Principale » cane » Un posto per un gatto in appartamento: come organizzarlo [consigli comportamentisti”,

Un posto per un gatto in appartamento: come organizzarlo [consigli comportamentisti”,

Posto per il gatto nell'appartamento

Attualmente, si stima che i gatti siano gli animali domestici più numerosi e il loro numero sia persino maggiore dei cani! I gatti ci accompagnano ogni giorno, li incontriamo spesso sulla nostra strada, ma spesso sappiamo ancora poco di questa specie. Sai come fornire al tuo gatto uno spazio adeguato per vivere nel tuo appartamento? Forse andrebbe arricchito con qualche elemento? Cosa dovrebbe esserci nel territorio del gatto e come fornirlo? Continua a leggere per scoprire come creare il giusto ambiente di vita per il tuo piccolo, non importa se vive in appartamento o in casa.

In questo articolo mi concentro principalmente sui gatti indoor che vivono con noi nei nostri appartamenti e escono solo in condizioni controllate, ad esempio per le passeggiate. Ovviamente consiglio di introdurre i seguenti suggerimenti su come arricchire l'ambiente di vita di un gatto a tutti i detentori di gatti, compresi i gatti che escono liberamente. Per questi animali la loro casa, cioè il luogo dove ricevono cibo, hanno riparo e i loro familiari, è il centro stesso del territorio e il suo luogo più importante. Pertanto, vale anche la pena assicurarsi che sia il più organizzato possibile.

  • Cosa sappiamo del passato felino?
  • Esigenze naturali del gatto
  • Arricchire l'ambiente
  • Divertimento adeguato
  • Spazi disponibili a diverse altezze e passaggi
  • Rifugio per gatti e luoghi di riposo
  • Dare da mangiare al gatto
  • Segnare il territorio
  • Legame con il guardiano
  • Numero e qualità sufficienti di lettiere
  • Variabilità ambientale
  • Accesso al balcone e passeggiate

Cosa sappiamo del passato felino?

Per sapere quali sono i bisogni naturali dei nostri gatti, vale la pena di approfondire prima la storia della loro origine. Com'è successo che questi animali selvatici un tempo vivevano nei nostri appartamenti e nelle nostre case?? Si ritiene che i nostri gatti domestici (latino. Felis silvestris catus) è un discendente del gatto nubiano (latino. Felis sylvestris lybica). Dobbiamo tornare indietro a molte migliaia di anni fa. Durante questo periodo, le persone iniziarono a creare insediamenti e granai con scorte di cibo. Alcuni dei gatti nubiani trovarono l'opportunità di cacciare i roditori, che spesso saccheggiavano i granai, e quindi iniziarono ad avvicinarsi alle persone viventi. Questi gatti avevano una grande base alimentare sotto forma di roditori e il vantaggio di ripararsi in un granaio. Inoltre, a causa della vicinanza delle persone, anche la minaccia di un attacco di predatori era molto più bassa. Le persone non erano disturbate dai gatti e li vedevano persino come alleati nella lotta contro i roditori, quindi tolleravano la loro presenza. Così, si è verificato il fenomeno dell'addomesticamento del gatto, che si stima sia avvenuto circa 9.500 anni fa. È interessante notare, tuttavia, che a differenza dei cani, i gatti non sono diventati così dipendenti dagli umani. Si crede comunemente che se l'umanità scomparisse improvvisamente dalla faccia della terra, i cani morirebbero con noi, mentre i gatti se la caverebbero in un ambiente del genere. I gatti possono sopravvivere senza l'aiuto dell'uomo, perché hanno ancora un forte istinto di caccia e meccanismi di difesa di fronte a minacce alla salute o alla vita. I nostri gatti hanno ancora molto in comune con i loro antenati selvaggi.

Esigenze naturali del gatto

Esigenze naturali del gatto

I gatti sono predatori territoriali. Ciò significa che hanno il loro spazio dove soddisfare tutti i bisogni della vita e difenderlo attivamente contro gli altri individui. I bisogni di vita soddisfatti sono il sonno, il riposo, la caccia, il gioco o i luoghi di raccolta del cibo. I detentori del record felino hanno territori di oltre 150 ettari! I gatti di periferia o di città in genere hanno territori di circa 1 ettaro e il raggio del territorio è tipicamente di 600-1000 metri. Il gatto da interno invece, cioè quello che vive in appartamento, necessita di un territorio di circa 200 mq. Questo significa che non possiamo avere un gatto in un appartamento con una superficie più piccola?? Certo che possiamo! È raro che un appartamento abbia una superficie così ampia, ma fortunatamente non solo la grandezza di questa zona è importante, ma soprattutto la sua qualità. Inoltre, l'area del nostro appartamento può essere ampliata costruendo vie di comunicazione in altezza e condividendo lo spazio a varie altre altezze, ad es. allarghiamo anche l'area con oggetti posizionati verticalmente.

Arricchire l'ambiente

I gatti, in particolare i gatti da casa, hanno molti bisogni naturali che devono soddisfare per avere un buon umore e sentirsi bene in un determinato ambiente. I gatti in uscita possono cacciare attivamente e soddisfare i loro bisogni all'esterno, ma vale comunque la pena arricchire il nucleo del loro territorio, che è l'elemento più importante per loro. La diversificazione dell'ambiente di vita del gatto mira a creare le condizioni per il nostro animale domestico in cui sarà in grado di presentare tutti i modelli di comportamento naturali. Tale arricchimento dell'ambiente previene l'insorgere di problemi comportamentali e può addirittura essere un elemento estremamente importante nel trattamento dei disturbi comportamentali consigliato dal comportamentista. Continua a leggere per scoprire come creare l'ambiente di vita giusto per il tuo mentee.

Divertimento adeguato

Uno degli elementi più importanti che spesso dimentichiamo è il gioco del gatto. A volte ci sembra che il gatto stia rincorrendo la palla da solo oppure accendiamo per un attimo il laser e questo basta ai nostri gatti domestici. Sfortunatamente, questo è un equivoco. I gatti, come predatori, hanno bisogno di cacciare, quindi è meglio fornirgli tale "caccia " sotto forma di gioco. In questo modo, stimoliamo l'istinto di caccia del gatto e, attraverso una caccia di successo, miglioriamo direttamente il benessere del gatto. Se vuoi saperne di più sui giochi di gatti, ti invito a leggere l'articolo "Giocare con i gatti: perché dovremmo giocare con i nostri gatti ". Di seguito, descrivo brevemente gli aspetti più importanti del gioco con i gatti.

  • I giochi dovrebbero essere intensi ma brevi. Non far sussultare il tuo gatto: questi animali non sono fatti per questo. Il gioco dovrebbe durare fino a dieci minuti.
  • Mentre giochiamo a caccia con i gatti, il nostro obiettivo è indurre il gatto a presentare tutti gli elementi del comportamento di caccia che i gatti presentano nel loro ambiente naturale. Non concentrarti solo sull'inseguimento stesso, cerca di incoraggiare il gatto a rintracciare il giocattolo in anticipo, avvicinarti di soppiatto e finalmente avere l'opportunità di mangiare (non un giocattolo, ovviamente, solo un bocconcino o cibo).
  • La caccia dovrebbe avere successo, cioè lasciare che il gatto dia la caccia alla preda. Il successo della caccia viene stimolato terminandolo prendendo di mira o fornendo altro cibo per dare al gatto un senso di successo.
  • Scegli l'ora giusta della giornata: i gatti giocano più spesso al mattino e alla sera. Svegliandosi da un pisolino durante il giorno, il gatto raramente ha voglia di divertirsi.
  • Scegli il giocattolo giusto. Consiglio di più un giocattolo a bastoncino, ma puoi usare molti altri giocattoli disponibili sul mercato o realizzarli da solo. I gatti preferiscono i giocattoli che assomigliano alle loro vittime naturali, quindi considero un topo o delle piume su un'asta come l'idea migliore.
  • Ricordati di scambiare i giocattoli, i gatti si annoiano rapidamente, quindi forniscine di nuovi, nascondi quelli vecchi e portali fuori tra un po'.

Spazi disponibili a diverse altezze e passaggi

I gatti sono i cosiddetti animali semi-arboricoli. Come i loro stretti cugini selvatici, come gatti selvatici, linci e puma, trascorrono molto tempo in luoghi molto al di sopra del suolo. L'accesso a tali luoghi è possibile grazie alla loro biologia corporea, ovvero eccezionale capacità di salto, agilità e artigli che consentono l'arrampicata. Grazie alla disponibilità di tali luoghi, il gatto ha un senso di sicurezza e può osservare cosa succede intorno. In condizioni naturali, il gatto si arrampica istintivamente sull'oggetto più vicino che incontra, che può arrampicarsi in alto e sentirsi più sicuro. Pertanto, è estremamente importante che abbia anche una tale opzione nel nostro appartamento, soprattutto se altri gatti, cani o bambini vivono insieme. Alberi, scaffali, piattaforme o mobili per gatti, su cui l'animale può camminare, funzionano molto bene. È molto vantaggioso anche organizzare le cosiddette "passerelle", cioè vie di comunicazione che consentono di attraversare le stanze ad una certa altezza. Grazie a questo, il nostro gatto può, ad esempio, evitare il cane che gioca o i bambini che corrono senza dover scendere a terra. È importante non forzare e non tirare i gatti fuori da tali percorsi, perché forniscono un senso di sicurezza e migliorano la fiducia in se stessi, e portare un gatto fuori dalla sua tana non sarà considerato efficace. Tali nascondigli e passaggi sono utili anche quando il nostro gatto ha problemi a entrare in contatto con gli ospiti a casa: l'osservazione da un luogo sicuro ci consente di abituarci agli estranei senza la necessità di un contatto diretto con loro.

Rifugio per gatti e luoghi di riposo

Rifugio per gatti e luoghi di riposo

I nostri gatti riposano la maggior parte della giornata. Si ritiene che i gatti possano essere attivi solo 4-6 ore al giorno e riposare il resto del tempo. Tale comportamento è il più naturale per i predatori e le nostre fusa vanno all'ordine dei mammiferi predatori. È molto importante fornire al tuo gatto luoghi di riparo e riposo adeguati. Idealmente, questi dovrebbero essere luoghi appartati e bui dove il gatto può nascondersi e nascondersi alla vista degli altri membri della famiglia. I gatti usano spesso molti posti diversi, quindi vale la pena prendersi cura di più di uno di questi posti. Di solito questi animali preferiscono rilassarsi da soli, anche se non è una regola. Ai gatti piacciono vari tipi di cabine o scatole, ma possono anche essere armadi o guardaroba. Guardati intorno nel tuo appartamento, forse non ti rendi nemmeno conto che sei in grado di fornire al tuo residente un posto in più per riposare, forse basta spostare l'anta dell'armadio?

Dare da mangiare al gatto

Dare da mangiare al gatto

Il cibo è una delle risorse più importanti del gatto. La posizione giusta per servire i pasti e il loro numero è molto importante. I gatti dovrebbero mangiare un minimo di quattro pasti al giorno, ma possono anche mangiare di più. Si stima che i gatti a vita libera mangino fino a dodici pasti al giorno. Se hai più di un gatto in casa, è meglio dare da mangiare al tuo gatto separatamente: in ciotole separate o in momenti diversi. Naturalmente i gatti non sono adatti a mangiare in compagnia. Anche l'alimentazione interattiva, cioè dai giocattoli da cui il gatto deve prendere il cibo, funziona alla grande.

Segnare il territorio

Come ho detto, i gatti sono animali territoriali. Di conseguenza, i confini del territorio sono chiaramente segnati e pattugliati. I gatti in uscita segnano i confini e rinfrescano le tracce, informando contemporaneamente gli altri animali di non avvicinarsi alla zona. I gatti marcano il loro territorio con odori sotto forma di urina, feci, fragranze della zona circostante, ad esempio le guance, e visivamente sotto forma di segni di artigli. Questi comportamenti sono naturali per i gatti, e anche i gatti che non sono mai usciti di casa (senza contare le visite dal veterinario, ovviamente) hanno anche un forte istinto territoriale. Pertanto, dovresti fornire al tuo gatto luoghi che possa graffiare liberamente e contrassegnare il suo territorio in un modo che sia accettabile per noi, e non, ad esempio, il nostro divano in pelle. Speciali tiragraffi, che possono essere verticali o orizzontali, tiragraffi o scatole di cartone, funzionano bene in questo ruolo. Dovrebbero essere posizionati in molti luoghi, compreso l'ingresso della casa e l'area di riposo.

Legame con il guardiano

Legame con il guardiano

Il legame con il conduttore è un altro aspetto importante della vita del gatto. Certo, non tutti i gatti sono coccolosi, ci sono anche quelli a cui non piace sdraiarsi sulle nostre ginocchia e sono più indipendenti. Ciò non significa, tuttavia, che non puoi migliorare la tua relazione. Questi sono rafforzati non solo dalle carezze, ma anche dall'alimentazione e dai giochi che stimolano i giochi di caccia. Devi sapere che la credenza popolare secondo cui i gatti sono più attaccati ai luoghi che alle persone è un mito. Sì, sono territoriali, ma i rapporti con gli umani sono estremamente importanti per i nostri gatti domestici.

Numero e qualità sufficienti di lettiere

Lettiera per gatti chiusa

Uno degli aspetti più importanti è anche l'accesso alle lettiere. La lettiera per gatti deve essere facilmente accessibile, ma allo stesso tempo situata in un luogo tranquillo, lontano dal trambusto o da dispositivi rumorosi. La regola generale per il numero di lettiere è il numero di gatti + uno in più, cioè se abbiamo tre gatti in casa, dovremmo fornire loro quattro lettiere.

Variabilità ambientale

Fornisci una varietà dell'ambiente in cui vive il tuo mentee. Ricorda di ruotare i giocattoli poiché i gatti si annoiano molto rapidamente. Fornisci nuovi elementi per l'esplorazione e l'apprendimento, come scatole di cartone e sacchetti di carta, in cui anche i gatti possono saltare. Ottimi anche i giocattoli interattivi, cioè quelli da cui il gatto deve estrarre pezzi di cibo con la zampa. Questo rende divertente l'alimentazione, soddisfacendo le esigenze di caccia e prevenendo la noia. Anche i giocattoli fai-da-te e varie sfide, come la costruzione di tunnel di cartone, funzionano molto bene.

Accesso al balcone e passeggiate

Gatti sul balcone

Possiamo anche arricchire l'ambiente fornendo al gatto l'accesso ad un balcone o terrazzo. Ovviamente il balcone deve essere adeguatamente protetto con una rete. Ai gatti piace usare molto spesso i balconi, osservando l'ambiente esterno. Vale anche la pena fornire una sorta di giardino su di esso, piantando erba in vasi, alberi o arbusti su di esso. Certo, assicurati che queste piante siano sicure per il tuo gatto!

Puoi anche provare a portare il tuo gatto a fare una passeggiata in condizioni controllate, ad esempio su pettorine e guinzagli. Una tale restrizione di libertà, tuttavia, per i gatti può essere abbastanza difficile da accettare, quindi se il tuo gatto diventa insensibile e scappa alla sola vista dell'imbracatura, non portarlo a spasso con la forza.

Ricorda che i gatti sono territoriali e si sentono più al sicuro in un ambiente familiare. Pertanto, a differenza dei cani, le gite in posti nuovi, ad esempio tra amici o in un appezzamento di terreno, non sono sempre una buona idea. I gatti possono perdere il senso di sicurezza perché, ad esempio, in una casa di campagna, si ritroveranno nel territorio di un altro gatto, con il quale potrebbero avere molte discussioni e dopo essere tornato a casa, il gatto potrebbe anche sentirsi meno sicuro di sé. prima.

Ti incoraggio vivamente a dare un'occhiata all'ambiente del tuo gatto. Forse puoi arricchirli? Forse è sufficiente appendere un ripiano aggiuntivo per creare un intero percorso di comunicazione del gatto? Fornire un ambiente ottimale per il tuo gatto è sia una profilassi che un elemento frequente delle terapie comportamentali, quindi indipendentemente dalla situazione, vale la pena cercare di fornire il miglior ambiente di vita per i nostri gatti.

Fonti utilizzate >>

Raccomandato
Lascia Il Tuo Commento