Principale » altri animali » Incontinenza del cane: cause e cure [raccomandazioni del veterinario”,

Incontinenza del cane: cause e cure [raccomandazioni del veterinario”,

Incontinenza del cane

La defecazione è una funzione vitale molto importante. Nell'articolo // cowsierscipid.it / zapwarrzenie-pies / potresti leggere dei problemi associati alla stitichezza, cioè l'incapacità di evacuare regolarmente. Nell'articolo qui sotto mi concentrerò sul problema opposto, cioè su incontinenza del cane.

Lo stesso processo di defecazione, contrariamente alle apparenze, è piuttosto complicato.

Nei giovani cani (e gatti), nell'infanzia, la defecazione è un processo provocatorio: dopo l'alimentazione, la madre lecca l'addome e l'area anale, provocando la defecazione. Man mano che l'animale cresce, la defecazione diventa un processo controllato, regolato da diverse vie nervose.

Il contenuto intestinale viene costantemente, lentamente spostato verso l'ano da movimenti peristaltici. Le ultime sezioni dell'intestino crasso, cioè il colon discendente, il colon sigmoideo e il retto, possono espandersi se è impossibile far passare le feci (in caso di trabocco cronico del colon, la sua struttura può essere disturbata, con conseguente sviluppo di megacolon).

L'irritazione dei meccanocettori dell'ultima sezione dell'intestino crasso provoca una sensazione di bisogno di defecare - l'animale diventa irrequieto e, se insegnato a pulire a casa, dà intensi segni di voler fare una passeggiata.

  • Innervazione della zona anale
  • Sintomi clinici di incontinenza fecale
  • Cause di incontinenza fecale in un cane
  • Diagnostica
  • Come curare l'incontinenza fecale di un cane?
  • Come aiutare il tuo cane con l'incontinenza fecale?

Innervazione della zona anale

I muscoli dello sfintere anale esterno e interno sono coinvolti nel processo di defecazione.

L'innervazione simpatica (responsabile della contrazione dei muscoli sfinteri) di questi muscoli proviene dai nervi provenienti dai segmenti lombari del midollo spinale e dai nervi parasimpatici (responsabili del rilassamento degli sfinteri) - dai segmenti sacrali del il midollo spinale.

Sintomi clinici di incontinenza fecale

L'incontinenza fecale è il passaggio passivo, involontario e inconscio di feci. Il processo avviene senza la volontà o la consapevolezza dell'animale, il più delle volte durante lo sforzo fisico, il sonno o il rilassamento profondo.

Il cane non si accovaccia per defecare, non si osserva il lavoro della pressa addominale, le feci cadono involontariamente dall'ano.

L'animale è molto spesso sorpreso di aver defecato. Solitamente le feci che cadono dall'ano sono di piccolo volume, compatte e secche.

In un cane che soffre di incontinenza fecale, si può spesso osservare il cosiddetto "ano spalancato" - il rilassamento dei muscoli dello sfintere è evidente, è possibile osservare la mucosa rettale, ruotando leggermente verso l'esterno.

È essenziale distinguere tra defecazione inconscia e aumento della voglia di defecare, ad esempio nelle infezioni e nelle malattie del tratto gastrointestinale - quando i movimenti peristaltici sono aumentati e la frequenza di defecazione è aumentata, è spesso difficile per l'animale controllare lo sfintere ma rimane pienamente consapevole di defecare.

Cause di incontinenza fecale in un cane

Cause di incontinenza fecale in un cane

discopatia

La causa più comune di incontinenza fecale nei cani sono i problemi alla schiena, in particolare la discopatia sacrale o lombare.

Nel corso di questa malattia, il disco intervertebrale comprime il midollo spinale o i nervi che fuoriescono da un determinato segmento. Questo interrompe il flusso dell'impulso nervoso e l'animale non è in grado di controllare la defecazione.

Questa malattia si manifesta anche con altri disturbi:

  • disturbi della minzione,
  • paresi degli arti,
  • sensazione profonda disturbata,
  • difficoltà a muoversi.

I cani di razze condrodistrofiche (pechinese, bassotti, bulldog francesi), così come gli animali obesi o i cani anziani sono predisposti allo sviluppo della discopatia.

Sindrome della coda di cavallo

La sindrome della cauda equina, o stenosi degenerativa lombosacrale, causa una serie di sintomi clinici diversi, dalla paresi degli arti pelvici all'incontinenza fecale.

Questo disturbo è correlato alla pressione sul fascio nervoso nell'area dell'articolazione lombosacrale. Puoi leggere di più sulla sindrome della coda di cavallo nell'articolo: // cowsierscipiszczy.pl / konskiego-ogona-team /.

Lesioni alla colonna vertebrale

Eventuali lesioni alla colonna vertebrale possono anche influenzare la defecazione cosciente.

Si osserva soprattutto negli animali dopo incidenti stradali, a seguito dei quali viene interrotta la continuità della colonna vertebrale, in connessione con un'interruzione o una lesione del midollo spinale. I disturbi della conduzione nervosa possono causare una perdita del controllo degli sfinteri, anche se non sempre - a volte viene mantenuto il controllo residuo degli sfinteri, l'animale può segnalare il desiderio di defecare.

Disturbi anali

Non sono solo i disturbi della conduzione nervosa a far passare le feci incoscienti. I disturbi della defecazione possono verificarsi molto spesso con malattie anorettali complicate.

Un esempio è la foruncolosi rettale avanzata. Questa condizione è particolarmente comune nei pastori tedeschi. È una malattia ormone-dipendente: la castrazione all'età appropriata può impedire al cane di sviluppare la foruncolosi.

Come risultato di questa malattia, compaiono estese ferite e ulcere alle articolazioni mucocutanee intorno all'ano, spesso profonde e complicate dal punto di vista batterico. L'animale avverte un forte dolore all'ano, cerca di fermare la defecazione il più a lungo possibile.

C'è una riluttanza a mangiare, bere e qualsiasi attività.

Il cane reagisce molto nervosamente a un tentativo di sollevare la coda o toccare sfere dolorose.

C'è un danno costante ai tessuti, si possono notare focolai necrotici e, a causa dell'area circostante, si verificano molto spesso complicazioni batteriche. L'area intorno all'ano diventa una grande infiammazione.

A causa della progressiva degenerazione dei tessuti, le fibre muscolari dello sfintere esterno ed interno possono essere distrutte e, di conseguenza, può verificarsi incontinenza fecale.

Infezione delle ghiandole anali

Problemi di defecazione possono verificarsi anche durante complicate infezioni delle ghiandole anali.

L'eccessivo riempimento cronico provoca un aumento del desiderio di slittino ed è molto facile ferire l'ano e le ghiandole durante lo slittino, specialmente se sono pieni di contenuto duro e pastoso.

Una rottura della ghiandola anale, trascurata dal caregiver, può ulteriormente portare alla formazione di una fistola e danni meccanici all'ano. È abbastanza raro che la ghiandola sia completamente rotta e le feci passino attraverso il danno risultante, ma esiste una probabilità che ciò avvenga.

Dolore cronico

Il dolore cronico può anche influenzare la consapevolezza del movimento intestinale. Un animale che prova un disagio grave e costante può smettere di controllare la defecazione. Questo accade molto spesso con:

  • spondilosi,
  • grave displasia dell'anca,
  • deformità delle articolazioni del ginocchio.

Tumore

La malattia neoplastica avanzata che coinvolge l'osso o la formazione di un danno profondo può essere una fonte di dolore così grave che l'animale non controlla gli sfinteri.

Fatica

Inoltre, la paura, sentita molto forte da alcuni animali, può portare alla defecazione involontaria. Questo è particolarmente spesso osservato durante i fuochi d'artificio di Capodanno.

Età

Inoltre, le malattie neoplastiche possono rendere difficile la defecazione. La mancanza di controllo dello sfintere può colpire i cani anziani con tumori alla prostata.

Questi tumori crescono più spesso nelle direzioni craniale e dorsale, esercitando pressione sul manipolo. Le feci scaricate hanno una forma piatta e appiattita e possono essere scaricate sotto forma di un nastro stretto.

Nel periodo iniziale, la defecazione può essere notevolmente ostacolata - il cane deve fare molti sforzi per defecare. Tuttavia, man mano che la massa tumorale cresce, potrebbe verificarsi una graduale perdita di potenza sullo sfintere: il tumore inizia a comprimere i nervi che alimentano quest'area.

Le feci, schiacciate dai movimenti peristaltici attraverso la conseguente stenosi, possono fuoriuscire spontaneamente dall'ano senza la volontà dell'animale.

Vale anche la pena menzionare qui il linfoma intestinale. È una malattia che colpisce molto più spesso i gatti che i cani.

Come risultato della malattia, le cellule linfoidi proliferano, di cui grandi gruppi si trovano nell'intestino. La parete intestinale si ispessisce, i villi intestinali perdono la loro funzione, la peristaltica e il flusso degli impulsi nervosi sono disturbati.

Se la malattia colpisce l'area dell'intestino crasso, in particolare la sua parte terminale, può portare a disturbi nella defecazione: il contenuto non verrà spostato correttamente verso l'ano, potrebbe indugiare e cadere involontariamente, senza che l'animale ne sia consapevole di esso.

Le malattie congenite che causano l'incontinenza fecale derivano da disturbi nello sviluppo dell'ano

L'atresia anale, cioè la stenosi anale, la malformazione dello sfintere o l'apertura cieca della parte prossimale del retto sono difetti piuttosto rari negli animali.

Molto spesso vanno di pari passo con paralisi, criptorchidismo, difetti della colonna vertebrale o ostruzione intestinale. Le razze particolarmente predisposte a questo difetto sono:

  • Spitz finlandese,
  • Boston Terrier,
  • maltese,
  • chow nascondi,
  • barboncini toy,
  • Pointer tedesco a pelo corto.

L'atresia si manifesta più spesso con una maggiore urgenza dopo aver mangiato o addirittura senza movimenti intestinali.

Occasionalmente, l'accumulo di masse fecali può portare alla formazione di una fistola e alla perdita involontaria di feci attraverso il conseguente difetto dei tessuti cutanei.

La condizione viene solitamente diagnosticata nelle prime settimane di vita di un cucciolo.

In alcuni casi, si può tentare di ricostruire l'ano chirurgicamente, ma la procedura è associata ad un alto rischio di fallimento. Gli animali con un tale difetto non dovrebbero essere allevati.

ansie

Alcuni farmaci possono anche influenzare il passaggio involontario delle feci, sebbene nella maggior parte dei casi ciò sia dovuto all'uso di lubrificanti, o all'aumento del movimento peristaltico piuttosto che alla riduzione dell'innervazione o al disturbo del flusso degli impulsi nervosi. Esempi di farmaci che hanno questo effetto sono:

  • metoclopramide,
  • lattulosio,
  • oli vegetali.

Demenza

Anche la demenza è importante. Come dice il vecchio proverbio, "la vecchiaia del Creatore non ha avuto successo" - la demenza senile colpisce non solo gli esseri umani ma anche gli animali.

Un animale affetto da demenza ha problemi di orientamento nel tempo e nello spazio, spesso cammina senza meta e vocalizza. Un sintomo di demenza può anche essere la defecazione involontaria a casa, anche se l'animale è stato addestrato a pulire - il cane dimentica di defecare durante una passeggiata e una grande quantità di contenuto intestinale esercita una forte pressione sull'ano, che l'animale non può controllare.

Oltre alla defecazione involontaria, può verificarsi anche l'incontinenza urinaria.

Epilessia

La defecazione inconscia può verificarsi anche durante un attacco epilettico.

Immediatamente durante l'attacco, gli impulsi intensi vengono scaricati all'interno delle cellule nervose. L'effetto di ciò può essere una temporanea mancanza di controllo sullo sfintere, l'animale durante un attacco urina involontariamente e feci.

Narcosi

Inoltre, gli animali sotto anestesia non hanno alcun controllo sullo sfintere e spesso passano le feci involontariamente. I farmaci usati in anestesia provocano il rilassamento dei muscoli, compresi gli sfinteri. Con la conservazione simultanea dei movimenti peristaltici, potrebbe esserci una defecazione involontaria.

Incontinenza fecale iatrogena

Sfortunatamente, alcuni interventi chirurgici nella zona anale possono causare incontinenza fecale iatrogena.

Ci sono malattie che richiedono misure radicali, ad esempio, in caso di foruncolosi anale avanzata, resistente al trattamento farmacologico, si consiglia di rimuovere i tessuti più danneggiati. Inoltre, la rimozione delle ghiandole anali, specialmente quelle malate o cancerose, comporta il rischio di incontinenza fecale (circa il 10% di possibilità).

Si ritiene che l'asportazione di più del 30% della massa dello sfintere anale esterno possa causare incontinenza fecale in circa il 4-10% dei cani operati, pertanto tali procedure vengono sempre eseguite solo se vi è una chiara indicazione medica.

Diagnostica

Per diagnosticare un cane che l'ha avuto incontinenza fecale, vale la pena fare qualche ricerca. Prima di tutto, devi assicurarti che si tratti effettivamente di un problema di incontinenza fecale e non troppo poco camminare o una dieta inadeguata che causa un aumento delle feci.

La diagnosi dovrebbe iniziare assicurandosi che la conduzione nervosa intorno all'ano sia mantenuta.

L'esame clinico di base può rivelare disturbi della conduzione nel perineo e nell'ano. Il riflesso perineale è la contrazione della pelle, tirandola all'indietro, durante lo stimolo. Tale stimolo può essere, ad esempio, il tocco di una pinza fredda.

Vale anche la pena assicurarsi che la sensazione agli arti sia preservata, che i riflessi di base (ritiro, sensazione profonda, riflesso del ginocchio, riflesso del tendine di Achille) siano espressi correttamente.

Un'altra ricerca che vale la pena fare è l'imaging.

La base dovrebbe essere quella di eseguire una radiografia della colonna lombare e sacrale per assicurarsi che non vi siano deformità ossee in quest'area.

Spondilosi, compressione delle vertebre, deformazione dei dischi o spostamento dei dischi possono essere visti nella foto correttamente posizionata. Nei casi dubbi, vale la pena eseguire ulteriori test, risonanza magnetica o tomografia per ottenere un'immagine più accurata dei cambiamenti.

Vale sempre la pena fare un esame del sangue, un esame emocromocitometrico completo, biochimica e uno ionogramma di base. Questi sono semplici segnali che forniscono molte informazioni sulla salute dell'animale.

L'esame ecografico è anche molto prezioso nel processo di diagnosi di un cane con incontinenza fecale. Grazie ad esso, è possibile determinare se ci sono stati cambiamenti nella struttura dell'intestino o se ci sono cambiamenti iperplastici nella cavità addominale, indicando un processo canceroso, vale anche la pena determinare la frequenza dei movimenti peristaltici e il spessore della parete intestinale. Il test è indolore e molto spesso può essere eseguito senza premedicazione dell'animale.

Si raccomanda un esame elettromiografico (EMG) per assicurarsi che la conduzione nervosa sia normale.

Grazie ad esso, è possibile determinare se ci sono potenziali di fibrillazione in una data parte dei muscoli o no. Un'immagine EMG anormale indica una forte pressione sui nervi che forniscono un dato muscolo.

È interessante notare che i cambiamenti nell'immagine EMG possono essere evidenti anche prima dell'inizio dei sintomi clinici. Questo test è molto utile nella diagnosi della sindrome della cauda equina, che può includere anche l'incontinenza fecale.

Come curare l'incontinenza fecale di un cane?

Come curare l'incontinenza fecale di un cane?

Prima di attuare qualsiasi trattamento, è necessario stabilire la causa dell'insorgenza di disturbi della defecazione. Come puoi vedere, ci possono essere molte ragioni, significativamente diverse l'una dall'altra. Il trattamento è diverso in ogni caso.

Il metodo di terapia più comune in caso di alterazioni dei dischi intervertebrali è l'intervento chirurgico. Solo la rimozione del disco deformato dal canale spinale può ripristinare il corretto flusso degli impulsi nervosi.

I metodi conservativi, come la somministrazione di farmaci antinfiammatori, la restrizione del movimento e la fisioterapia appropriata, potrebbero non essere sufficienti e l'effetto che ottengono potrebbe rivelarsi instabile, la malattia tornerà entro poche settimane o mesi.

Quando le lesioni appaiono simili alla foruncolosi rettale, devono essere utilizzati farmaci sistemici per ridurre la gravità delle lesioni - antibiotici ad ampio spettro per limitare l'infezione (ad es. amoxicillina/acido clavulanico, enrofloxacina, metronidazolo), antidolorifici, immunosoppressori (ciclosporina) o farmaci steroidei.

È necessario ricordare l'igiene speciale dei luoghi interessati dal foruncolo: l'area dell'ano deve essere lavata e disinfettata con agenti blandi dopo ogni defecazione. Una terapia simile dovrebbe essere usata nel caso di una fistola dalle ghiandole anali.

Il trattamento dell'atresia anale prevede la ricostruzione chirurgica dei tessuti rettali, in modo che non si verifichino fistole e perdita spontanea di feci. Come ho detto, l'operazione comporta il rischio di fallimento, ma è l'unica possibilità di una vita normale per gli animali con questo difetto.

In caso di defecazione inconscia causata da demenza, vale la pena implementare preparati che migliorano la conduzione nervosa. La galantamina, utilizzata in dosi appropriate, influisce in modo significativo sulla contrattilità dei muscoli, è consigliata, ad esempio, in caso di atonia vescicale o disturbi della conduzione nervosa.

Si ritiene che l'apporto di vitamine del gruppo B migliori anche significativamente il flusso degli impulsi nervosi. Entrambi questi preparati sono raccomandati per l'uso in animali con demenza e paresi, ma non devono essere somministrati se l'animale soffre di cancro.

Le malattie neoplastiche richiedono l'attuazione di un adeguato tipo di terapia, sulla base dei risultati dell'esame istopatologico. L'intervento chirurgico è spesso utile, anche per ridurre la massa del tumore e alleviare la pressione sulle strutture circostanti. La chemioterapia o la terapia metronomica opportunamente selezionate possono anche migliorare significativamente la qualità della vita del tuo animale domestico e ridurre la frequenza degli episodi di incontinenza fecale.

Importante anche la fisioterapia, soprattutto in caso di degenerazioni e lesioni meccaniche della colonna vertebrale. Trattamenti opportunamente selezionati ridurranno il dolore e ridurranno il disagio dell'animale, il che può contribuire ad aumentare il controllo dello sfintere.

Se selezionati e consigliati da un veterinario, la terapia laser o la magnetoterapia possono aumentare la gamma di conduzione nervosa. Va comunque ricordato che la presenza di patologie neoplastiche è una controindicazione assoluta all'utilizzo di questi trattamenti.

Come aiutare il tuo cane con l'incontinenza fecale?

pannolini per cani

Una volta determinata la causa della mancanza di controllo sugli sfinteri e avviato un trattamento appropriato, sii paziente. La maggior parte dei farmaci richiede un certo periodo di tempo per osservare il loro effetto. È importante somministrare regolarmente i preparati consigliati dal medico curante, in dosi adeguate al peso e alle condizioni dell'animale.

Prima di tutto, un animale che non ha il controllo sulla defecazione non dovrebbe essere disciplinato o punito. Non è colpa dell'animale! Gridare e disciplinare possono causare disturbi comportamentali, manifestati dalla coprofagia - l'animale vorrà rimuovere da solo l'evidenza "colpa" per evitare possibili punizioni. Vale la pena stendere in casa delle fodere igieniche, per ogni evenienza, per consentire al cane di defecare in luoghi designati in caso di forte bisogno.

Se l'incontinenza si verifica frequentemente, prendi in considerazione l'uso di un pannolino per cani delle dimensioni e della forma corrette con un taglio della coda. Particolare attenzione dovrebbe essere prestata ai pannolini maschili: l'elastico non deve danneggiare o irritare il prepuzio. I pannolini devono essere cambiati abbastanza frequentemente per prevenire irritazioni o ulcere da pressione.

Cani che soffrono di incontinenza fecale, dovrebbero essere consentite passeggiate sufficienti per consentire i movimenti intestinali.

Se l'animale soffre di paresi, vale la pena munirsi di un'apposita imbracatura che sostenga la zona lombare in modo che la passeggiata sia possibile.

Dovresti anche monitorare sempre i movimenti intestinali del tuo animale domestico. Contrariamente alle apparenze, l'incontinenza fecale può indicare l'impossibilità della sua fisiologica escrezione - il contenuto accumulato nel colon cade spontaneamente. Nel caso in cui si osservi una quantità molto piccola di feci, è consigliabile consultare il veterinario e assicurarsi che non si sviluppino megacolon.

Fonti utilizzate >>

Raccomandato
Lascia Il Tuo Commento