Principale » cane » Come nutrire il tuo cane e gatto per ridurre il rischio di problemi comportamentali?

Come nutrire il tuo cane e gatto per ridurre il rischio di problemi comportamentali?

Come nutrire il tuo cane?

Sebbene non sembri così ovvio a prima vista, non è solo ciò che l'animale mangia, ma anche come è strettamente correlato al comportamento di un cane o di un gatto. Nel caso dei disturbi comportamentali e nel corso della terapia comportamentale intrapresa in questa direzione, molto spesso è coinvolto un certo aspetto della modificazione della dieta. Nel seguente articolo, ci concentreremo non tanto su cosa mangia l'animale, ma su come gli viene somministrato questo cibo: quante volte al giorno, in quali circostanze e se sono presenti altri animali.

  • Qual è il modello naturale di assunzione di cibo nei cani e nei gatti??
  • Come e quando dare da mangiare al tuo cane?
  • Come e quando dare da mangiare al tuo gatto?
  • Come nutrire gli animali?
  • Neofilia e neofobia: che cos'è?
  • Modi per cambiare la tua dieta
  • Coprofagia, cioè la tendenza a mangiare le feci
  • E l'erba??
  • Rischi legati ad un'alimentazione scorretta

Qual è il modello naturale di assunzione di cibo nei cani e nei gatti??

Prima di passare a come dovrebbe essere un'alimentazione per avere il miglior effetto sul benessere del tuo animale domestico, diamo un'occhiata alle abitudini alimentari naturali. Dobbiamo essere consapevoli che sembra completamente diverso nei cani rispetto ai gatti.

I cani sono onnivori, il che significa che la loro dieta include sia cibo animale che vegetale. Il loro sistema digestivo è adattato a mangiare grandi quantità di cibo a grandi intervalli. Il cibo viene mangiato rapidamente, i morsi vengono morsi e masticati in piccola misura. Se ci sono più specie nelle vicinanze, i cani tendono a mangiare più velocemente e a mangiare di più. Alcuni cani tendono anche a nascondere il cibo per un consumo successivo. Molto probabilmente, questo è un residuo della conservazione dei loro parenti stretti: i lupi. È interessante notare che i cani, a differenza dei lupi, raramente tornano per il cibo nascosto, cioè lo nascondono principalmente senza scavare.

I gatti sono i cosiddetti carnivori obbligatori, in altre parole devono mangiare cibo animale per funzionare correttamente. I gatti non possono funzionare correttamente con una dieta vegetariana - i loro corpi sviluppano quindi pericolose carenze che influenzano il funzionamento del corpo. I gatti hanno un fabbisogno proteico relativamente più elevato rispetto ai cani. A causa del modo in cui procurarsi il cibo in natura, ovvero cacciare piccoli sacrifici (es. roditori, uccelli), i gatti mangiano molte volte al giorno, ma in piccole quantità. Il loro apparato digerente è costituito da un piccolo stomaco, intestino relativamente corto e vengono metabolizzati rapidamente. Questo è tutto ciò che ti costringe a mangiare porzioni più piccole spesso al giorno - in natura, i gatti mangiano circa 10 pasti al giorno. È interessante notare che un gatto senzatetto può mangiare fino a venti volte al giorno! L'istinto di caccia fa mangiare il cibo al gatto anche quando non ha fame - questo è dovuto al fatto che in natura non si sa mai se e quando sarà possibile ottenere un'altra vittima. Questi animali sono anche sensibili alla temperatura del cibo e prediligono un pasto con una temperatura prossima alla temperatura corporea, cioè intorno ai 38°C. A causa del fatto che cacciano da soli, mangiano anche i loro pasti senza compagnia.

Come e quando dare da mangiare al tuo cane?

Come e quando dare da mangiare al tuo cane?

Osservando lo schema naturale dell'assunzione di cibo, sarà più facile per noi capire come dovrebbe essere l'alimentazione di un cane. I pasti dovrebbero essere regolari e adattati alle esigenze individuali dell'animale. La regola più comune è che l'animale venga nutrito con cibo per cani 2-3 volte al giorno. È importante sottolineare che dovresti rimuovere la ciotola dopo aver finito di mangiare o anche quando il tuo cane non mangia tutto. Diversamente, capita che i caregiver che vedono che il cane non ha mangiato il cibo steso nella ciotola tutto il giorno tendano a dargli da mangiare con sapori migliori in modo che "il cane non ha fame". Di conseguenza, il cane può rifiutare specificamente il cibo quotidiano a favore dei sapori, il che può portare l'animale a morire di fame. Prendi la ciotola del cibo non mangiato o non mangiato dopo circa 15 minuti, quando il cane non c'è più - anche se l'animale salta un pasto, non dovrebbe ferirlo gravemente. Inoltre, in questo modo, il tuo cane imparerà che il cibo è disponibile in un determinato momento e solo per un certo periodo di tempo, creando così uno schema (se non c'è stato prima).

Mentre mangia, il cane deve essere mantenuto calmo, perché lo stress durante il pasto può provocare riluttanza a mangiare o, al contrario, avidità e fast food, che possono causare soffocamento. È comune nelle case con più animali e in competizione per la ciotola mangiare più cibo durante i pasti, quindi considera di dare da mangiare ai tuoi cani separatamente.

Come e quando dare da mangiare al tuo gatto?

Come e quando dare da mangiare al tuo gatto?

Il modo in cui vengono nutriti i gatti varia notevolmente dai cani: i gatti dovrebbero mangiare piccoli pasti frequentemente. Tuttavia, so dalla pratica che spesso.in. per comodità, non è rispettato dai proprietari che nutrono i loro animali domestici 2-3 volte al giorno in grandi porzioni. In generale, si consiglia di dare circa 5 pasti al giorno, con 4 come minimo consigliato. Pertanto, a differenza dei cani, non è consigliabile assumere una ciotola di cibo non consumato. Potrebbe essere disponibile per molto tempo in quanto il gatto potrebbe tornarci in seguito. Certo, ci sono gatti che tendono a mangiare troppo e mangiano l'intero pasto in una volta - quindi, ovviamente, dovresti controllare la quantità di cibo e non permettere di mangiare troppo. Una soluzione interessante per i gatti sono le ciotole con la possibilità di impostare l'apertura automatica in determinati momenti della giornata e bloccarne l'accesso all'esterno. In commercio esistono anche soluzioni come le ciotole per patatine che si aprono solo al gatto su cui è codificato il chip. Questo rende le cose più facili anche se ci sono più gatti in casa con diete diverse.

Ricorda che i gatti sono solitari per natura e mangiano da soli. Certo, in gruppi più numerosi, se il cibo viene somministrato in orari specifici, gli animali possono mangiare insieme, ma in genere questa non è la soluzione migliore. Gli esemplari più deboli possono evitare il contatto con altri mangiatori di gatti per evitare conflitti e di conseguenza mangiare meno di quanto dovrebbero. Inoltre, mangiare sotto stress, per paura di un potenziale attacco, può anche avere un effetto sui disturbi comportamentali. Idealmente, il luogo in cui si trova la ciotola è tranquillo, appartato e posizionato in modo che l'animale possa osservare l'ambiente circostante. Lo stress cronico causato da un'alimentazione scorretta può avere effetti psicologici e fisici molto gravi. È interessante notare che se i gatti in casa hanno accesso costante al cibo, spesso evitano i momenti in cui vengono per il cibo: i gatti per natura evitano i conflitti.

Vale anche la pena dare al gatto cibo a temperatura ambiente o leggermente superiore - evitare di nutrirlo dal frigorifero. Anche i gatti, che per natura hanno una forte catena di caccia, dovrebbero essere "cacciati" prima di consumare un pasto. Non deve essere niente di particolarmente difficile - solo un momento di gioco con il gatto, ad es. canna da pesca e poi dirigerla verso il cibo.

Come nutrire gli animali?

Come servire il cibo??

Le ciotole per animali domestici sono un piatto tradizionale in cui viene servito il cibo. È meglio usare ciotole in ceramica o plastica - evitare ciotole di metallo, che possono cambiare il gusto del cibo - i gatti sono particolarmente sensibili a questo punto. In commercio sono disponibili anche vari tipi di ciotole che rallentano il consumo di cibo, che hanno vari tipi di linguette che fanno trascorrere più tempo all'animale durante il pasto.

Un altro fattore che arricchisce la vita dei nostri animali è l'alimentazione con i giocattoli, i cosiddetti. alimentazione interattiva. Puoi acquistare questi giocattoli o crearli tu stesso. Durante il gioco, i cani devono avere successo, il che significa che dovrebbero essere in grado di estrarre di tanto in tanto il cibo dal giocattolo. Dovresti regolare un tale giocattolo in termini di livello di difficoltà e guardare sempre l'animale se è in grado di gestirlo. Esempi di tali giocattoli sono palline gustative, congas o stuoie olfattive.

Neofilia e neofobia: che cos'è?

La neofilia è la preferenza dell'animale per il cibo che non ha mai affrontato prima, sia cani che gatti. Questo fenomeno si applica al cibo che era paragonabile in termini di appetibilità al precedente (quando viene dato un cibo meno attraente, questo fenomeno non si verifica). La neofilia può durare a lungo negli animali e può essere utilizzata, ad esempio, in. per la somministrazione di farmaci negli alimenti. Non tutti gli individui hanno la neofilia, specialmente quando si tratta di gatti, che tendono ad essere schizzinosi per natura.

La neofobia è l'opposto della neofilia, ovvero la riluttanza ad accettare il "nuovo" cibo. Questo fenomeno si osserva più spesso nei gatti. Questo comportamento potrebbe essere dovuto al fatto che in natura è meglio non rischiare cibi precedentemente sconosciuti a causa dei potenziali rischi ed è meglio semplicemente non mangiarli.

Modi per cambiare la tua dieta

Modi per cambiare la tua dieta

Se si vuole modificare l'attuale alimentazione dell'animale, bisogna tenere presente che richiede tempo e pazienza. L'animale va monitorato, se è neofobo non può essere obbligato a fare nulla. L'approccio "quando ha fame, finalmente mangia" è una pessima soluzione che può causare stress e, di conseguenza, disturbi comportamentali. La modifica del feed dovrebbe essere sempre graduale.

Si consigliano metodi di miscelazione, ovvero nella prima fase aggiungere circa il 30% del nuovo mangime al mangime esistente. Nel caso dei gatti, anche un terzo può essere troppo, quindi vale la pena aggiungere quantità ancora minori al cibo. Nella fase successiva, mescola la nuova - vecchia metà e metà in proporzioni. Quando l'animale accetta e mangia tale cibo, passiamo al 30% del vecchio cibo, alla fine possiamo introdurre un nuovo cibo.

È difficile dire quanto tempo impiegherà l'intero processo di cambiamento del cibo: tutto dipende dalle caratteristiche individuali dell'animale e dal tipo di cibo. I gatti di solito sono molto più sensibili ai cambiamenti nella dieta rispetto ai cani. Quando si cambia cibo, vale la pena introdurre un probiotico che supporti il ​​periodo di transizione e aiuti l'animale ad adattarsi alla nuova fonte di energia.

Devi ricordarti di guardare il tuo animale domestico quando cambi il cibo, a volte possono comparire sintomi indesiderati dal sistema digestivo, ad es. diarrea, costipazione o vomito. Se questi sintomi peggiorano, consultare un veterinario. Se l'avversione per un nuovo alimento è significativa e deve essere introdotta (es. per motivi di salute), puoi provare ad aggiungere una piccola quantità del nuovo cibo all'acqua potabile del tuo animale domestico: questo ti aiuterà a passare lentamente a.

Coprofagia, cioè la tendenza a mangiare le feci

I proprietari di cani si lamentano spesso che i loro cani tendono a mangiare le feci, cioè la coprofagia. Questo fenomeno è ovviamente disgustoso per noi ed è associato sia a un rischio molto elevato, che può essere, tra gli altri, infezione da parassiti o intossicazione alimentare, sia all'odore sgradevole della bocca del nostro animale domestico. Purtroppo il fenomeno è abbastanza comune nei cani e questa è una certa norma. Ciò è molto probabilmente dovuto al fatto che questi animali sono abituati a mangiare le varie cose che incontrano e gli escrementi sono purtroppo molto attraenti per i cani. Il modo per disimparare a mangiare gli escrementi del tuo cane è imparare il comando o, se non è efficace, mettere la museruola. Se il tuo cane ha la tendenza a mangiare le feci, includi i probiotici nella sua dieta per supportare il suo sistema digestivo.

E l'erba??

Per quanto riguarda i cani, non è del tutto chiaro perché mangiano l'erba, ma è un comportamento naturale. È probabile che i cani mangino erba quando si sentono male o inducano il vomito. In ogni caso, se un animale si comporta così, non dovrebbe essere vietato farlo - anche se mangia erba, che restituirà sotto forma di vomito, è una naturale reazione di difesa dell'organismo. C'è anche una teoria secondo cui mangiare piante verdi può essere un sintomo di qualche carenza nel corpo. In ogni caso, se il tuo cane mangia l'erba, lascia che la mangi.

Nei gatti, mangiare l'erba è un comportamento del tutto naturale e aiuta a liberarsi dei peli rimanenti dal corpo, che finiscono lì attraverso la toelettatura. I gatti passano molto tempo a lavarsi, quindi la reazione naturale è restituire il pelo ingerito durante questo processo e l'erba aiuta. Si consiglia inoltre ai gatti indoor di avere a disposizione erba fresca in casa.

Rischi legati ad un'alimentazione scorretta

Rischi legati ad un'alimentazione scorretta

Gli animali non possono determinare da soli il fatto che il cibo non soddisfa tutte le sue esigenze nutrizionali - mangia ciò che gli viene dato. A volte, però, ci sono alcuni segnali che dovrebbero aumentare la nostra vigilanza.

Durante una delle ultime consultazioni, i clienti si sono lamentati che due dei loro tre gatti avevano iniziato a rubare terribilmente in cucina. C'erano incidenti quotidiani come leccare burro, salsa di pasta e leccare cartoni di latte non confezionati?. Un esempio estremo è stato quando la carne di manzo si stava scongelando per cena sul bancone, e uno dei gatti è entrato nella carne ancora congelata e ha mangiato un pezzo di!

Subito dopo questo rapporto, ho chiesto della dieta - hanno risposto che il cibo che stavano ricevendo è lo stesso di sempre, quindi abbiamo iniziato a cercare altre ragioni per questo comportamento. Dopo qualche tempo, però, si è scoperto che a causa della disattenzione di uno dei membri della famiglia, i gatti hanno ricevuto cibo ricco di cereali, di qualità incomparabilmente inferiore al solito. Il cibo è stato versato in un contenitore, e la forma dei granuli assomigliava perfettamente a quella "originale", quindi il sitter che ha dato il cibo ai gatti non ha notato la differenza. Dopo essere tornati al precedente cibo per gatti, ricco di proteine ​​e senza cereali, i problemi di furto sono praticamente inesistenti. In questo caso la soluzione al problema comportamentale è stata semplicemente quella di tornare alla giusta dieta.

La sovralimentazione è un problema molto grande tra gli animali. Gli assistenti sono inclini a chiedere l'elemosina agli animali per il cibo, di cui approfittano i nostri alunni. Le conseguenze del consumo di troppe calorie hanno serie implicazioni per la salute: l'aumento di peso causa sovrappeso e obesità. Di conseguenza, le articolazioni degli arti e la colonna vertebrale possono essere sovraccaricate. Inoltre, c'è un effetto negativo sul sistema cardiovascolare, un rischio maggiore di sviluppare:

  • diabete,
  • tumori,
  • malattie cardiache,
  • malattie del pancreas.

Inoltre, poche persone sono consapevoli che può avere gravi conseguenze comportamentali, come iperattività, riluttanza ad agire, apatia. Naturalmente, dovresti ricordarti di non andare agli estremi quando riduci la quantità di cibo - allora può peggiorare, ad esempio. il fenomeno della coprofagia. Inoltre, può verificarsi anche mangiando altro cibo trovato durante una passeggiata, come la spazzatura, o può portare alla difesa delle risorse (un animale affamato difenderà più attivamente il suo cibo dagli altri).

Prendiamoci cura dei nostri animali e prestiamo attenzione non solo a cosa, ma anche a come mangiano il cibo.

Cani e gatti vivono con noi in casa e noi ne siamo responsabili. Il nostro compito è garantire una corretta alimentazione e somministrare il cibo nel modo giusto. Il momento dell'assunzione del cibo dovrebbe essere utilizzato per fornire gli ingredienti necessari per il corretto funzionamento dell'organismo in termini di salute fisica e mentale. Il tempo in cui si mangia il cibo può essere ulteriormente utilizzato per la stimolazione, ad esempio attraverso l'alimentazione interattiva. Forniamo ai nostri animali le condizioni adeguate per un consumo pacifico di cibo, in modo che questo momento della giornata sia uno dei più piacevoli e senza stress.

Fonti utilizzate >>

Raccomandato
Lascia Il Tuo Commento