Principale » notizia » Il gatto è sano come un pesce?

Il gatto è sano come un pesce?

Il gatto è sano come un pesce?


Ci sono varie opinioni sul fatto che valga la pena vaccinare un gatto. Nel frattempo, i veterinari sembrano essere d'accordo su questo argomento. Indubbiamente le vaccinazioni proteggono i nostri gattini da molte malattie causate da virus e batteri. Tuttavia, è importante sapere in quale periodo di vita possono essere somministrate le vaccinazioni e distinguere quali vaccinazioni devono essere considerate obbligatorie.

Il programma di vaccinazione va adattato allo stile di vita del nostro cagnolino. Questo non significa che i gatti che vivono solo in casa non abbiano bisogno di essere vaccinati. Contrario. Portiamo molti batteri e virus a casa dal campo su vestiti, scarpe, ecc. Pertanto, non c'è dubbio che i gatti che non escono dovrebbero visitare anche uno studio specialistico, che deciderà quali vaccini sono necessari.
Prima di somministrare il vaccino, le nostre fusa devono essere attentamente esaminate. Dovrebbe essere sano e sverminato. Si prega di notare che dopo la procedura il nostro gattino potrebbe essere un po' letargico, mancare di appetito e avere la febbre alta, ma questi sintomi sono normali e di solito non durano molto a lungo.
Piccoli gattini fino a ca. A 7 settimane di età sono immuni a molte malattie diverse, principalmente grazie al colostro (latte materno), che contiene anticorpi che le proteggono dalle malattie. Tuttavia, questi anticorpi scompaiono abbastanza rapidamente e quindi è necessario vaccinare il nostro bambino, come raccomandato da un veterinario. Le principali vaccinazioni a 7-8 settimane sono l'herpes e il calicivirus. catarro) e panleucopenia (tifo felino). Le malattie causate da questi virus sono particolarmente pericolose per la salute del gatto e molto spesso portano alla morte. Le vaccinazioni devono essere ripetute all'età di 12 e 16 settimane e, dopo un anno, ripetute ogni 2-3 anni (a meno che il medico non le dica diversamente).
I due vaccini citati sono obbligatori, sul resto le opinioni sono divise. La decisione se vale la pena vaccinare un gatto dovrebbe essere lasciata al medico e al proprietario. Tali vaccini contestati includono leucemia, clamidiosi, micosi, FCV (calicivirosi) e FIP (peritonite infettiva).
Quando si tratta di vaccinare contro la rabbia, la decisione sulla necessità e sulla frequenza della vaccinazione dovrebbe essere lasciata al veterinario, il quale, dopo aver valutato se il nostro gatto è „un gatto in uscita o un gatto domestico organizzerà per lui un programma di vaccinazione.
I prezzi dei vaccini sono vari, molto spesso fissati individualmente, a seconda dell'azienda e del tipo di vaccino somministrato, molto spesso variano da 35-50 PLN.
Vale quindi la pena tutelare la salute del nostro piccolo amico fin dai primi giorni e non giocare „medico domiciliare "vai al più presto dal veterinario, che predisporrà un opportuno programma di vaccinazione.

Raccomandato
Lascia Il Tuo Commento