Principale » cane » Come insegnare a un cane a comandare? [COAPE comportamentista Ewa Jaworska

Come insegnare a un cane a comandare? [COAPE comportamentista Ewa Jaworska

Come insegnare a un cane a comandare?

Comandi, detti anche comandi, sono strumenti molto utili quando vogliamo comunicare con il nostro cane in modo divertente e comprensibile. Ci sono molti comandi, alcuni sono più utili e altri meno, ma imparare i comandi bene e con calma ha tanti vantaggi!

  • Come insegnare a un cane a comandare?
  • Comandi utili
  • Comandi e trucchi
  • Quale metodo per lavorare con il cane?
  • Parla dritto
  • Condizioni di lavoro
  • Accessori
  • Il momento migliore per imparare i comandi
  • E se non fossimo bravi a imparare i comandi??
  • Dove puoi imparare i comandi?

Come insegnare a un cane a comandare?

Innanzitutto grazie ai comandi il cane capisce cosa ci aspettiamo da lui. Non parliamo la stessa lingua, ma possiamo creare un sostituto di una lingua comune grazie ai comandi. Questo faciliterà sicuramente la comunicazione!

In secondo luogo, trascorriamo del tempo lavorando con il cane, quindi costruiamo un legame migliore con esso. Fortunatamente, capiamo sempre meglio che la felicità di un cane non è sufficiente con una ciotola piena di cibo per cani e solo una passeggiata per casa. Più attenzione, amore e tempo mettiamo in questa relazione, più meraviglioso sarà il legame che potremo stabilire.

Inoltre, gli esercizi stessi insegnano al cane a focalizzare l'attenzione, a non distrarsi, e permettono al cane di controllare meglio le sue emozioni.

Il lavoro e lo studio, come nel caso dell'uomo, stimolano anche il cervello, che è molto importante in ogni fase dello sviluppo di un cane. Il cane ha bisogno non solo di movimento fisico, ma anche di stimoli intellettuali, grazie ai quali il suo cervello invecchia più lentamente e in giovane età ha maggiori possibilità di sviluppo.

Anche lavorare sui comandi nei cani con problemi comportamentali è di grande importanza. Un cane iperattivo e con difficoltà di concentrazione può calmarsi e concentrarsi facendo esercizio. A sua volta, un cagnolino introverso e timoroso può, grazie a un lavoro di successo, aumentare la fiducia in se stesso.

Comandi utili

Comandi utili

Come ho detto, i comandi sono innumerevoli. I più basilari e utili sono i seguenti:

  • siediti - questa è un'attività naturale per un cane,
  • attenzione - concentrarsi sul caregiver,
  • a me - convocare il cane,
  • sdraiarsi / sdraiarsi,
  • resta - quando non vogliamo che il cane ci segua,
  • al posto - il cane va nel suo letto,
  • fe / leave - utile quando prende qualcosa di indesiderato in bocca,
  • stare in piedi - quando, ad esempio, un cane vuole correre in strada,
  • camminare per i piedi/guardare - particolarmente utile quando il cane ha la tendenza a correre in modo incontrollato in tutte le direzioni.

Comandi e trucchi

Comandi e trucchi

Vale anche la pena distinguere i comandi utili, che ci saranno utili nella vita di tutti i giorni, dai trucchi, che sono anche divertenti, perché approfondiscono il nostro legame con il cane e danno molta gioia, ma non sono necessari. Ci sono dozzine di trucchi: un cane può:

  • dai la tua zampa,
  • Fai un cerchio,
  • batti il ​​cinque,
  • camminare all'indietro,
  • porta il giocattolo che preferisci,
  • inchino su richiesta,
  • salta sopra il cerchio,
  • battere lo slalom.

I caregiver a cui piace lavorare con un cane e hanno già imparato tutti i comandi di base, spesso iniziano trucchi e giochi aggiuntivi con il cane. Se al nostro cane piace lavorare e lo rende felice, è un ottimo modo per passare del tempo insieme. E che figata in compagnia quando il nostro cane fa qualche bel giochetto e noi possiamo vantarci di che quattro zampe saggio abbiamo!

Quale metodo per lavorare con il cane?

Quale metodo per lavorare con il cane?

Durante il mio lavoro di coaching, utilizzo solo metodi di allenamento positivi. Cosa significa in pratica? Con l'aiuto di ricompense, lodi e giochi, rafforzo il comportamento desiderato del cane. Grazie a questo, il cane si rende presto conto che conviene che si comporti in questo modo. Tale addestramento del cane è divertente sia per l'animale domestico che per il guardiano.

Se invece usiamo metodi avversivi, cioè gridiamo al cane, lo tiriamo con l'aiuto dei vitelli, quando fallisce il compito, il cane perde fiducia in noi e lavora sotto stress crescente.

Anche se obbedisce al comando, lo fa per paura e non ne trae alcun piacere. Lo fa per evitare la punizione. Se le cose non vanno bene o il cane non capisce di cosa stiamo parlando, può diventare depresso, diventare molto frustrato o diventare impotente.

Ma soprattutto non lavoro con tali metodi, perché sono disumani e presumono che il cane debba sottomettersi a noi per paura, ma credo che il cane sarà molto più propenso a fare il lavoro per noi se lui si diverte con esso. Lavorare con un cane dovrebbe essere divertente e gratificante per tutte le parti!

Parla dritto

Una corretta comunicazione con il tuo cane dovrebbe essere prima di tutto

semplice e leggibile per il cane.

Se vuoi che il tuo cane torni quando viene chiamato, concorda una parola con tutta la famiglia e usala quando alleni il tuo cane a ricordare. Il cane deve capire che una data parola rappresenta un certo comportamento. Spesso facciamo sentire il cane confuso e quando, ad esempio, vogliamo che venga da noi, lo chiamiamo per nome oppure gli diciamo "vieni", "vieni", "torna", e intanto la parola per la quale il nostro cane è condizionato durante gli esercizi, è "a me", quindi è difficile per lui reagire agli altri.

Pertanto, siamo coerenti.

Lo stesso vale per il nostro linguaggio del corpo e le lodi. Proviamo a controllarli. Mostra al cane gesti e segnali semplici e non inondarlo con un fiume di parole, perché potrebbe non essere in grado di cogliere le nostre intenzioni.

Condizioni di lavoro

Affinché l'apprendimento dei comandi sia efficace, vale la pena fornire a te stesso e al cane buone condizioni di lavoro. Fare esercizio quando il cane è rilassato, ha soddisfatto tutti i bisogni primari, non è frustrato o sovraeccitato, perché in tal caso avrà problemi di concentrazione.

Soprattutto all'inizio, scegliamo un posto tranquillo dove non ci saranno molte distrazioni e il cane potrà concentrarsi su di noi. Più stimoli, suoni e nuove sensazioni, meno interessanti saremo per lui. Ecco perché vale la pena iniziare in un appartamento, poi possiamo uscire nel patio o in una piazza tranquilla, e poi andiamo al parco, dove ci sono molti cani e persone.

All'inizio, pratichiamo sempre la versione più semplice e basilare di un dato comando, poi introduciamo solo ulteriori distrazioni, difficoltà, nuovi luoghi o persone. Se il cane inizia a perdersi, significa che dobbiamo tornare alla fase precedente e perpetuare il comando.

Facciamo anche attenzione a non stancare il cane con le nostre ambizioni e a non esagerare con gli esercizi. È meglio allenarsi più spesso e meno che più a lungo ma meno spesso!

Accessori

Affinché gli esercizi siano efficaci, prepariamo alcune cose che ci aiuteranno. Scegliamo i gusti che il nostro cane ama. Se ha allergie o problemi digestivi, possiamo anche usare il suo cibo preferito e spendere una piccola parte del pasto in questa forma. Ricordati di non sovralimentare il tuo cane con i sapori!

Se ci esercitiamo all'aperto e la piazza non è recintata, allora per motivi di sicurezza dovremmo allacciare il cane a una lunga corda o al guinzaglio in modo che possa muoversi liberamente, ma in modo che non scappi lontano.

Possiamo anche usare il gioco come ricompensa, quindi teniamo in magazzino il giocattolo preferito del cane. È importante che il giocattolo sia attraente e non si annoi con lui prima, quindi sarà più disposto a esercitarsi, poiché c'è un premio così attraente all'orizzonte!

Il momento migliore per imparare i comandi

Il momento migliore per imparare i comandi

Ti chiedi quando è il momento migliore per imparare? Non c'è davvero nessun brutto momento! Se abbiamo un cucciolo che sta già bene in casa nostra, possiamo pian piano praticare le cose più semplici. Fino a 3-4 mesi di età, i cuccioli hanno una mente estremamente ricettiva e imparano velocemente. Ma poiché sono piccoli, si distraggono e si annoiano rapidamente, quindi le sessioni dovrebbero essere brevi.

Se abbiamo un cane del canile, diamo anche a lui il tempo di acclimatarsi e iniziare ad allenarsi. Se il cane non ha problemi comportamentali ed è in buona salute, può ottenere molte soddisfazioni dall'esercizio.

Che dire dei cani anziani?? C'è un detto che "il vecchio cane non impara nuovi trucchi", ma è vero??

È noto che questa è una metafora, ma se prendiamo questa frase alla lettera, si scopre che è lontana dalla verità! Gli anziani canini dovrebbero anche lavorare mentalmente, perché fa bene alla loro salute e al cervello. Adattiamo la modalità di lavoro al nonno canino, cioè sii paziente (tali cani a volte hanno bisogno di più ripetizioni), diamo tempo al cane, e sicuramente ci sorprenderà positivamente!

E se non fossimo bravi a imparare i comandi??

E se non lo facciamo??

Prima di tutto, non stressiamoci e cerchiamo la causa del fallimento.

Forse il cane è arrabbiato perché è successo qualcosa prima, o pensa solo di non essere a passeggio, ma deve seguire il bisogno? O forse è in un posto dove altri cani corrono in lontananza e sarebbe felice di unirsi a loro, o al contrario, ha paura di loro? O forse è venuto da noi direttamente dal rifugio e prima ha bisogno di dormire fuori dallo stress e calmarsi? O forse la tecnica di apprendimento dei comandi che abbiamo scelto non è per il nostro cane?

Le ragioni possono essere molte, quindi a volte video e tutorial non bastano e vale la pena affidarsi a trainer e comportamentisti professionisti.

Dove puoi imparare i comandi?

Dove puoi imparare i comandi?

Molte persone cercano di insegnare ai loro cani i comandi da video o libri e spesso ci riescono. Ma vale anche la pena avvalersi di un supporto professionale e, ad esempio, iscriversi a un asilo cinofilo (se abbiamo un cucciolo) o a un addestramento all'obbedienza individuale o di gruppo che allena con metodi positivi. Per i cani che hanno molta energia o amano lavorare con i loro proprietari, ci sono anche altre soluzioni interessanti, come l'apprendimento di sport per cani come l'agilità o il naso.

Ci sono sempre più possibilità, e il tempo passato a lavorare con il cane non andrà sprecato!

Fonti utilizzate >>

Raccomandato
Lascia Il Tuo Commento