Principale » altri animali » Necrosi cutanea in un cane: sintomi e trattamento [Medicina umida Katarzyna Hołownia

Necrosi cutanea in un cane: sintomi e trattamento [Medicina umida Katarzyna Hołownia

Necrosi cutanea in un cane

Tutte le cellule del corpo degli animali e dell'uomo sono programmate per una vita specifica. Trascorso questo tempo, la cellula perde la sua funzionalità e muore, e spesso viene sostituita da altre cellule ben funzionanti (è il caso, ad esempio, della pelle).

A volte, però, capita che la morte delle cellule avvenga in modo imprevisto e non completamente controllato, il che è una grande sorpresa per l'organismo. Il meccanismo di difesa è la separazione del tessuto morto dal resto del corpo, la formazione di una forte infiammazione o la contrazione dei vasi sanguigni nell'area irrorata.

Morte di un pezzo di tessuto è chiamato necrosi. Può accadere in molti organi, tuttavia, nel seguente articolo, mi concentrerò sulla necrosi cutanea.

Cos'è esattamente la necrosi?? Come succede? Quali sono le opzioni per il trattamento della pelle necrotica?? Proverò a rispondere a queste domande.

  • Cos'è la necrosi del cane e come si verifica?
  • Tipi di alterazioni necrotiche in un cane
    • Necrosi trombotica
    • Necrosi del formaggio
    • Necrosi
    • Necrosi asettica
  • Cosa può essere causato dalla necrosi cutanea?
  • Segni di necrosi cutanea in un cane
    • Come prestare il primo soccorso a un cane con necrosi cutanea
  • Trattamento della necrosi cutanea in un cane
  • Medicazioni per la guarigione delle lesioni necrotiche
  • È possibile prevenire la necrosi cutanea??

Cos'è la necrosi del cane e come si verifica?

Per definizione enciclopedica, necrosi è un insieme di cambiamenti che avvengono in una cellula morta che è ancora viva. In altre parole, è una graduale decomposizione di una cellula morta, la sua deformazione e la diffusione di tutto il suo contenuto (tutti gli organelli cellulari, gli enzimi) al di fuori della cellula, che provoca una grave infiammazione nei tessuti circostanti.

È un processo che provoca una forte risposta dalle cellule sane rimanenti.

La causa della necrosi nella maggior parte dei casi è un fattore esterno e può essere, ad esempio, attività batterica, fungina, ipossia tissutale o ischemia - tutti fattori che possono causare in qualche modo danni alle cellule, indipendentemente dalla volontà dell'intero organismo.

La necrosi va distinta dall'apoptosi, che è il processo naturale e programmato di morte di cellule già esaurite o che hanno perso la loro funzionalità. L'apoptosi è indipendente, controllata e pianificata.

Tipi di alterazioni necrotiche in un cane

Come ho detto, la necrosi è solitamente causata da qualche fattore esterno. Esistono diversi tipi di lesioni necrotiche, a seconda della causa della loro formazione e dell'aspetto della massa necrotica stessa. Questi sono:

Necrosi trombotica

Succede quando un coagulo di sangue chiude un vaso sanguigno che irrora una determinata area del corpo.

L'ipossia dei tessuti porta alla loro morte: le cellule entrano prima nel metabolismo anaerobico, producono grandi quantità di acido lattico, che, in assenza di un'adeguata ossigenazione in un secondo momento, è tossico. Tuttavia, con una continua carenza di ossigeno, le cellule muoiono gradualmente.

Clinicamente, si può osservare un quadro piuttosto interessante: i tessuti coperti da questo tipo di necrosi sono gonfi, come gonfi e piuttosto acquosi. La necrosi trombotica colpisce piuttosto raramente la pelle, il più delle volte si trova negli organi interni (reni, ghiandole surrenali, cuore).

Necrosi del formaggio

È un sintomo caratteristico di malattie come la sifilide o la tubercolosi.

Anche qui le cellule muoiono e questo tipo di disintegrazione dei tessuti si applica alle aree con scarso apporto di sangue. Le lesioni necrotiche assomigliano alla ricotta, sono piuttosto sciolte, gli elementi giallastri sono evidenti, leggermente trascinanti.

Raramente colpiscono la pelle, sebbene ci siano situazioni in cui possono verificarsi sulle coperture esterne del corpo (ad esempio, nel corso della sifilide nei conigli).

Necrosi

Questo tipo di rottura dei tessuti avviene attraverso l'attività di batteri o funghi e le loro tossine ed enzimi che hanno un effetto tossico sulle cellule, causandone la morte. Le cellule morte vengono digerite, trasformandosi in uno scarico fluido, giallo crema e fluido.

Più spesso colpisce gli organi parenchimali, il fegato, il tessuto nervoso, ma si può trovare anche nella pelle in caso di complicanze della ferita batterica.

Necrosi asettica

La necrosi asettica si verifica in assenza di batteri. Un esempio di questo tipo di necrosi è la malattia delle clavicole di Pethers, di cui puoi leggere nell'articolo:.it / malattia-legg-vitello-perthesa /

Cosa può essere causato dalla necrosi cutanea?

La necrosi cutanea nei cani è più spesso causata dall'attività batterica nelle ferite.

Lo sviluppo della necrosi può verificarsi dopo aver morso, soprattutto se il tutore dell'animale non nota rapidamente le ferite sul corpo dell'animale. Le ferite da morso di animali con denti sottili e lunghi, come gatti o roditori, sono particolarmente pericolose.

La pelle danneggiata guarisce rapidamente e i batteri introdotti sotto di essa hanno la possibilità di sviluppare un'infiammazione, che può causare focolai purulenti e successiva necrosi. In caso di morsi massicci con parziale distacco di tessuti, può verificarsi anche necrosi.

La necrosi cutanea può verificarsi in caso di trombosi, quando gruppi di cellule bloccano il lume dei vasi sanguigni che irrorano la pelle.

La necrosi può svilupparsi nell'area di una ferita postoperatoria, quando non è adeguatamente protetta dall'animale - l'accesso di batteri contenuti nella saliva può causare lo sviluppo di infiammazione e necrosi locale di questa parte del corpo.

La necrosi può anche svilupparsi come conseguenza dell'uremia - nel caso di un aumento del livello di urea nel sangue circolante, possono verificarsi irritazione e ustioni delle mucose e lo sviluppo di alterazioni necrotiche sulla lingua, mucosa delle guance, labbra e lo specchio del naso può verificarsi.

Ustioni o congelamenti sono cause comuni di necrosi. È molto facile trascurare un'ustione in un cane, specialmente nelle razze che hanno un pelo lungo. È interessante notare che lo stimolo termico non deve essere molto intenso: ustioni cutanee e conseguenti alterazioni necrotiche possono anche essere causati da una borsa dell'acqua calda o da un tappetino riscaldante su cui il cane giace troppo a lungo.

La necrosi può comparire nell'area dei tumori neoplastici - molto spesso nel caso di lesioni estese e voluminose, la pelle è molto tesa e non sufficientemente irrorata di sangue a causa della pressione. Potrebbe esserci necrosi sulla pelle che ricopre il tumore, danneggiandolo e rompendo le lesioni.

La necrosi cutanea causata da ulcere da pressione è una situazione particolarmente pericolosa.

Questo tipo di malattia colpisce principalmente gli animali con paresi, che hanno problemi di mobilità, rimangono a lungo in una posizione.

Lo sfregamento, che si trova spesso in questo gruppo di animali, predispone anche alla necrosi cutanea. Disturbi sensoriali nell'area degli arti pelvici e una scarsa irrorazione sanguigna in quest'area predispongono a danni alla pelle.

Nell'uomo, il diabete predispone alla necrosi cutanea. Le lesioni necrotiche tipiche sono piuttosto rare nei cani, ma questa malattia impedisce decisamente la corretta guarigione dei tessuti e qualsiasi taglio può trasformarsi in un focolaio di necrosi.

Segni di necrosi cutanea in un cane

Il primo sintomo che solitamente preoccupa il caregiver è l'eccessivo interesse per la zona interessata. Il cane è irrequieto e passa molto tempo a leccare l'epidermide danneggiata.

L'animale inizia a emettere un odore specifico e sgradevole.

A un esame più attento, i capelli in quest'area si attaccano - è leggermente umido, molto più caldo del resto della pelle. Nei cani a pelo chiaro, il pelo può essere scolorito.

In caso di cancrena gassosa, i tessuti circostanti possono emettere un leggero fruscio o gorgoglio sotto pressione - questo è l'effetto del gas accumulato sotto la pelle.

Scarico schiumoso: si può osservare pus con bolle di gas nel sito del danno alla pelle. Indipendentemente dal tipo di necrosi, le secrezioni sotto pressione possono presentarsi, di vari colori, con un odore sgradevole. L'area interessata è dolente e gonfia.

I sintomi generali sono l'aumento della temperatura corporea dell'animale. Un animale domestico è riluttante a mangiare, bere ed essere attivo. La zoppia può comparire se si è verificata necrosi alle estremità.

Come prestare il primo soccorso a un cane con necrosi cutanea

Il primo soccorso per un animale domestico che sta lottando con la necrosi cutanea dovrebbe includere principalmente la protezione dell'area danneggiata contro ulteriori leccate.

Per questo, almeno fino alla visita medica, il cane deve indossare un collare protettivo. Quando si lecca, nella ferita viene introdotta un'enorme quantità di batteri che si trovano nella bocca: è un mito che la saliva del cane contenga "antibiotici "!

La maggior parte delle lesioni cutanee prude, il prurito è un processo auto-rinforzante che aumenta con il grattarsi e il leccarsi - contrariamente alle apparenze, il grattarsi non porterà sollievo, ma peggiorerà solo la condizione.

Un ulteriore passo potrebbe essere quello di radere o accorciare i capelli nella zona interessata. C'è anche una grande quantità di batteri sui capelli, per non parlare del disagio causato dai capelli che entrano nella ferita. È possibile utilizzare disinfettanti delicati per pulire un po' l'area.

Non è consentito ritagliare frammenti di tessuti modificati o introdurre preparati sottocutanei senza consultare un medico! Si prega di ricordare che i preparati utilizzati nella medicina umana non sono sempre adatti per gli animali: utilizziamo gli stessi principi attivi, ma diversi vettori di sostanze. L'unguento che ha aiutato mio zio ad affrontare un ascesso cutaneo non deve aiutare un animale con una lesione necrotica.

Trattamento della necrosi cutanea in un cane

Trattamento della necrosi cutanea in un cane

In molti casi, le ferite necrotizzanti richiedono cure mediche e, poiché l'area è dolorosa, sono necessari anestetici locali o premedicazione.

Vale la pena iniziare a prendersi cura di un cane con un'accurata pulizia dell'area interessata del corpo. Capelli, residui di sporco ed eventuali secrezioni devono essere rimossi e la pelle lavata e disinfettata. È necessaria un'attenta ispezione della ferita e dei tessuti circostanti - è molto comune che alcuni piccoli cambiamenti o tagli vengano trascurati.

Assolutamente tutto il tessuto necrotico dovrebbe essere rimosso - grandi porzioni di pelle non funzionale o tessuto necrotico sottocutaneo non faciliteranno la guarigione. Il miglior indicatore del fatto che i tessuti rimossi siano vivi o morti è il sanguinamento: la pelle necrotica e il tessuto sottocutaneo non sanguinano, sono pallidi e si disintegrano sotto pressione.

La chiusura chirurgica è il trattamento ideale per la guarigione delle ferite. Ciò consente di ridurre l'area da guarire, la cicatrice formata è piccola e, con la cura adeguata, la guarigione avviene entro circa 14 giorni.

Sfortunatamente, nel caso delle lesioni necrotiche, tale trattamento è spesso impossibile - la perdita di pelle necrotica è spesso troppo grande per considerare di chiudere la ferita in questo modo. Questo a volte è possibile utilizzando tecniche di spostamento del lembo cutaneo, tecniche di lembo invertito o tagli di decompressione. La tensione dei tessuti suturati dovrebbe essere la più bassa possibile.

È necessario utilizzare antidolorifici, antibiotici sistemici o topici. Vale la pena discutere con il proprio medico curante l'introduzione di integratori appropriati per il cane, che influenzino la pelle, ad esempio acidi omega 3 e 6, vitamine A, E, zinco, biotina.

Medicazioni per la guarigione delle lesioni necrotiche

Tipi di medicazioni

Il più delle volte, tuttavia, il trattamento delle ferite derivanti dalla necrosi cutanea avviene attraverso la guarigione della granulazione.

Affinché il processo possa funzionare nel modo più efficiente possibile, dovrebbero essere selezionate medicazioni e preparazioni appropriate che proteggano adeguatamente i tessuti sottostanti e allo stesso tempo forniscano alla granulazione condizioni ottimali per la crescita e, in una fase successiva, per l'epitelizzazione. Esistono diversi tipi di medicazioni che funzionano bene per la guarigione delle ferite da necrosi cutanea.

Il tipo di medicazione più comunemente usato in caso di grandi cavità è la medicazione idrocolloidale.

Dovrebbe essere applicato quando la lesione è secca e non appare essudato nelle sue vicinanze. Isola bene la ferita dalle condizioni ambientali, le fornisce un'adeguata umidità e buone condizioni per la crescita del tessuto di granulazione. A causa della sua umidità, non si attacca alla ferita, quindi i cambi di medicazione non sono dolorosi per l'animale.

Gli idrocolloidi hanno attività fibrinolitica e quindi dissolvono eventuali coaguli e frammenti di fibrina. Tale medicazione può essere funzionale fino a 7 giorni senza la necessità di cambiarla. Il costo di un foglio è di circa PLN 10-15.

Utilizzare una medicazione in spugna quando la ferita produce molto essudato.

La spugna ha una parte assorbente e impermeabile: assorbirà il fluido in eccesso fornendo un ambiente leggermente umido. Non devono essere usati su ferite secche. Questo tipo di medicazione può essere tenuto sulla ferita fino a 3 giorni e costa circa 20 PLN per foglio.

La medicazione in alginato è indicata per il trattamento di ferite con elevato essudato e infezione batterica. Si gonfia a contatto con la ferita, la protegge dalla disidratazione e accelera la guarigione. Può rimanere a contatto con la ferita fino a 7 giorni, il suo costo è di circa PLN 50.

Vale la pena notare che la migliore medicazione sarà selezionata da un medico, sulla base di un'attenta valutazione della ferita. Una medicazione scelta in modo improprio (troppo stretta o troppo larga) non svolgerà la sua funzione.

Se l'animale non accetta le medicazioni, o se la ferita si trova in una zona che ne preclude l'uso, utilizzare preparati idrocolloidi o antibiotici sotto forma di gel, paste o unguenti.

Dovresti pulire l'intera area almeno 2-3 volte al giorno, asciugare accuratamente i resti del disinfettante e applicare un nuovo strato del preparato.

La pazienza è il fattore più importante nella guarigione di tali cambiamenti. Un difetto cutaneo che non può essere chiuso chirurgicamente non guarirà entro 2 giorni, il più delle volte sono necessarie almeno 2 - 3 settimane, a seconda del grado di danno tissutale e dell'estensione della lesione.

Durante questo periodo è assolutamente necessario seguire le indicazioni del medico curante, utilizzare i preparati indicati e presentarsi ai controlli preposti. È molto importante che il cane indossi un collare protettivo.

È possibile prevenire la necrosi cutanea??

Sì, è possibile in determinate situazioni. Un intervento rapido quando si nota un taglio o una ferita più grande molto probabilmente previene lo sviluppo di necrosi.

Anche la protezione della ferita chirurgica dal leccamento o l'uso di un collare quando raccomandato eviterà la necrosi cutanea.

Soprattutto, tuttavia, dovresti reagire rapidamente quando noti segnali di disturbo dal tuo animale domestico. La necrosi cutanea è solitamente un processo piuttosto lento - molti cambiamenti vengono trascurati fino a raggiungere dimensioni impressionanti. La visualizzazione frequente del tuo animale domestico e un rapido intervento in caso di incendio molesto salveranno il tuo animale domestico da molti problemi.

Fonti utilizzate >>

Raccomandato
Lascia Il Tuo Commento