Principale » cane » Pastore dei Pirenei: natura e malattie [Medicina umida Małgorzata Miłosz

Pastore dei Pirenei: natura e malattie [Medicina umida Małgorzata Miłosz

Cani da pastore dei Pirenei Sono cani da pastore la cui storia non è stata ben descritta, quindi sappiamo poco dei loro antenati.

Cane da pastore dei Pirenei

È una razza francese, e i suoi rappresentanti, insieme ai cani da montagna dei Pirenei, da molti anni si occupavano principalmente del pascolo di bovini e ovini sulle pendici della catena montuosa dei Pirenei e lo fanno ancora oggi.

Inoltre, questi cani sono stati utilizzati durante la prima guerra mondiale per la consegna di messaggi e come cani paramedici. Il pastore dei Pirenei avrebbe accompagnato Bernadette Soubirous durante l'apparizione della Madonna a Lourdes nel 1858.

A causa delle differenze nell'aspetto, la FCI ha riconosciuto le varietà con diversa lunghezza del pelo come razze separate, da cui il cane da pastore dei Pirenei a pelo lungo (Berger des Pyrénées à poil long) e il muso liscio (Berger des Pyrénées a face rase).

L'allevamento di cani piccoli, agili e indipendenti della razza Pastore dei Pirenei non è ancora molto popolare in Polonia.

Secondo la classificazione FCI, il Pastore dei Pirenei appartiene al gruppo 1.

  • Cane da pastore dei Pirenei in natura
  • Che aspetto ha un cane pastore dei Pirenei?
  • Malattia del cane pastore dei Pirenei
    • Displasia dell'anca
    • Displasia del gomito
    • Dotto arterioso pervio di Botalla
    • Atrofia retinica progressiva (PRA)
    • Lussazione rotulea
  • Per chi il Pastore dei Pirenei sarà il cane perfetto?

Cane da pastore dei Pirenei in natura

Cane da pastore dei Pirenei in natura

Il Pastore dei Pirenei è principalmente un cane allegro e vivace che ha bisogno di molto esercizio per scaricare l'energia in eccesso accumulata in esso.

Ama tutti i tipi di attività all'aria aperta, preferibilmente quelle che svilupperanno anche le sue qualità mentali.

Con lui possiamo praticare con successo sport per cani, come il flyball, l'agility o il tracking, nonché correre nei boschi o fare lunghe escursioni in montagna.

Questi cani sono intelligenti e arguti, ma non facili da addestrare a causa della loro indipendenza.

Hanno bisogno di una guida di carattere forte, carismatica ed esperta che possa guadagnarsi la loro fiducia, rispetto e simpatia, altrimenti la formazione potrebbe non essere efficace.

Questi quadrupedi sono perfetti non solo nel lavoro pastorale, ma anche nella vita domestica. A loro piacciono i bambini e sono consigliati anche per le famiglie più numerose.

Sono leali e devoti ai loro proprietari e diffidenti nei confronti degli estranei, il che li rende buoni candidati per i custodi della nostra proprietà. Se allevati con altri animali domestici li accettano senza troppi problemi, anche se a loro piace condurre un gruppo, mentre quando hanno a che fare con cani sconosciuti possono essere meno amichevoli.

Un fattore importante che determina il futuro rapporto pacifico con il cane è la socializzazione precoce di un cucciolo di pastore dei Pirenei, che ridurrà l'eccessivo sospetto e renderà più facile per il cane orientarsi nel mondo circostante.

Che aspetto ha un cane pastore dei Pirenei?

Descrizione della razza

Il Pastore dei Pirenei è un cane di taglia media dalla forma rettangolare (cane da pastore a pelo lungo) o più quadrata (cane da pastore dalla bocca liscia).

Dimensioni e peso

L'altezza al garrese è:

  • per pastori maschi a pelo lungo 40-48 cm e femmine 38-46 cm,
  • per un cane da pastore maschio con muso liscio 40-54 cm e una femmina 40-52 cm.

Il peso corporeo di un individuo adulto varia tra 10 e 20 chilogrammi.

Descrizione della razza del cane da pastore dei Pirenei

L'aspetto del cane
CapoTriangolare con cranio appiattito con stop leggermente marcato e tumore occipitale, ricoperto di pelo corto e delicato del tipo a volto rase.
Il musoAngoloso, che si restringe verso il tartufo nero, leggermente più lungo per un pastore dalla bocca liscia.
Mucose e palatoNero pigmentato.
I dentiUna serie di denti forti incastonati in un morso a forbice.
OcchiA mandorla, marrone scuro, con occhi vigili, incorniciati da un bordo scuro delle palpebre.
OrecchieImpostati ravvicinati, corti, giranti a 2/3 della loro altezza.
ColloLungo e muscoloso, si trasforma in una schiena muscolosa.
GarreseBen segnato.
PettoModeratamente sviluppato con costole leggermente arcuate.
lombiLeggermente arcuato e la groppa obliqua.
CodaAttaccata bassa, mediamente lunga, portata leggermente sopra il dorso in azione, ricoperta di pelo più lungo che forma una piuma.
Arti pettoraliMagro e muscoloso, con metacarpo leggermente inclinato.
Arti pelviciBen angolato e forte.
zampeDi forma ovale, piatta, ricoperta di peli tra i cuscinetti.

Colore

Il pelo del pastore a pelo lungo è lungo o semilungo, leggermente ondulato o dritto, più abbondante sulla groppa e sulle cosce.

Il pelo sul muso è meno denso, ma più lungo e arruffato sulle guance e sui lati del muso.

Un cane da pastore dal muso liscio è mezzo lungo, il più lungo al collo e al garrese.

Forma frange sulle zampe anteriori e pantaloni sulle zampe posteriori.

Colore del cane:

  • fulvo con o senza pelo nero/bianco,
  • grigio con una mescolanza di capelli bianchi sulla testa, sul petto e sugli arti,
  • blu con macchie nere (arlecchino),
  • tigrato,
  • Nero,
  • nero con segni bianchi.

I colori a tinta unita sono preferiti.

Cura

L'intensità della cura per il pelo di un cane da pastore dei Pirenei dipende dalla lunghezza del pelo.

La varietà a pelo lungo richiede una spazzolatura più frequente per evitare che i capelli si aggroviglino e si aggroviglino. Nella varietà a bocca liscia, i capelli sono più corti e richiedono pettinatura più volte al mese.

I cani di questa razza perdono solo un po 'e noteremo più peli morti nella stagione del cambio del mantello per l'estate e l'inverno.

Controlliamo periodicamente la pulizia delle orecchie del cane, accorciamo gli artigli e facciamo il bagno al cane secondo necessità. Vale anche la pena abituare il cane a lavarsi i denti fin dai primi mesi, il che ridurrà significativamente la quantità di accumulo di placca.

Malattia del cane pastore dei Pirenei

Malattia del cane pastore dei Pirenei

Displasia dell'anca

La displasia dell'anca è una malattia degenerativa che, oltre alle tendenze ereditarie, è causata anche da vari fattori aggiuntivi, come ad es. alimentazione impropria del cucciolo o esercizio troppo faticoso eseguito durante il periodo di crescita scheletrica.

A causa dello squilibrio tra lo sviluppo dei tessuti molli e delle ossa, l'articolazione si rilassa e l'instabilità che ne deriva favorisce sublussazioni e infiammazioni croniche e, di conseguenza, alterazioni degenerative che si verificano nell'articolazione dell'anca.

La testa del femore è deformata e l'acetabolo dell'anca è reso poco profondo, il che disturba la meccanica dell'articolazione e il cane avverte dolore quando si muove.

I primi sintomi sono già presenti nei cuccioli di diversi mesi e comprendono principalmente:

  • riluttanza a muoversi,
  • sdraiarsi frequentemente e preferire sdraiarsi,
  • coniglio che salta,
  • atrofia muscolare degli arti posteriori,
  • dolore alle articolazioni dell'anca quando manipolato.

Per la diagnosi della MH sono necessari un colloquio, una visita ortopedica e una radiografia eseguita in sedazione per valutare il grado di avanzamento delle lesioni.

Nei cani di razza con predisposizione alla displasia dell'anca, le radiografie profilattiche vengono eseguite in giovane età, anche se non presentano nessuno dei suddetti sintomi.

I metodi di trattamento della displasia dipendono da molti fattori, in primo luogo l'età del cane e la gravità dei cambiamenti. Vengono utilizzati la gestione dietetica, la fisioterapia, i farmaci antinfiammatori e analgesici e il trattamento chirurgico.

Displasia del gomito

La displasia del gomito è una malattia ereditaria che si manifesta su uno o entrambi i lati.

Il termine comprende quattro sottounità:

  1. Ulnare accessorio non fissato (UAP).
  2. Frammentazione del processo coronarico mediale (FMCP).
  3. Osteocondrosi dell'epicondilo mediale dell'omero (DOC).
  4. Disadattamento articolare (INC).

I primi sintomi, ovvero zoppia, sollevamento dell'arto interessato, o gonfiore delle articolazioni del gomito, sono evidenti nei cuccioli intorno ai 6 mesi.

Per la diagnosi di displasia sono necessari i dati dell'anamnesi, dell'esame clinico e dei raggi X eseguiti in varie proiezioni.

La chirurgia è il trattamento di scelta. Il gold standard per DOC e FMCP è l'artroscopia.

Il trattamento conservativo sotto forma di restrizione del movimento e l'uso di antidolorifici raramente porta i risultati attesi.

Dotto arterioso pervio di Botalla

Il dotto arterioso pervio di Botalla è una delle malformazioni congenite. Il cosiddetto dotto arterioso Botalla collega l'aorta (l'arteria che trasporta il sangue ossigenato dal cuore) all'arteria polmonare (che trasporta il sangue non ossigenato ai polmoni) nella vita fetale dei mammiferi, e la sua pervietà permette la circolazione polmonare , che è inoperante nel feto da bypassare.

Poco dopo la nascita dell'animale, questo tubo si contrae a causa dell'aumento della pressione parziale dell'ossigeno nel sangue e il sangue inizia a fluire attraverso i polmoni.

Se non è chiuso, il cosiddetto. perdita sinistra-destra, con conseguente ipertensione polmonare e sovraccarico cardiaco.

Durante l'auscultazione di un cucciolo con questo difetto, si sente un caratteristico mormorio continuo chiamato soffio della macchina. L'unico metodo di trattamento è la chiusura chirurgica del dotto arterioso di Botalla.

Atrofia retinica progressiva (PRA)

PRA (Atrofia retinica progressiva), o atrofia retinica progressiva, è un termine che comprende un gruppo di malattie ereditarie, la cui caratteristica comune è la degenerazione delle cellule fotosensibili della retina nel tempo.

I cani con questa malattia perdono prima la capacità di vedere al tramonto, che i proprietari osservano come attività ridotta durante le passeggiate notturne e l'inciampo negli oggetti.

Con il progredire della malattia, con la degenerazione dei coni, anche durante il giorno la vista diventa compromessa e nel tempo porta alla cecità totale.

Per la diagnosi di PRA viene utilizzato un elettroretinografo, che permette di valutare la reazione dei fotorecettori retinici agli stimoli luminosi.

Sul mercato veterinario sono disponibili anche i test genetici per la PRA, grazie ai quali è possibile identificare i portatori del gene difettoso.

La PRA è una malattia incurabile.

Lussazione rotulea

La lussazione rotulea è lo spostamento della rotula sul lato laterale o mediale dell'articolazione del ginocchio, cioè cade fuori dalla "traccia" su cui si muove fisiologicamente.

Correttamente, la rotula è posta nel blocco femorale e collegata alla tuberosità tibiale da un legamento, che è un elemento del tendine del quadricipite.

Affinché l'articolazione del ginocchio si pieghi e si raddrizzi correttamente, tutti i suoi elementi devono essere allineati su un asse e, se questi requisiti non sono soddisfatti, la rotula viene tirata da un lato durante il movimento di raddrizzamento.

Il sintomo più comune riportato dai proprietari è la zoppia spontanea e transitoria. La gravità della lussazione è determinata su una scala a quattro punti:

  1. Assenza o raramente zoppia e perdita della rotula sotto pressione.
  2. Zoppia temporanea.
  3. Zoppia permanente - la rotula può essere regolata, ma cade spontaneamente.
  4. Zoppia permanente - la rotula è fuori dal blocco e non può essere regolata.

I casi lievi, cioè i casi di primo grado, possono essere trattati con tecniche fisioterapiche, ma una zoppia significativa richiede un intervento chirurgico.

Per chi il Pastore dei Pirenei sarà il cane perfetto?

Disposizione del pastore dei Pirenei

Il Pastore dei Pirenei, nonostante molti tratti caratteriali positivi, non è molto diffuso in Polonia ed è vano cercare nel nostro paese un allevamento che offra la vendita di cuccioli di questa razza.

È un peccato, perché questi cani sono molto versatili e sono adatti sia per il duro lavoro che per una vita familiare relativamente tranquilla.

Questi cani da pastore, a causa del loro grande temperamento e delle enormi quantità di energia, hanno bisogno di un proprietario attivo che trascorrerà del tempo all'aperto con loro.

A loro non piace essere lasciati soli a casa, quindi è improbabile che siano adatti a persone che lavorano a lungo. Devono costantemente avere qualcosa da fare e la frustrazione per la mancanza di ciò può esprimersi molto schiettamente attraverso le tendenze distruttive.

Con estranei e altri cani, sono sospettosi e non fanno amicizia molto rapidamente. Il loro padrone è il più importante per loro e possono camminare con lui tutto il giorno, cercando approvazione e incoraggiamento per impazzire.

In relazione ai bambini, possono anche essere eccessivamente protettivi, quindi quando i nostri figli giocano con i loro coetanei, dovremmo prestare maggiore attenzione al cane che sta anche osservando da vicino la situazione.

Ogni forma di addestramento e apprendimento è una buona occasione per stringere i legami che si formano tra il proprietario e il cane e permette di ottenere le migliori caratteristiche dal nostro animale domestico.

La socializzazione precoce e intensa nel caso dei pastori dei Pirenei è un elemento chiave nella loro educazione, quindi incontrarli nella loro giovinezza con il maggior numero possibile di nuove situazioni si tradurrà in una reazione più sensata ai vari eventi in futuro.

Che tipo di carattere per un cane pastore dei Pirenei?

Il Pastore dei Pirenei è una razza di cani molto intelligente ma testarda. Gli piacciono i bambini e gli altri animali purché sia ​​cresciuto con loro.

Di cosa soffrono più spesso i cani da pastore dei Pirenei??

I cani da pastore dei Pirenei sono predisposti a malattie come displasia, PRA, dotto Botalla pervio, lussazione rotulea.

Per chi il Pastore dei Pirenei sarà il cane perfetto?

Il Pastore dei Pirenei è un cane per una persona attiva che saprà dedicargli abbastanza tempo.

Fonti utilizzate >>

Raccomandato
Lascia Il Tuo Commento