Principale » cane » Dove prendere il cane [consigli comportamentisti

Dove prendere il cane [consigli comportamentisti

Dove prendere il cane??

Decidiamo che vogliamo che un cane si unisca alla nostra famiglia. E molto bene! Tuttavia, prima di decidere su un cane, vi esorto vivamente a riflettere a fondo sull'argomento, perché è una decisione che influenzerà in modo significativo la vita nostra e della nostra famiglia. Il processo decisionale compulsivo sull'adozione di un cane o sull'acquisto di un cane raramente ha successo.

  • Prima di portare a casa il tuo cane
  • Cane di razza da allevamento
    • Attenzione alle pseudo-fattorie!
  • rifugio per cani
  • Casa temporanea / Fondazione

Prima di portare a casa il tuo cane

Prima di portare a casa il tuo cane

Prima di prendere una decisione così importante, poniamoci alcune domande importanti per vedere se siamo davvero pronti per essa.

Prima di tutto: abbiamo tempo e spazio nella vita per prenderci cura del cane?? Molte persone pensano che prendersi cura di un cane sia limitato a tre passeggiate al giorno e una ciotola di cibo, ma non è proprio così. Certo, tutto dipende dal cane, dalla sua età, razza e passato, ma supponiamo che decidiamo per un cucciolo. Non solo un cagnolino del genere richiede attenzione e vigilanza costanti (e forse il sacrificio di qualche paio di pantofole), vale la pena costruire un legame e una relazione all'inizio di un percorso comune che ripagherà per tutta la vita insieme. I cuccioli sono di solito palle di energia inesauribile che hanno bisogno del nostro tempo, vale anche la pena portarli per un buon addestramento all'asilo del cane in modo che imparino i comandi di base e impariamo su di loro il più possibile. I cuccioli richiedono anche un addestramento alla pulizia, quindi dobbiamo fare i conti con il fatto che devi uscire con loro ogni 2-3 ore finché non capiscono che abbiamo a che fare fuori, non in casa.

Oppure immaginate la situazione opposta: decidiamo su un cane anziano, che non è più un vulcano di energia, preferisce sdraiarsi in un morbido letto, ma a causa della sua età ha anche qualche problema di salute e necessita di visite più frequenti dal veterinario, specializzato cibo e, a volte, riabilitazione. Abbiamo tempo e denaro per farlo??

Un altro parametro da considerare è la nostra famiglia e dove siamo. Supponiamo di aver appena avuto un bambino, e allo stesso tempo decidiamo di avere un cane. Vale la pena considerare se concilieremo i nostri obblighi nei confronti del bambino e del cane? Forse vale la pena aspettare che il bambino cresca e avremo più spazio per l'animale?

Ci sono anche situazioni in cui sogniamo un grosso cane, e viviamo in un mini-studio nel mezzo della città. Questo non ci cancella, ma il cane si sentirà a suo agio quando non ha il suo angolo, starà sempre sdraiato (per mancanza di spazio) nel passaggio e noi ci cammineremo sopra tutto il tempo , perché non abbiamo altra scelta?? E l'unico modo di camminare sarà uscire sul prato davanti casa per 5 minuti? Potrebbe non essere abbastanza.

Un'altra domanda che sorgono quando, ad esempio, andiamo spesso in viaggio d'affari e viviamo da soli. Avremo qualcuno con cui lasciare il cane?? Possiamo permetterci petsitter o un buon hotel per cani dove possiamo lasciare il cane in caso di partenza inaspettata?? La nostra famiglia sarà disposta a portare con sé il cane per l'orario di partenza??

Ovviamente il mio obiettivo è non spaventare nessuno e scoraggiare il possesso di cani (al contrario!), ma vi incoraggio caldamente a porvi con calma varie domande, perché grazie a questo eviteremo stress e tante insidie ​​quando decidiamo di acquistare un cane.

Ma andando nel merito, cioè, diamo per scontato di aver preso una decisione, abbiamo soppesato i pro e i contro e sappiamo che prendersi cura di un cane è un buon passo!

Di solito, quando ci viene chiesto dove prendere un cane, pensiamo subito ad un canile o ad un rifugio. E sì, è vero! Ma ci sono alcune altre possibilità, ma cominciamo con quelle più ovvie.

Cane di razza da allevamento

Un cane da un canile

Quando decidiamo per un cane di razza, di solito dirigiamo i nostri passi verso un allevamento specializzato in una determinata razza. I veri allevatori si dedicano al loro lavoro, possono dirci molto su un determinato cane, razza e saranno anche felici di dirci come comportarsi con un nuovo cucciolo.

Prima di scegliere un allevamento, però, ricordiamo alcune importanti questioni. Un cane di razza è uno che corrisponde allo standard e ha un certificato di nascita o pedigree del Kennel Club con un sigillo e un ologramma e un libretto sanitario con una lista di vaccinazioni. Inoltre, un cane di un canile registrato ha un tatuaggio o un chip. Firmato anche un accordo tra l'allevatore e il nuovo tutore del cane. Questo per proteggere l'animale dal colpire le mani sbagliate e per stabilire le regole per la consegna del cane.

Molte persone pensano che mostrare un pedigree li obblighi a partecipare a mostre, ma non è così. Queste sono le informazioni da dove viene il cane, chi erano i suoi antenati canini e quali erano i loro successi.

Tuttavia, ciò che determina un buon allevamento non è solo la documentazione, ma soprattutto l'approccio all'animale. Il cane è ben curato fin dalla nascita in canile, ha un set completo di vaccinazioni e test, è adeguatamente e saggiamente socializzato con la sua cucciolata e gli altri cani, adeguatamente nutrito e monitorato, in modo che l'occhio professionale dell'allevatore possa individuare eventuali irregolarità. Inoltre, un buon allevamento garantisce che i cani si riproducano senza difetti genetici, in modo che anche i cuccioli siano privi di difetti genetici.

I cani rimangono in canile almeno fino alle 8 settimane di età, e talvolta anche più a lungo, in modo che abbiano un adeguato sviluppo comportamentale con la cucciolata e la madre. Tutto questo va considerato nella scelta di un allevamento. Ma un cane di un allevamento decente, ovviamente, costa denaro (anche a causa dei costi sostenuti dall'allevatore), quindi molte persone cercano altre fonti per ottenere un cane di razza.

Attenzione alle pseudo-fattorie!

Impossibile non citare qui il tema del cosiddetto pseudo-allevamento. Questo è un argomento complesso, ma anche una conoscenza superficiale ci permetterà di evitare trappole e contribuire più facilmente alla sofferenza degli animali.

Illuminando brevemente l'argomento in un telegrafo - nel 2012 è stata introdotta una legge il cui compito era regolamentare il mercato molto caotico per la vendita di cani. In precedenza, chiunque poteva vendere praticamente qualsiasi cane in qualsiasi modo, nessuno lo seguiva, la storia del cane venduto era spesso sconosciuta, anche la sua tessera sanitaria era illimitata, il che poteva avere un impatto sulla salute dei cani (e dopotutto , sono i più importanti in questo processo!).

Per questo è apparso un atto che vieta la vendita di animali al di fuori degli allevamenti, e contestualmente la vendita da parte di allevamenti non iscritti ad un'associazione nazionale, anch'essa soggetta a specifiche normative.

Cosa significava davvero?? Che i cani non si potevano vendere in borsa, dalle proverbiali scatole di cartone a Krupówki, o comprati dai vicini che avevano appena partorito dei cuccioli, perché si erano dimenticati di sterilizzare le femmine. Era, ovviamente, una teoria. Quando si tratta di iscriversi a un'associazione nazionale, molte persone pensano che questa definizione riguardi solo il (noto) Kennel Club polacco. Ma anche un'altra istituzione può diventare tale associazione con un po' di buona volontà, ed è stata utilizzata con entusiasmo.

Solo qui un po' di attenzione, per non ferire tali associazioni con false accuse che la loro unica motivazione è il guadagno. Questo è lontano dalla verità. In contrapposizione al rigido e poco innovativo Kennel Club sono state anche costituite associazioni di buona qualità, dove il benessere del cane è di primaria importanza. Non tutte le razze sono riconosciute lì, quindi gli allevatori dovevano fare qualcosa se volevano sviluppare le loro amate razze.

Pertanto, è altamente dannoso riferirsi a loro come "pseudo-agricoltura". Inoltre, il nome stesso non è sanzionato dalla legge, è semplicemente un termine peggiorativo per luoghi dove gli animali vengono allevati in condizioni misere, con difetti genetici, senza rispetto per la loro dignità e salute, per puro profitto.

Quindi come proteggersi dallo pseudo-allevamento e non partecipare a questa procedura? Innanzitutto cerchiamo di informarci il più possibile sul luogo da cui vogliamo portare il cane. Contattiamo (se possibile) le persone che hanno cani da questo luogo, parliamo con l'allevatore, chiediamo certificati che il canile sia iscritto all'apposita associazione e controlliamoli, vediamo anche in che condizioni sono tenuti i cani (se l'allevatore rifiuta noi l'accesso per l'allevamento, questo è un certo segnale di avvertimento). Facciamo anche molte domande, abbiamo il diritto di farlo: che aspetto hanno i genitori, qual è la cronologia delle vaccinazioni, come è stato socializzato il cane, cosa viene nutrito, come sono i suoi contatti con le persone e altri cani , eccetera.

Molti posti pubblicizzano anche i loro cani su vari portali con annunci su Internet. Se vediamo che un cane che costa circa 2.000.000 in allevamento come cane di razza, allora nella pubblicità del cosiddetto. l'allevamento domestico viene venduto per 400 PLN, stiamo attenti. L'allevatore deve investire nel cucciolo e nella sua salute e poi deve ripagarlo così non può lavorare sotto il costo. I cani acquistati su vari siti per una moneta simbolica possono avere difetti genetici, possono essere tenuti in cattive condizioni, senza socializzazione, quindi lavorare con loro e con un comportamentista in seguito può costarci più del costo iniziale. Inoltre, nessuno di noi vuole sostenere posti che trattano male gli animali e li vedono solo come macchine per guadagnare soldi.

Pertanto, vi incoraggio vivamente a verificare e, ad esempio,. Consultare qualcuno che ne è a conoscenza, in modo che la storia abbia un lieto fine.

rifugio per cani

rifugio per cani

Questo è il polo opposto all'allevamento di cani precedentemente descritto. I cani di razza non sono comuni qui (ma anche) e non devi pagare caro per loro. Come volontario in vari rifugi, incoraggio fortemente tutti ad adottare questi cani, perché sono meravigliosi, ma spesso gravati da una percezione stereotipata, che li fa sprecare in box angusti, invece di sdraiarsi a casa su morbide lenzuola. Vi incoraggio a leggere il mio articolo a riguardo sul portale.

I rifugi per cani sono ovviamente diversi, migliori o peggiori, focalizzati sull'aiutare i cani, ma anche quelli che i cani trattano come un oggetto e si preoccupano principalmente dei soldi del comune per mantenere un cane del genere. Ma praticamente in ogni città puoi trovare qualche tipo di ostello dove andare.

Se siamo bloccati dalla paura di non riuscire a far fronte mentalmente alla vista di cani poveri dietro le sbarre in un rifugio, proviamo diversamente. Praticamente ogni rifugio ha il proprio sito web o fanpage sui social, dove è possibile scoprire quali cani sono attualmente disponibili per l'adozione, leggere la loro storia, scoprire che età hanno, quali sono le loro esigenze e chi si prende cura di loro nel rifugio ( di solito per i cani) vengono assegnati volontari specifici o personale del rifugio). Possiamo contattare una persona così e chiedere una passeggiata con il cane. Grazie a questo, abbiamo la possibilità di conoscerlo, stabilire un legame, fare domande al tutore (più impariamo in questa fase, meglio ci prepariamo all'adozione). Se non sappiamo quale cane scegliere, in modo che si adatti a noi e al nostro stile di vita, anche i dipendenti e i volontari saranno felici di aiutarci. È anche il loro obiettivo più grande per il cane trovare una buona casa.

Per adottare un cane da un rifugio, di solito è necessario compilare un questionario di adozione, parlare e raccontare le condizioni e la famiglia in cui vivrà il cane, è importante che entrambe le parti abbiano la garanzia che il cane sia in buone mani. A seconda del cane e del rifugio, i termini di adozione sono diversi, a volte è necessario venire più volte affinché il cane abbia la possibilità di conoscerci meglio, a volte (se il cane è, ad esempio, timoroso) è vale la pena consultare un comportamentista che lavora al rifugio. Se abbiamo già il nostro cane, vale la pena conoscere i cani prima dell'adozione e verificare la loro relazione. Se c'è un bambino nella nostra casa, vale anche la pena controllare la reazione del cane al bambino e se nostro figlio non ha paura del cane, perché alla fine vivrà sotto lo stesso tetto. Ma tutto questo lo scopriremo durante la conversazione con il conduttore del cane, quindi non stressarti troppo.

Quello che posso dire con certezza è che vale la pena adottare cani del canile, perché ci sono così tanti cani, di diverse età, con diverse disposizioni, che uno ci sta sicuramente aspettando lì e sarà una buona scelta per noi.

Casa temporanea / Fondazione

Come dicevo all'inizio, quando pensiamo ai cani pensiamo ad un rifugio o ad un canile e poco altro. Intanto ci sono posti dove vengono adottati anche i super cani. Sto pensando a fondazioni animali e case temporanee. Questi sono di solito luoghi dove finiscono vari cani (cuccioli, cani adulti, cani di razza, dopo passeggiate, interventi o dopo la morte dei loro proprietari) che hanno un disperato bisogno di una nuova casa. Le case temporanee sono spesso allestite da volontari che portano a casa i loro cani e forniscono loro condizioni di casa mentre cercano di trovare la casa migliore per i cani. Le fondazioni funzionano in modo simile. Sia le fondazioni che il cosiddetto. "Temporaneo" sono pubblicizzati massicciamente sui social network, portali con annunci (es. olx o gumtree) o in cerca di buone case tra amici e familiari.

Pertanto, è anche un buon posto per trovare un amico canino. L'indubbio vantaggio di tali luoghi è il fatto che i cani non vivono in box angusti e freddi nel rifugio, ma in condizioni domestiche, quindi puoi anche osservare come si comporta il cane a casa. Questa è un'informazione preziosa per un potenziale adottante - se il cane fa pipì a casa, soffre di stress da separazione quando lasciato solo, o va d'accordo con altri cani (spesso nelle case temporanee ce ne sono molti) o membri più giovani della famiglia. In condizioni di rifugio, non abbiamo necessariamente un modo per osservarlo.

Riassumendo, se decidiamo di avere un cane e vogliamo che si unisca a noi, ricordate che è una decisione responsabile e un tale cane sarà un membro della famiglia per molti anni, quindi prepariamoci bene per un nuovo ospite e sceglilo in modo che anche lui si senta a suo agio. e noi.

Buona fortuna! Credo che ogni guardiano meriti un grande cane e che un cane meriti un buon guardiano!

Fonti utilizzate >>

Raccomandato
Lascia Il Tuo Commento