Principale » cane » Riabilitazione cane e gatto: quanto costa, quando e quali cure usare?

Riabilitazione cane e gatto: quanto costa, quando e quali cure usare?

Riabilitazione cane e gatto: quanto costa, quando e quali cure usare?

La medicina veterinaria, come altri campi della tecnologia, ha compiuto un sorprendente salto di civiltà negli ultimi trent'anni, derivante, tra l'altro, dal cambiamento di consapevolezza dei custodi degli animali.

In passato contava solo il profitto guadagnato da un animale da fattoria che produceva cibo, e in molti casi cani o gatti semplicemente non venivano trattati, trattandoli con negligenza come individui che vivono nell'ambiente umano.

In molte aie, il cane o il gatto viene ancora oggi tenuto solo per "beneficio" e deve lavorare sodo per sé stesso facendo la guardia alla proprietà, alle mandrie di altri animali o alla caccia di piccoli roditori.

In una situazione migliore sono i cani che sono una sorta di "supplemento" agli hobby del loro padrone che si occupano di caccia o partecipano alle corse di slitte.

Al giorno d'oggi, invece, gli animali da compagnia, avanzando nell'ambiente domestico, diventano sempre più spesso amici dell'uomo o vengono trattati come membri della famiglia.

Un tale cambio di posizione comporta una maggiore attenzione da parte dei proprietari, che si traduce indubbiamente in un trattamento più attento dei nostri animali domestici e, di conseguenza, nella loro cura.

Le persone cercano di fornire le migliori condizioni di vita possibili per il loro cane e in caso di malattia usano tutte le opzioni di trattamento possibili e disponibili.

Pertanto, molte tecniche e procedure mediche, un tempo riservate all'uomo, si sono affermate saldamente in medicina veterinaria, dove vengono utilizzate con successo, portando benefici tangibili ai pazienti.

Un perfetto esempio di ciò di cui sto scrivendo è proprio questo riabilitazione degli animali, il campo è sempre più utilizzato con successo in medicina veterinaria.

Allora andiamo a sapere cos'è e cosa possiamo ottenere grazie ad esso.

  • Cos'è la riabilitazione??
  • Perché riabilitare un animale?
  • Quando prendere in considerazione la riabilitazione del cane/gatto?
    • Malattie in cui la riabilitazione porta benefici misurabili
    • Riabilitazione nei cani anziani
  • Riabilitazione: quanto tempo ci vuole per vedere un miglioramento, ci sono controindicazioni??
  • I trattamenti riabilitativi più utilizzati
    • Idroterapia
    • Massaggio medico
    • Elettroterapia
    • Magnetoterapia
    • Terapia ad ultrasuoni
    • Laserterapia
    • Crioterapia e termoterapia
    • kinesiterapia
  • Riabilitazione cane e gatto a domicilio
  • Quanto costa la riabilitazione del cane?

Cos'è la riabilitazione??

A una domanda così banale, tutti sono in grado di dare una risposta più o meno sensata e appropriata perché il concetto è comunemente noto a tutti probabilmente.

Perché sentiamo costantemente dalla stampa, dalla radio o dalla televisione che un atleta ha subito un grave infortunio e dopo un intervento chirurgico ha una lunga e riabilitazione intensiva Certo, si è conclusa con un "lieto fine", cioè un pieno recupero e la continuazione dello sport professionale.

La riabilitazione medica è, come dice la definizione, un'attività globale e di squadra a beneficio di un paziente che mostra una forma fisica e motoria incompleta, che ha lo scopo di ripristinare questa forma fisica oltre a garantire un rapido recupero che si manifesta nel caso degli animali, anche efficienti movimento e movimento.

La capacità di movimento è uno dei principali fattori che determinano la salute degli animali e in condizioni naturali garantendo la sopravvivenza grazie alla fuga rapida o alla possibilità di cacciare le prede.

riabilitazione pertanto, è parte integrante del processo terapeutico, spesso al pari di altri metodi di trattamento tradizionali, decidendo sull'efficacia del successo complessivo del trattamento.

Abilmente eseguito accorcia i tempi di recupero, portando benefici tangibili all'animale.

Naturalmente, come dice la definizione, per essere efficace, deve essere caratterizzata da:

  • "presto "Cioè, inizia abbastanza presto,
  • completezza cioè, basarsi su molte tecniche,
  • continuità cioè, una volta iniziati i trattamenti vanno portati fino alla fine.

Solo allora porta l'effetto curativo atteso, che ovviamente richiede disciplina da parte del proprietario e dell'animale.

La riabilitazione è condotta da zoofisioterapisti vale a dire specialisti con conoscenze adeguate e, soprattutto, capacità pratiche, perché, come ogni metodo di trattamento, se eseguito in modo errato, può portare più danni che benefici.

Perché riabilitare un animale?

Perché riabilitare un animale?

Fino a poco tempo fa, i trattamenti riabilitativi riguardavano solo le persone e così spesso dovevi fare una lunga coda di attesa.

I vantaggi di questi trattamenti li hanno indubbiamente resi popolari anche negli animali, perché esiste qualcosa di più prezioso della salute e della vita??

La riabilitazione è generalmente definita come un metodo molto efficace che porta a un recupero più rapido dei nostri pazienti.

L'obiettivo principale della riabilitazione di cani e gatti è ridurre al minimo il periodo di recupero dopo trauma fisico, lesione Se chirurgia ortopedica e quindi un più rapido ritorno alla piena forma fisica.

Un animale sano è un individuo fisicamente attivo perché è per questo che la natura lo ha creato.

Gli infortuni legati al lavoro intenso, incidenti stradali o quelli causati dal contatto con altri animali, ad esempio al parco o durante una passeggiata, non accadono di rado e sono anche motivo frequente di consulto veterinario.

Il proprietario disperato che si reca dall'ortopedico sente spesso la diagnosi e apprende della necessità di sottoporsi a un intervento chirurgico immediato, che, sebbene "ripari" ciò che è stato danneggiato, non significa la fine del trattamento.

A volte abbiamo a che fare con una situazione in cui "il trattamento ha avuto successo" ma il risultato finale è purtroppo tutt'altro che ideale.

Si ricorda che qualsiasi intervento chirurgico ortopedico relativo all'esclusione della funzione dell'arto, e quindi non utilizzarlo, può essere associato a atrofia muscolare, e, purtroppo, compromettono inevitabilmente la capacità di movimento.

La riabilitazione in ciascuno di questi casi sarà finalizzata a prevenire gli effetti negativi derivanti dalla mancanza di lavoro di muscoli e articolazioni.

Quindi è, in un certo senso, eseguire movimenti come sostituto di un animale, che si rifletterà nel mantenimento della corretta funzione muscolare.

Qualsiasi trauma meccanico che porta a fratture ossee, rotture del legamento è associato allo sviluppo infiammazione e accompagnandolo dolore.

Riabilitazione del cane dopo la frattura della zampa

I trattamenti riabilitativi non solo miglioreranno le funzioni dell'arto, ma possono, soprattutto, ridurre il dolore nei nostri pazienti.

Ricorda che la sensazione di dolore ha un ampio sfondo in tutto il corpo e fa sì che l'arto malato non venga utilizzato, il che si traduce in un'ulteriore atrofia muscolare.

E il circolo vizioso si chiude.

Combattere il dolore negli animali di cui siamo responsabili in quanto esseri umani è il nostro dovere primario, che è segno di umanità ed empatia.

I farmaci utilizzati per ridurre il dolore hanno una serie di effetti collaterali e la riabilitazione sapientemente condotta consente di ridurre le loro dosi o ridurre al minimo il numero di somministrazioni a quelle assolutamente necessarie.

Trattamenti riabilitativi causa miglioramento del flusso sanguigno e linfatico rimuovendo così il sorgere rigonfiamento.

Attraverso l'afflusso di elementi (cellule) del sistema immunitario alle aree danneggiate, accelerano la ricostruzione dei tessuti e, riducendo contratture e tensioni muscolari, rafforzano la forza muscolare.

Stimolano anche il buon funzionamento del sistema nervoso necessario per il buon funzionamento delle ossa e delle articolazioni.

La riabilitazione sapientemente eseguita consente di controllare il peso corporeo di un animale che, a causa di un infortunio, non esibisce un'attività fisica adeguata.

Stimolare il metabolismo attraverso il movimento è un modo estremamente importante per combattere l'obesità.

E ciò che può sembrare altrettanto importante, è un perfetto complemento al trattamento chirurgico e alla comprovata farmacoterapia.

Tutte queste attività, mentre si completano a vicenda, si traducono in un recupero più rapido dopo un infortunio o un infortunio, abbreviando il periodo di recupero ed eliminando così tutti gli effetti negativi dell'esclusione dall'uso dell'area interessata del corpo.

Di conseguenza migliora non solo la condizione fisica ma anche quella mentale dell'animale, il che sembra essere di fondamentale importanza.

La riabilitazione viene utilizzata non solo in caso di lesioni, ma anche in caso di malattie a base nervosa o muscolare.

Molti di loro sono incurabili, ma gli esercizi condotti abilmente ne limitano lo sviluppo e quindi rallentano i sintomi in crescita.

Il movimento, come dice un vecchio proverbio, è salute, quindi a seguito della riabilitazione aumenta la resistenza del sistema cardiovascolare (il sangue scorre più velocemente e raggiunge i muscoli che lavorano).

Quindi possiamo vedere chiaramente quanti potenziali benefici si possono ottenere utilizzando un metodo di riabilitazione opportunamente selezionato.

Pertanto, la risposta alla domanda se ne valga la pena sembra ovvia. Sì, ne vale la pena!

Quando prendere in considerazione la riabilitazione del cane/gatto?

Quando usare la riabilitazione??

Oggi i nostri allievi sono purtroppo esposti a lesioni ortopediche simili a quelle degli atleti che praticano varie discipline professionali.

Un legamento rotto nel ginocchio non è solo un problema di calciatori famosi e popolari, ma anche di cani, che dovrebbero essere attentamente ricordati.

Se, quindi, la riabilitazione aiuta i giocatori professionisti, perché non usarla nei cani??

Malattie in cui la riabilitazione porta benefici misurabili

C'è tutta una serie di malattie per le quali i trattamenti riabilitativi si rivelano estremamente efficaci e consigliati.

Le indicazioni per la riabilitazione in primis sono tutte disfunzioni del sistema motorio animali con frequenti occorrenze, soprattutto in età avanzata infiammazione degli organi dell'apparato locomotore.

I proprietari di cani anziani, con cui spesso lottano, sanno bene quanto sia grande questo problema artrosi.

Anche nei nostri anziani canini li incontriamo spesso tutti degenerazioni che colpiscono la colonna vertebrale e quindi z discopatie e paralisi.

La riabilitazione risulta avere meriti indiscutibili nella cura di tutte queste malattie.

Probabilmente tutti associano la riabilitazione a gestione postoperatoria dopo fratture ossee complicate, soprattutto alle estremità, distorsioni o a legamenti strappati (per esempio. legamento crociato del ginocchio).

La riabilitazione accelera il recupero da una frattura

Sfortunatamente, questi sono disturbi ortopedici comuni.

La displasia dell'anca può anche essere un esempio da manuale di quando possiamo utilizzare con successo i trattamenti riabilitativi.

Infatti, ogni infortunio, incidente, infortunio in cui, per qualche ragione, l'uso dell'arto è disabilitato, quindi la zoppia può essere un'indicazione per la riabilitazione per prevenire l'atrofia muscolare.

Dovremmo anche ricordare le malattie muscolari croniche (ad es. qualunque miosite autoimmune) quando l'esercizio fisico può essere di grande aiuto nel processo di guarigione.

Lesioni scheletriche spesso accade nei nostri alunni, cicatrici dei tessuti molli, condizioni di contratture Se debolezza muscolare può anche essere un'indicazione per la riabilitazione.

Non dimentichiamoci del dolore, sintomo che spesso accompagna tutte le patologie dell'apparato scheletrico e muscolare, quando la riabilitazione sapientemente svolta migliora notevolmente il benessere dell'animale, spesso riducendo le dosi dei farmaci antinfiammatori non steroidei prescritti.

La conseguenza di ciò sarà un minor rischio di effetti collaterali a volte pericolosi per la vita.

Malattie neurologiche della colonna vertebrale, tra cui discopatia, squadre compressione del midollo spinale e ne viene fuori nervi spinali, lesioni spinali Se patologie dei nervi periferici costituiscono anche un'indicazione per la riabilitazione.

In caso di paralisi dei nervi o loro infiammazione efficace paresi o squilibrio vale la pena supportare il processo di cura con trattamenti di riabilitazione fisica.

I trattamenti riabilitativi possono rivelarsi estremamente utili nel trattamento delle malattie dell'apparato tegumentario, ad es pelle.

Molti potrebbero trovarlo sorprendente, ma nel caso di tutti i tipi di ferite o cicatrici difficili da guarire, l'uso della riabilitazione porta benefici misurabili, come in:

  • brucia,
  • congelamento,
  • piaghe da decubito.

L'obesità è diventata la piaga dei nostri tempi, manifestata da un peso corporeo eccessivo e quindi da una minore attività fisica e da una serie di sintomi legati a organi e organi distanti (es. insufficienza cardiaca, epatica, articolare, ecc.).

Fisioterapia Qui può tornare utile, portando lentamente ad un ritorno al peso corporeo ottimale.

Finora abbiamo parlato solo di animali malati, ma possiamo riabilitare anche animali sani in età avanzata.

Riabilitazione nei cani anziani

A causa del "lento esaurimento" delle riserve funzionali e dei processi degenerativi in ​​corso, i cani anziani mostrano molti sintomi legati al progressivo processo di invecchiamento.

La riabilitazione consente di mantenere tali individui in condizioni migliori più a lungo e quindi migliorare significativamente la vita nella sua ultima fase.

Quindi possiamo vedere chiaramente come in molti casi i trattamenti riabilitativi possono essere utili, migliorando la salute e il benessere degli animali trattati.

Riabilitazione: quanto tempo ci vuole per vedere un miglioramento, ci sono controindicazioni??

Quanto costa e quanto dura la riabilitazione

Sebbene la riabilitazione porti grandi benefici all'animale, non possiamo sempre applicarla in qualsiasi momento del trattamento.

La regola generale è che dobbiamo eseguire i trattamenti il ​​prima possibile.

Ricorda che il deperimento muscolare progredisce giorno dopo giorno, quindi è importante agire rapidamente affinché lo stato di partenza da cui si parte sia il migliore.

Ci sono alcune limitazioni nell'uso di metodi fisioterapici specifici, da qui la necessità di seguire rigorosamente le raccomandazioni del medico curante e di uno zoofisioterapista qualificato.

Ovviamente le controindicazioni saranno diverse per ogni metodo.

Ad esempio, non lo faremo movimenti passivi Se massaggio muscolare in caso di immobilizzazione temporanea di un arto da parte di gesso o altro condimento duro.

Finché l'animale non ha punti di sutura completamente guariti, ad es. una ferita postoperatoria, non vale la pena bagnare questo posto, quindi non è raccomandato esercizi di tapis roulant in acqua, che potrebbe ritardare la guarigione della ferita e causare infezioni.

Non sempre vogliamo attivare l'arto il prima possibile subito dopo la procedura, perché un movimento incontrollato può distruggere gli effetti dell'operazione.

In questi casi, si tratta principalmente di rafforzare i tessuti e, migliorando il flusso sanguigno attraverso l'area operata, accelerando i processi di rigenerazione.

Il percorso riabilitativo non porta effetti immediati, ma li ritarda nel tempo.

Naturalmente, il miglioramento immediato, come la riduzione del dolore, il miglioramento del benessere o la riduzione dell'infiammazione, è spesso immediatamente visibile.

In altri casi, invece, per quanto riguarda il miglioramento del movimento, la riduzione dell'atrofia muscolare o della zoppia, bisogna aspettare un po'.

La riabilitazione il più delle volte richiede una serie di trattamenti, non un intervento "fare le cose" una volta per tutte. Quindi devi essere paziente e, soprattutto, seguire scrupolosamente le raccomandazioni mediche.

I trattamenti stessi durano da una dozzina a diverse dozzine di minuti, che dipendono dal metodo utilizzato e dalle condizioni cliniche del paziente.

I trattamenti riabilitativi più utilizzati

La riabilitazione è un campo di conoscenza pratica molto vasto che utilizza molti metodi diversi, supportati da moderne attrezzature e macchine appositamente progettate, dispositivi per la fisioterapia.

Durante la terapia, a seconda dell'effetto terapeutico previsto, viene spesso utilizzato uno dei seguenti metodi:

  • terapia laser,
  • magnetoterapia,
  • sonoterapia,
  • fototerapia,
  • elettroterapia,
  • idroterapia,
  • crioterapia,
  • termoterapia,
  • massaggio classico,
  • kinesiterapia.

Ogni piano di trattamento è sempre preparato individualmente e dovrebbe essere basato su conoscenze mediche approfondite supportate dall'esperienza di uno zoofisioterapista.

In effetti, il punto è che la forma di terapia scelta dovrebbe portare il massimo beneficio all'animale, migliorando e accelerando il processo di guarigione.

Ci tengo a sottolineare ancora una volta che, oltre alla scelta del metodo terapeutico e alla sua abile attuazione, è di fondamentale importanza anche il momento dell'inizio della terapia.

Vale la pena iniziare la terapia all'inizio del trattamento, quando il processo della malattia e i sintomi sono più pronunciati perché allora gli effetti da noi ottenuti sono più forti e meglio evidenti.

Troppo ritardo o ritardo nell'introduzione delle procedure sarà associato alla riduzione al minimo dei cambiamenti e delle contratture già permanenti (ulcere da pressione, atrofia muscolare, disturbi circolatori) e altre conseguenze avverse derivanti da compromissione e restrizione del movimento.

Idroterapia

Riabilitazione del tapis roulant acquatico

I trattamenti eseguiti in acqua sono senza dubbio uno dei metodi più comuni per sostenere il processo di guarigione oggi.

I movimenti in acqua impegnano tutti i muscoli a lavorare, non mettono a dura prova la colonna vertebrale o le articolazioni e inoltre migliorare il lavoro dei sistemi circolatorio e respiratorio.

Sono utilizzati non solo per la riabilitazione ma anche per la prevenzione di molte malattie e per il processo di perdita di peso.

Certo, non basta riempire d'acqua la vasca da bagno e metterci un animale malato, sperando che si muova da solo.

Tali vasche da bagno devono soddisfare le condizioni appropriate ed essere dotate, ad esempio, di piste d'acqua o di speciali ugelli che dirigano il flusso d'acqua nelle aree appropriate del corpo.

L'idroterapia non serve solo agli animali che soffrono di ferite o contusioni, ma può essere utilizzata anche per individui sani, garantendo così un ottimo allenamento o rilassamento (ovviamente solo nel caso di animali che amano l'acqua, che sembra essere una condizione necessaria).

I trattamenti di idroterapia comportano l'inserimento del paziente in una piscina poco profonda, in una vasca idromassaggio o su un tapis roulant bagnato.

Quando la piscina è più profonda e non corrisponde alle dimensioni dell'animale, puoi indossare un giubbotto speciale che fa galleggiare il cane sull'acqua.

La temperatura del liquido è impostata per garantire comfort termico al paziente e gli esercizi continuano da 15 a 30 minuti e sono sempre selezionati individualmente caso per caso.

È buono quando l'animale non ha fame durante la procedura perché è più probabile che si eserciti.

Tra le indicazioni per l'idroterapia si possono citare tutti i seguenti casi:

  • contratture,
  • irrigidimento delle articolazioni,
  • atrofia muscolare.

Questo metodo è efficace anche per gli animali domestici dopo procedure ortopediche o anziani anziani.

Certamente, l'idroterapia non ti farà male in:

  • malattie degenerative delle articolazioni,
  • malattie degenerative della colonna vertebrale,
  • sovrappeso,
  • displasia dell'anca,
  • paresi e paralisi degli arti.

Negli animali sani, la resistenza dell'acqua sarà maggiore di quella dell'aria rafforzare i muscoli scheletrici aiutando a prepararsi al meglio per le competizioni sportive.

La pressione idrostatica esercitata dall'acqua riduce il gonfiore dei tessuti, stabilizza le articolazioni prevenendo le lesioni durante l'esercizio.

Puoi anche vedere come appare l'idroterapia per un cane nel video qui sotto

Terapia IVDD Bassotto: Camminare sul tapis roulant subacqueo
Guarda questo video su YouTube

Massaggio medico

È probabilmente una delle forme più popolari di fisioterapia ben tollerata dai cani, che è anche importante.

La pressione della mano che agisce sui tessuti massaggiati stimola la circolazione sanguigna e linfatica, che si traduce in migliore ossigenazione e nutrimento di questi luoghi.

Supporta molto il funzionamento del sistema immunitario, dopo tutto, gli elementi cellulari viaggiano con il flusso di sangue e linfa.

Rende i tendini più flessibili, legamenti, migliora il lavoro delle articolazioni, sostiene i muscoli aumentando la loro resistenza.

Abilmente fatto riduce la sensazione di dolore derivanti dal processo degenerativo e migliora la conduzione nervosa.

Il massaggio terapeutico è consigliato in:

  • malattie degenerative,
  • displasie articolari e discopatie della colonna vertebrale,
  • infiammazione dei muscoli,
  • lesioni,
  • lesioni,
  • svanisce,
  • fratture ossee.

Il massaggio viene utilizzato anche dopo amputazioni degli arti o nevralgie.

Può anche essere di grande aiuto nel processo riduzione di peso negli animali obesi.

La procedura stessa è in corso da alcune a diverse dozzine di minuti a seconda della tolleranza dell'animale e può essere ripetuto anche giornalmente.

Un esempio di esercizi eseguiti durante il massaggio (schema fornito dalla ditta Vetoquinol, produttrice di Caniviton forte, www.caniviton.pl / sito / massaggi).

Elettroterapia

È un trattamento fisioterapico rivolto principalmente a pazienti con forti dolori o quando abbiamo un background diverso paresi muscolare.

Si basa sulla corrente elettrica generata dagli elettrodi posti sul corpo del cane.

Non dobbiamo preoccuparci perché la procedura è completamente sicura e l'intensità della corrente che scorre attraverso i muscoli è sempre selezionata individualmente per il paziente e non danneggerà il cane.

I muscoli attraverso i quali scorre la corrente elettrica si contraggono (tremano) e l'animale avverte una sensazione di formicolio dolce e pienamente accettabile.

Usiamo spesso l'elettroterapia in animali laboriosi sottoposti a carichi meccanici elevati, un chiaro esempio dei quali sono i cani da corsa.

L'elettroterapia può essere utile anche in:

  • discopatie,
  • contratture muscolari,
  • dolori muscolari,
  • disturbi circolatori,
  • atrofia muscolare,
  • problemi di natura neurologica del midollo spinale e del cervello.

Qualsiasi situazione in cui è necessario un irrigidimento a lungo termine e l'immobilizzazione dell'arto (ad es. a causa di frattura delle ossa lunghe) è un'indicazione per l'uso dell'elettroterapia.

In media, di solito avviene un trattamento 10-20 minuti e può richiedere la sedazione farmacologica del paziente.

Le aree degli elettrodi devono essere rasate per facilitare il flusso di corrente.

Magnetoterapia

A causa del campo magnetico sulle aree del corpo interessate, si ha una riduzione di:

  • provare dolore,
  • infiammazione,
  • rigonfiamento.

Otteniamo lo stesso accelerazione dei processi di guarigione dei tessuti aumentando il metabolismo nelle cellule o sfruttando meglio l'ossigeno che le arriva.

La magnetoterapia è un ottimo metodo a supporto del trattamento di:

  • infiammazione delle articolazioni,
  • danno muscolare,
  • lesioni ai legamenti,
  • disturbi metabolici,
  • infiammazione dei nervi periferici,
  • mal di schiena.

Funziona bene anche in fratture ossee.

Il campo magnetico può essere utilizzato in tutti i mammiferi domestici e la procedura stessa è indolore e non richiede di calmare l'animale.

Uno svantaggio, tuttavia, è il tempo medio che l'animale deve dedicare al trattamento da 20 a 40 minuti.

Quindi è necessaria pazienza da parte del paziente.

La magnetoterapia non può essere utilizzata in soggetti con malattie neoplastiche, infezioni acute e cagne gravide. Eventuali parti metalliche nel corpo del paziente (ad es. chiodi nelle fratture ossee) impediscono anche l'uso di questo metodo.

Per una serie completa sono necessari 10-15 trattamenti al giorno o a giorni alterni. In alcuni casi è possibile estendere il numero di ripetizioni fino a 60.

Terapia ad ultrasuoni

L'ultrasuono è una vibrazione meccanica e la sua frequenza è completamente impercettibile per l'orecchio umano.

Il loro impatto sui tessuti malati è completamente indolore per l'animale.

Gli ultrasuoni con una frequenza di 0,8 - 3 MHz stanno inducendo micromassaggio, e generando energia termica, influiscono favorevolmente sui tessuti trattati.

Esibiscono proprietà antidolorifici, ridurre troppa tensione muscolare, contratture, e a causa dell'espansione dei vasi sanguigni inibire i processi infiammatori in corso.

Riducono chiaramente il tempo di malattia, soddisfacendo così le aspettative dei proprietari di animali.

In media, la procedura richiede da 5 a 10 minuti e per tutta la serie ci vogliono ca 10 ripetizioni.

Il tutto si può ripetere dopo circa 3-4 settimane.

Laserterapia

Laserterapia

Esiste un metodo di terapia della luce che utilizza un laser a bassa o alta energia.

Mostra l'azione:

  • antidolorifici,
  • antinfiammatorio,
  • biostimolante.

Laserterapia migliora il flusso sanguigno attraverso i capillari, portando così a migliore nutrizione dei tessuti.

Quindi, l'infiammazione è ridotta attraverso un più rapido riassorbimento di edema ed essudato.

Inibendo i processi infiammatori, accelera la rigenerazione dei tessuti coinvolti.

È un metodo di fisioterapia molto universale che può essere utilizzato in molti problemi ortopedici, come esemplificato da loro fratture ossee (formazione più rapida del callo nel sito di frattura ossea) o tendinite.

La procedura prevede l'applicazione di una testina speciale che emette un raggio laser sulla pelle e continua da pochi a 20 minuti. Hai bisogno di circa 10 trattamenti.

Naturalmente la laserterapia richiede l'utilizzo di attrezzature adeguate e conoscenze mediche assolutamente adeguate del personale che la utilizza.

Crioterapia e termoterapia

Sono metodi fisici che utilizzano rispettivamente basse e alte temperature che influiscono sui tessuti.

Nel primo caso, impacchi freddi, bagni freddi o massaggi con ghiaccio riducono la conduzione nervosa, che risulterà effetto analgesico.

Anche il gonfiore dei tessuti diminuirà e trasuda che migliora decisamente il comfort del paziente (riduzione dell'infiammazione).

Dovrebbe essere utilizzata la termoterapia che utilizza le proprietà del calore (impacco, bagni caldi) dopo la fine della fase acuta dell'infiammazione.

Accelera la conduzione nervosa aumentando l'afflusso di sangue ai tessuti, che si traduce in una discesa più rapida dei processi infiammatori, ovvero una guarigione più rapida.

Ricorda che il liquido per termoterapia che usi non deve essere troppo caldo per non indurlo la pelle brucia né troppo freddo, le cui conseguenze, a loro volta congelamento.

kinesiterapia

Si concentra su una serie di diversi esercizi fisici pur essendo un metodo affidabile trattamento con movimento e ginnastica.

Esercizi sapientemente eseguiti rafforzano i gruppi muscolari appropriati, aumentando così la forma fisica dell'animale.

Gli esercizi passivi vengono eseguiti da un fisioterapista che, eseguendo flessione, rotazione, abduzione o estensione dell'arto, e quindi mettendolo in movimento, costringe alcune parti dei muscoli a lavorare e "rimanere in buona forma".

Gli esercizi di stretching aumentano la mobilità delle articolazioni e la flessibilità dei tessuti che costruiscono queste strutture, eliminando crampi e tensioni eccessive.

In media dura una serie di esercizi da pochi a diversi minuti e dipende dalle capacità del paziente.

Dopotutto, secondo il principio che "il movimento è salute", solo gli organi utilizzati e funzionanti (muscoli, articolazioni) possono mostrare una buona salute.

Riabilitazione cane e gatto a domicilio

Il proprietario di un cane riabilitato può essere tentato di eseguire autonomamente determinati esercizi o trattamenti a casa, osservando tutte queste attività svolte da uno zoofisioterapista professionista in studio.

Dopotutto, il proprietario del cane partecipa attivamente alle procedure eseguite, accompagnando il cane, tenendolo o accarezzandolo, garantendo così il comfort delle attività svolte.

Molti dei metodi di riabilitazione, a causa dell'uso di attrezzature specializzate, escludono il loro uso a casa.

Tuttavia, alcuni di essi possono essere eseguiti a casa.

Tuttavia, dovremmo ricordare la regola fondamentale di non fare nulla da soli e consultare tutto con un terapeuta.

Sarebbe bello se ci mostrasse prima come eseguire un determinato esercizio o massaggio e poi controllasse le nostre prestazioni.

Bisogna sapere esattamente come, ma anche quante volte ripetere un dato movimento, o anche conoscere la lunghezza e il ritmo delle passeggiate ("riabilitazione specifica" a casa per tutti).

Possiamo candidarci in sicurezza metodi di termoterapia consistente nel mettere speciali sacchetti di gel riscaldato o borse dell'acqua calda sulle aree malate.

Possiamo anche fare movimenti passivi, ginnastica, camminata controllata.

Tutto, tuttavia, dopo che il terapeuta ha precedentemente raccomandato che le sue azioni non distruggano il lavoro del chirurgo - ortopedico o medico curante.

Ricordiamo che ci sono aree della medicina che è meglio lasciare ai professionisti e non svolgere autonomamente "presumibilmente gli stessi" per eseguire, imitare il proprio lavoro, un esempio esemplare di cui è la fisioterapia.

La mancata osservanza di raccomandazioni molto specifiche e il tentativo di riabilitarsi a casa può rovinare l'intero processo, ritardando il recupero.

Quanto costa la riabilitazione del cane?

Una questione estremamente importante dal punto di vista dei proprietari è anche la finanza, ovvero quanto ci costerà davvero.

Ricordiamo anche che un singolo trattamento non porterà l'effetto atteso e per il pieno successo, è necessaria tutta una serie di ripetizioni, che si traduce inoltre nel costo complessivo.

Spesso la tasca del proprietario è già danneggiata dalle spese legate all'intervento chirurgico e alle cure farmacologiche tradizionali.

Pertanto, vale la pena informarsi sui costi per eseguirli prima di decidere su trattamenti specifici. E possono essere molto diverse, il che risulta dalla scelta del metodo e dalla conoscenza del fisioterapista.

Prima di iniziare la riabilitazione, il terapeuta vorrà ovviamente conoscere la storia della malattia e il trattamento che è stato effettuato finora.

Questa prima visita, spesso chiamata consultazione, può essere a pagamento e il suo costo può variare da 50 a 100 PLN.

Solo successivamente inizia la serie di trattamenti consigliati:

  1. Una singola sessione di elettroterapia, magnetoterapia, laserterapia o ultrasuoni - da PLN 20.
  2. Massaggio - 25-50 PLN a seconda della durata.
  3. Un tapis roulant ad acqua costa circa 20-30 PLN per una singola sessione.

Se contiamo quante ripetizioni dovrebbero essere fatte, l'importo finale potrebbe rivelarsi significativo e persino raggiungere diverse migliaia di zloty.

Certo, i prezzi sono molto diversi e dipendono dall'ufficio, quindi sottolineo ancora una volta di chiedere sul posto.

Riepilogo

Perché riabilitare un cane?

Il tempo di guarigione del paziente, in cui la riabilitazione deve aiutare, dipende da molti fattori individuali diversi, tenendo conto, ad esempio, dell'età o del tipo di malattia e delle capacità rigenerative dell'organismo.

Le azioni intraprese da noi sono progettate per accelerare questo processo, garantendo il massimo comfort nel processo di guarigione.

Di norma, gli animali collaborano volentieri con il terapeuta, il che è importante anche durante le procedure.

Sentono inconsciamente che i trattamenti effettuati portano loro sollievo, eliminano il dolore e migliorano le aree o gli arti malati.

Naturalmente, affinché sia ​​possibile il pieno successo, è necessaria una stretta collaborazione del titolare con la persona che esegue i trattamenti e seguendo le sue raccomandazioni.

La necessità di pazienza, costanza nell'azione, perseveranza e sicuramente i soldi che spendiamo e il tempo non andranno sprecati.

Perché, come scriveva Aristotele, "il movimento è vita", quindi facciamo di tutto per mantenere i nostri animali in forma il più a lungo possibile, che auguro a tutti voi.

Fonti utilizzate >>

Raccomandato
Lascia Il Tuo Commento