovrebbe mangiare almeno 8 ore prima della prova, mentre l'acqua dovrebbe essere messa da parte per 2 ore prima della prova.

Di norma, il veterinario, che indirizza il paziente all'esame tomografico, rilascia un rinvio in cui viene indicato lo scopo dell'esame, nonché l'anamnesi brevemente presentata.

È bene che il medico scriva anche di patologie pregresse o in corso che possono costituire una controindicazione alla somministrazione di un mezzo di contrasto (es. precedenti reazioni allergiche dopo somministrazione endovenosa di preparati, diabete, insufficienza renale, ecc.).

Prima dell'esame, deve essere sempre determinato il livello di creatinina nel siero del sangue.

Quanto dura la TAC??

Di norma, l'esame stesso ha luogo 10-20 minuti, tuttavia, la preparazione del paziente, l'induzione dell'anestesia e il corretto posizionamento possono prolungare questo tempo di altri 10-20 minuti.

Dovresti prenotare circa. 1,5 - 2 ore.

Tomografia computerizzata in cani e gatti

Una scansione TC è una spesa dell'ordine 400-600 PLN, quindi in realtà è piuttosto costoso.

Perché uno studio breve costa così tanto??

Gli scanner CT sono molto costosi da acquistare, installare e utilizzare.

Inoltre, la tomografia è un test che richiede conoscenze rigorose, mirate e specializzate che solo i radiologi veterinari altamente specializzati hanno a loro disposizione.

Inoltre, c'è il costo dell'anestesia generale, della somministrazione del mezzo di contrasto e della prescrizione di farmaci.

Se si tiene conto di tutti questi fattori, il costo dello studio è davvero giustificato.

La tomografia computerizzata è quindi molto più costosa della radiografia convenzionale, ma allo stesso tempo più economica della risonanza magnetica.

Riepilogo

Per riassumere, la tomografia computerizzata è oggi un'alternativa diagnostica sensazionale, facilitando significativamente la diagnosi di vari cambiamenti patologici, specialmente quelli atipici e difficili da rilevare con i metodi di imaging convenzionali.

Questo test è relativamente sicuro per il paziente, non traumatizza i tessuti e dura poco tempo, pertanto è ormai sempre più utilizzato nella diagnosi di cani e gatti.

E anche il fatto che la tomografia computerizzata non sia un esame economico non gli ha impedito di ottenere una grande popolarità in neurologia, ortopedia e oncologia di cani e gatti.

I costi relativi alla visita sono spesso restituiti nella successiva pianificazione preoperatoria (es. grazie all'eliminazione della necessità di sottoporsi a reintervento per "tagliare" il tumore), e nel caso di alcune neoplasie inoperabili, consente la decisione di ritirarsi dall'intervento.

Si tratta quindi di un tipo di investimento che spesso ripaga non solo in una forma misurabile: finanziaria e di tempo, ma - soprattutto - in una dimensione emotiva più sottile (es. salvare l'animale dallo stress e dal disagio associati a interventi chirurgici non necessari).

Fonti utilizzate >>

Raccomandato
Lascia Il Tuo Commento