Principale » altri animali » Un hot spot in un cane: come riconoscere e trattare un hot spot nei cani?

Un hot spot in un cane: come riconoscere e trattare un hot spot nei cani?

Punto caldo in un cane

Sebbene non tutti ne siano consapevoli, è la pelle e i suoi prodotti che sono l'organo più grande del corpo e allo stesso tempo un luogo in cui è molto facile osservare eventuali sintomi di malattia disturbanti.

Quando è sana e il pelo risplende magnificamente, di solito indica una buona salute dell'animale, mentre quando sta accadendo "qualcosa di brutto" nel corpo, lo ritroviamo nel suo aspetto scadente.

Ciò che è estremamente importante, non sempre i cambiamenti dermatologici devono indicare un problema limitato alla sola pelle, ma sono anche un sintomo di problemi sistemici di altri organi o malattie generalizzate.

Un perfetto esempio di questo è ciò che è molto comune negli animali malattia atopica chiamata anche dermatite atopica.

In dermatologia, perché spesso un problema o sintomo è strettamente correlato ad altre malattie, e tutto contribuisce a un quadro a volte complicato della malattia.

E mentre i sintomi possono essere visti ad occhio nudo, alcune diagnosi per la causa non sono sempre facili.

Questo perché molte malattie diverse possono dare gli stessi sintomi poco caratteristici, da qui la necessità di applicare di volta in volta numerosi test aggiuntivi.

Non si tratta solo di combattere la lesione cutanea in sé, ma forse soprattutto di determinarne la causa e, se possibile, combattere alla fonte del disturbo.

Concentrarsi solo sul sintomo, senza rimuovere la causa, molto spesso non porterà un miglioramento duraturo, ma sopprimerà solo il problema esistente.

Sarà anche una fonte di frustrazione a causa del fallimento del trattamento.

Non dimentichiamo inoltre il benessere degli animali sofferenti, che provano enormi disagi derivanti da alterazioni dermatologiche infiammatorie.

Un perfetto esempio di ciò di cui sto scrivendo è una lesione cutanea nota come la cosiddetta. "punto di accesso" questo è "punto di accesso ".

Che cos'è esattamente? punto caldo in un cane, quali sono le sue cause, sintomi, diagnosi e trattamento?

Imparerai tutto questo in questo articolo. Ma dall'inizio.

  • Che cos'è un punto caldo??
  • Ragioni per il punto caldo
    • Predisposizione della razza all'hot spot
  • Sintomi del punto caldo
  • Diagnostica hot spot
  • Trattamento hot spot in un cane
    • Quanto dura il trattamento degli hot spot per un cane??
  • Prevenzione di un punto caldo nel tuo cane

Che cos'è un punto caldo??

Il punto caldo, o "punto caldo" liberamente tradotto, è uno dei tipi clinici più comuni di dermatite nei cani. Un punto caldo è un'infiammazione locale della pelle, focale, acuta, improvvisa, spesso purulenta. Il più delle volte ha il carattere di un'infiammazione superficiale, sebbene possa raggiungere anche aree più profonde, strati della pelle.

Punto caldo nella foto di un cane | Fonte: Wikipedia

E sebbene si manifesti localmente, purtroppo, provoca grande disagio al cane malato che spesso avverte prurito manifestato dalla necessità di leccare la zona interessata, che aggrava ulteriormente i sintomi della malattia.

Tutto può davvero essere spaventoso perché l'intera faccenda sembra davvero noiosa

Un hot spot è un sintomo che indubbiamente è stato riscontrato da ogni veterinario e da molti proprietari di cani, soprattutto cani a pelo lungo.

L'hotspot si verifica all'improvviso, spesso entro poche ore, il che è spesso molto spaventoso agli occhi del proprietario dell'animale domestico.

Questo sintomo si sviluppa in breve tempo e poiché colpisce la pelle facilmente visibile, viene rapidamente segnalato a un consulto veterinario.

Spesso, il proprietario in preda al panico viene in ufficio con l'informazione che ieri tutto andava bene e oggi c'è una lesione cutanea così estesa, a cui anche l'animale è estremamente interessato.

Che cosa è importante? punto di accesso purtroppo ha la tendenza a recidivare, quindi è probabile che un cane una volta guarito riappaia in una clinica veterinaria con un problema simile tra qualche tempo.

Inoltre provoca enormi problemi ai proprietari di cani con la già citata malattia della pelle atopica, che può riguardare fino a 10% della popolazione totale.

Quindi non siamo sorpresi e non accusiamo il medico curante di un trattamento improprio, perché in dermatologia non tutte le malattie possono essere curate una volta per tutte e ne incontreremo molte per tutta la vita dell'animale.

Ragioni per il punto caldo

Cause di un punto caldo in un cane

La malattia, però, è caratterizzata da una certezza stagionalità dell'occorrenza, cadendo sul periodo primavera estate quindi quando fa caldo.

Tuttavia, raramente viene diagnosticata a dicembre e gennaio, cioè in inverno.

Si trova principalmente nei grandi centri abitati, cioè nelle città tutto l'anno con meno intensità proprio nei mesi freddi.

Le cause di questo problema sono molto diverse e non completamente spiegate.

Molti proprietari di cani a pelo lungo chiedono aiuto al veterinario con le informazioni che il loro animale domestico usava per nuotare in bacini d'acqua naturali come fiumi, stagni o laghi.

Altri, a loro volta, menzionano il fatto che il cane si bagna a causa di un acquazzone, un temporale o una pioggia intensa all'esterno.

In questi casi, i capelli diventano eccessivamente umidi, che in seguito non si asciugano sempre rapidamente, soprattutto quando sono molti.

Nell'opinione comune degli allevatori, è questa cosiddetta "infusione della pelle" la causa dell'hot spot.

Da notare che le suddette predisposizioni di razza comprendono cani che amano l'acqua e non rinunciano a nessuna opportunità, soprattutto quando si cammina, di fare il bagno.

Altre cause importanti che possono causare una lesione cutanea hot spot sono le reazioni allergiche ampiamente comprese in caso di ipersensibilità ai morsi di pulci, zecche o altri insetti volanti (mosche).

La saliva delle pulci contiene oltre una dozzina di allergeni completi mostrando un forte effetto allergico (proteine ​​di peso compreso tra 25 e 58 kD).

Pertanto, è estremamente importante utilizzare regolarmente la profilassi antiparassitaria negli animali predisposti, che non solo protegge dal punto caldo, ma protegge anche dalla pericolosa babesiosi trasmessa dalle zecche.

Il pelo lungo favorisce l'attaccamento di vari tipi di corpi estranei (semi, piante con spine, le cosiddette. "Velcro") che anche, attraverso l'irritazione meccanica, è considerato un fattore che causa la malattia.

Sui forum di Internet troviamo spesso informazioni sull'impatto dell'alimentazione sulla frequenza dei cambiamenti di hot spot.

Gli allergeni alimentari consumati con un pasto (proteine, alcuni carboidrati) possono causare tali cambiamenti della pelle e l'uso di una dieta ad eliminazione riduce effettivamente il rischio di un punto caldo nella stagione primaverile ed estiva.

Possibile che morsi di formica, lanugine possono anche iniziare l'infiammazione della pelle, soprattutto perché i luoghi in cui si verifica la reazione cutanea sono a diretto contatto con il terreno su cui giace il cane.

E infine, quello che ho menzionato all'inizio dell'articolo, vale a dire malattia atopica e causandolo allergeni per inalazione, anche il polline di piante, erbe e polvere domestica può causare alterazioni infiammatorie della pelle.

Il prurito che accompagna l'atopia, esacerbato dai microrganismi naturali e dai loro metaboliti, può anche causare cambiamenti nel tipo di hot spot.

E questo accade molto spesso, che è ciò a cui prestano attenzione i proprietari di animali che vengono in clinica.

Predisposizione della razza all'hot spot

Un hot spot può verificarsi in qualsiasi razza di cane, ma mostra una particolare predisposizione e suscettibilità cani caratterizzati da pelo e pelo lunghi, rigogliosi e folti.

Queste sono razze che molti apprezzano per un aspetto così bello dei capelli che gli conferisce fascino.

intendo principalmente:

  • Pastori tedeschi e altri cani da pastore e da guardia popolari con noi,
  • San Bernardino,
  • Terranova,
  • golden retriever,
  • labrador,
  • cocker spaniel,
  • Chow chow,
  • bulldog,
  • carlini.

Come possiamo vedere, non tutte queste razze saranno a pelo lungo.

Sintomi del punto caldo

Sintomi del punto caldo

I luoghi di predilezione in cui compaiono più spesso i punti caldi sono:

  • la pelle delle superfici esterne delle cosce,
  • zona tibia,
  • l'area della testa sotto i padiglioni auricolari,
  • guance,
  • arti, in particolare la zona del polso e della caviglia.

Un attento osservatore scoprirà che queste sono spesso aree della pelle del cane che entrano in contatto con un substrato allergenico, ad es. prato falciato.

In tale erba appena falciata, l'attività degli insetti ivi residenti è molto intensa, da qui il sospetto che siano responsabili di alcuni casi di hot spot.

Un punto caldo in un cane di solito inizia all'improvviso come minore eritema cutaneo.

Un tale cambiamento è facile da trascurare all'inizio in un cane con un pelo lungo.

Il secondo sintomo molto significativo è prurito questa zona, che porterà a danni meccanici alla pelle.

Leccare, graffiare o sfregare intensamente contro altri oggetti rende il cane nervoso e provoca una sensazione di disagio permanente.

Appare molto rapidamente nel punto in cui il cane lecca essudazione e il tutto assume un vivido colore rosso. Allo stesso tempo molto rapidamente, perché in poche ore, il cambiamento aumenta di dimensioni fino alle dimensioni di una mano.

Il proprietario attento se ne accorgerà edema questa zona derivante, tra l'altro, da un'infiammazione locale follicoli piliferi .

I capelli nell'area della zona leccata sono attaccati insieme dall'essudato, che non ha un aspetto molto bello e conferisce alla pelle un aspetto malsano.

Il graffio intenso provoca la rimozione meccanica del pelo da parte dell'animale stesso, così come la calvizie.

Altri possono essere facilmente rimossi afferrandoli delicatamente con le dita.

Un hot spot può espandere significativamente la sua area di insorgenza in breve tempo (diverse ore) e coprire la maggior parte dell'area che viene leccata.

Questo potrebbe risultare dolore significativo per esempio. arti ed evitamento del movimento e dello sforzo, nonché sintomi generali sotto forma di appetito ancora peggiore.

Un'area della pelle leccata e secondariamente infetta da batteri può odore intenso e sgradevole, soprattutto durante la stagione calda.

Le lesioni cutanee sono luoghi dolorosi, generalmente parlando, causano un grande disagio all'animale malato e un significativo deterioramento della qualità della vita.

Quindi possiamo vedere esattamente che un problema di pelle apparentemente banale può davvero causare molti problemi a un animale e diventare una malattia davvero grave che richiede un intervento medico intensivo e, soprattutto, rapido.

Il video qui sotto mostra un hotspot in un Golden Retriever di 1,5 anni che è apparso durante il giorno

Hotspot sotto l'orecchio su un golden retriever
Guarda questo video su YouTube

Diagnostica hot spot

I sintomi clinici del punto caldo sono così caratteristici che fare una diagnosi accurata non dovrebbe porre grossi problemi.

Un altro problema è considerare e scoprire quale potrebbe essere la causa diretta di tali cambiamenti della pelle, ovvero stabilire i fattori scatenanti.

Questo compito non è sempre facile e richiede un'attenzione molto attenta colloquio medico.

Dobbiamo ricordare tutte le circostanze di qualche giorno fa che potrebbero aver causato il punto caldo.

E così, ad esempio, chiediamo al guardiano del cane se il suo protetto non ha fatto il bagno di recente durante una passeggiata, se non è stato sdraiato su un prato appena falciato o su un prato, o magari, essendo un animale sensibile, ha mangiato qualcosa di diverso dal solito.

Qualsiasi deviazione dalla norma, da ciò a cui il cane è abituato, può essere un'informazione preziosa dal punto di vista diagnostico.

Ricorda che in caso di malattie della pelle, c'è una regola che prima iniziamo la terapia, meglio è.

Introducendo rapidamente un trattamento limitante il prurito nella fase iniziale della malattia, riduciamo la gravità dell'autolesionismo cutaneo e delle complicanze batteriche secondarie.

Riduciamo inoltre al minimo il disagio della malattia, il dolore e il malessere, ovvero la sofferenza dell'animale. Riduciamo anche la durata del trattamento stesso, che è anche importante.

Possiamo ovviamente farlo esame microbiologico dalle lesioni prima di iniziare il trattamento.

Nei risultati, però, troviamo solitamente microrganismi che normalmente vivono sulla pelle di ogni cane, ovvero batteri del genere Staphylococcus e lieviti Malassezia pachydermatis.

Il grattarsi come conseguenza del prurito fa sì che questi agenti patogeni vengano strofinati meccanicamente sui microdanni della pelle, creando condizioni eccellenti perché si moltiplichino e si sviluppino.

Quindi non aspettiamo i risultati tamponi Se raschiare ma dopo la raccolta, il trattamento basato sull'esperienza del medico dovrebbe essere applicato immediatamente.

Trattamento hot spot in un cane

Trattamento hot spot in un cane

Abbiamo vari consigli per affrontare la dermatite da hot spot.

Poiché, come ho scritto, le lesioni cutanee sono purulente, saranno la base del trattamento antibiotici con un ampio spettro d'azione mirato sulla pelle.

Di solito vengono utilizzati:

  • amoxicillina con acido clavulanico,
  • amoxicillina da sola,
  • cefalexina o fluorochinoloni somministrati per via orale e/o topica.

Questi sono agenti chemioterapici che funzionano bene all'interno della pelle e dei suoi prodotti e allo stesso tempo non appesantiscono troppo il corpo (altri organi, ad es. fegato).

Dobbiamo anche inibire il riflesso del prurito, che possiamo ottenere usando l'azione breve corticosteroidi.

Tuttavia, queste sostanze contenute in vari preparati sono date brevemente, perché le esibiscono effetto immunosoppressivo, e così abbassare l'immunità generale e locale dell'organismo.

Sono buone soluzioni steroidi topici sotto forma di spray, per esempio. preparazioni:

  • Cortavance,
  • Dexapolcort N.

Antistaminici così popolare nell'uomo, nel caso dei cani non superano così bene l'esame e la loro azione è in molti casi insufficiente.

Possono essere somministrati in aggiunta al trattamento.

Il loro svantaggio è nessuna azione immediata che è senza dubbio un prerequisito per il trattamento di un hot spot.

Possiamo anche applicarlo localmente al punto caldo del cane farmaci e spray di natura antimicotica Se la ciclosporina immunosoppressiva ma in quest'ultimo caso bisognerà aspettare un po' per gli effetti (poche settimane).

Nel trattamento, vogliamo principalmente migliorare rapidamente e quindi ridurre significativamente i danni alla pelle.

Qualsiasi oggetto meccanico posizionato su animali, ad es. "" ""collari elisabettiani ”Consente di leccare le zone interessate della pelle.

Molti casi di hot spot possono essere trattati con disinfettanti topici seguiti da antibatterico e antimicotico (shampoo per cani con derivati ​​imidazolici, ad es. imaverol).

A questo scopo, possiamo usare clorexidina (per esempio. nella preparazione Manusan) e iodio povidone (Betadine).

Applichiamo impacchi freddi di queste sostanze su garze sterili 2-3 volte al giorno.

Popolare con noi sarà anche utile Ottenisept.

Usiamo solitamente tale trattamento per diversi giorni consecutivi.

Il trattamento locale ha tali vantaggi che funziona nel sito dell'infiammazione in corso e, inoltre, i farmaci prescritti non appesantiscono troppo l'intero corpo, perché agiscono localmente e vengono assorbiti in piccola misura attraverso la pelle danneggiata.

Possiamo radere l'area intorno al punto caldo, eliminando i capelli bloccati.

Tuttavia, non tutti con un cane da esposizione accettano di radere l'animale, che in seguito potrebbe diventare un difetto estetico, soprattutto prima dell'esposizione di cani di razza prevista nel prossimo futuro.

Quanto dura il trattamento degli hot spot per un cane??

Il trattamento, soggetto a un intervento tempestivo, di solito non è lungo e ammonta per la maggior parte del tempo circa una settimana.

A volte, tuttavia, con una significativa intensificazione dei cambiamenti infiammatori, può allungarsi fino a diverse settimane.

Prevenzione di un punto caldo nel tuo cane

Non conosciamo tutti i fattori che causano tali cambiamenti sulla pelle, quindi non siamo in grado di prevenire efficacemente il loro verificarsi in ogni caso.

Tuttavia, questo non significa che non possiamo fare nulla.

Nell'età delle situazioni, l'osservazione del proprietario consente di concludere che tali cambiamenti compaiono poco dopo il bagno dell'animale in un serbatoio d'acqua naturale.

Quindi cosa possiamo fare?

Non lasciare che il nostro preferito cada in un fosso, in uno stagno o in un fiume che scorre durante una passeggiata.

Perché mentre alcune razze di cani amano l'acqua, è meglio non lasciarli nuotare piuttosto che trattarli da un punto caldo fastidioso in seguito.

Anche condotto regolarmente è estremamente importante profilassi antiparassitaria proteggere i cani da pulci, zecche e simulidi.

Evitate di portare i nostri animali sull'erba appena tagliata, impedendo così loro il contatto con gli insetti che vi abitano.

Non cambiamo improvvisamente e bruscamente il cibo a cui è abituato il nostro animale domestico.

Facciamo tutto ciò che non richieda grandi rinunce e rinunce e in molti casi aiuterà il nostro rione.

Quindi vediamo quanto possiamo fare in termini di prevenzione e prevenzione punto di accesso.

Anche se questo non ci proteggerà dal problema in ogni caso, ridurrà significativamente la frequenza del suo verificarsi.

Agendo secondo il principio che prevenire è sempre meglio che curare, che in caso di hot spot diventa particolarmente pratico, possiamo davvero guadagnare molto, soprattutto nelle razze predisposte.

Riepilogo

I problemi della pelle nei nostri alunni sono uno dei motivi principali per un consulto veterinario in clinica ed è altamente probabile che ogni cane dovrà affrontarli almeno una volta nella vita.

La cosa confortante è che si può fare molto per evitarne almeno alcuni.

Un buon esempio di questo è quello molto comune punto di accesso.

Perché sebbene possa spaventare molti proprietari a causa dell'aspetto o della velocità dell'aspetto, guarisce anche rapidamente, a condizione che venga effettuato un intervento precoce.

Quindi non rimandiamo l'attuazione del trattamento nella speranza che passi da solo, ma prendiamoci cura del nostro cane il prima possibile, il che si tradurrà indubbiamente nella sua gratitudine.

Dove appare più spesso il punto caldo del cane?

I luoghi in cui compaiono i punti caldi sono più spesso la pelle delle superfici esterne delle cosce, l'area dello stinco, l'area della testa sotto i padiglioni auricolari, le guance, gli arti e soprattutto l'area del articolazioni del polso e della caviglia.

Quanto dura il trattamento degli hot spot per un cane??

Il trattamento, soggetto a pronto intervento, nella maggior parte dei casi dura circa una settimana.

Fonti utilizzate >>

Raccomandato
Lascia Il Tuo Commento