Principale » allevamento di pesci » Filtri per acquari: tipi, principi di funzionamento, prezzi, consigli per gli utenti

Filtri per acquari: tipi, principi di funzionamento, prezzi, consigli per gli utenti

I diversi tipi di filtri hanno lo stesso compito. Ridurre i composti azotati da pericolosi per i pesci a meno tossici. Eseguiranno questo compito di base allo stesso modo, ma con efficienza diversa. Più pesci ci sono nell'acquario, più grande è il filtro che dobbiamo acquistare.  La disposizione dell'acquario non è importante qui, ma piuttosto il suo contenuto di pesce. Con un filtro decente, non avremo bisogno di una lampada UV per l'acquario.

Se stai cercando ulteriori consigli e informazioni, controlla anche gli articoli sui filtri per acquari raccolti qui.

Filtri per acquari consigliati e loro tipi, nonché filtraggio dell'acqua nell'acquario

Filtrare l'acqua è più importante che sistemare l'acquario

Il filtro dell'acquario è il cuore e l'anima della nostra vasca. Il dispositivo più importante che ci sarà dentro. Non vale davvero la pena risparmiare su questo. Mai. Indipendentemente dal fatto che abbiamo un biotopo, un acquario di piante o solo rocce. Un filtro efficiente sarà sempre la miglior facilitazione per tutta la vita del nostro acquario.  Ci risparmierà sostituzioni, combattendo alghe, sporco e tante altre spiacevoli. I sintomi di malattie batteriche come la sepsi nei pesci saranno un ricordo.

Per acquari con molti pesci, quelli a secchio sono i migliori. Per pesci di media crescita con una quantità minore di pesce, quelli indoor sono sufficienti. Il sistema di filtrazione più avanzato ed efficiente sarà la coppa, e per i gamberetti, scegli una spugna aerata. È meglio conoscere le funzioni dei filtri descrivendo come funziona il modello. Poi vedremo che i diversi tipi sono progettati per compiti specifici.

La divisione principale dell'attrezzatura è quella per i seguenti filtri per acquari: filtro esterno e filtro interno. Quelli esterni sono posti all'esterno dell'acquario e l'acqua viene loro fornita tramite tubi, e quelli interni sono posti nell'acquario e l'acqua non viene portata all'esterno. Il filtraggio avviene sempre nell'acquario. Se abbiamo un fondo più piccolo, meglio optare per un filtro interno, e non è una questione di prezzo dell'attrezzatura stessa. È più una questione di quali saranno le perdite quando si rilascia la vecchia guarnizione nel filtro durante le nostre vacanze all'estero o altri viaggi più lunghi.

Il filtro interno e il filtro esterno valgono sempre i soldi

I filtri per acquari a secchio sono filtri esterni. Il prezzo di questa attrezzatura è sicuramente il più alto. Migliori sono i componenti utilizzati, più a lungo il filtro funziona senza guasti. È un dispositivo - un contenitore che mettiamo vicino all'acquario. Molto spesso sotto di esso, nascondendo il filtro nell'armadio. Il contenitore è ben chiuso e da esso si estendono due tubi dell'acquario. Una delle acque scorre nel filtro e l'altra ritorna nell'acquario. Molto spesso hanno tre cartucce filtranti: spugna, carbone e ceramica. Il vantaggio decisivo del filtro esterno è che tutto lo sporco viene condotto all'esterno dell'acquario. Quando puliamo il dispositivo, chiudiamo semplicemente le valvole e scolleghiamo i tubi, quindi sciacquiamo le cartucce. Parametri come l'NO2 vengono tenuti sotto controllo per lungo tempo, quindi non siamo in pericolo di setticemia nei pesci. L'akara pinna arancione, il bocchino o il velo possono nuotare tranquillamente. Con un tale filtro, organizzare l'acquario è facile, perché non ci sono dispositivi di grandi dimensioni all'interno. I filtri esterni hanno spesso accessori integrati, come una lampada UV per l'acquario, un riscaldatore o un controllo elettronico. Ricorda, tuttavia, che la funzione più importante del filtro è la rimozione dell'azoto. Ogni aggiunta nel secchio riduce l'efficacia della sua funzione di base.

Filtro per acquari passo passo, ovvero filtri per acquari, tipi, modelli e prezzo

Le cascate sono un altro modello di filtri. Il prezzo di questi filtri è a un livello medio. Questi sono contenitori appesi all'esterno dell'acquario. Come i secchi, hanno un tubo che aspira l'acqua nel contenitore, ma l'acqua torna traboccando attraverso una delle pareti del contenitore. È un muro che cattura l'acquario e quindi l'acqua ritorna nel serbatoio. Le cascate hanno una bassa efficienza e spesso si accumulano, quindi quando acquistiamo un filtro del genere, dobbiamo fare i conti con una pulizia frequente. Molto qui è una questione di cartucce filtranti, che sono spesso sotto forma di pannelli inseriti nelle guide del contenitore. Nel caso in cui vogliamo evitare frequenti interramenti, possiamo mettere la spugna solo nel contenitore. Le cascate sono spesso utilizzate nelle vasche dei gamberetti. Poi hanno un prefiltro aggiuntivo. È una normale spugna sul tubo di aspirazione per evitare che i gamberetti entrino nel contenitore del filtro. Cascade è anche un perfetto aeratore. La disposizione dell'acquario deve prevedere che la parete posteriore dell'acquario avrà un movimento intenso della superficie dell'acqua. Le piante delicate possono rompersi sotto di esso.

Quali filtri per acquari scegliere, ad es. tipi di filtri per acquari, suggerimenti e prezzo di acquisto

Accessori consigliati per l'acquario - Prezzi Internet!

Sumpy sono filtri per acquari costituiti da serbatoi di vetro, solitamente montati in un armadietto per acquari. È una filtrazione che può essere indipendente o può far parte di un sistema più complesso. Può essere combinato con riscaldamento, scrematura proteica e mineralizzazione. Questo sistema viene spesso utilizzato in vasche di grandi dimensioni e in acquari marini. Tale filtraggio stabilizza al meglio i parametri dell'acqua e la sicurezza biologica nell'acquario. Il pozzetto non costa molto finché sappiamo come farlo correttamente. Quindi non importa se c'è un Anfitrione o una pinna arancione Akara nell'acquario. O forse ti interesserà anche tu questo articolo sul filtro ad osmosi inversa?

Acqua e suo filtraggio in acquario - pompa, spugna e azoto

I filtri in spugna a pompa sono una forma di filtrazione molto popolare. Tuttavia, va ricordato che la cartuccia del filtro, che è una spugna, è a contatto con la luce nell'acquario. I processi di decomposizione della materia organica avvengono come "sopra" nel serbatoio. In caso di pulizia insufficiente della spugna e interramento, può portare allo sviluppo di alghe rosse (il più delle volte con acque più dure) e alghe filamentose (con acque più dolci). Questo filtraggio è il migliore quando ci sono pochi pesci e rifiuti nell'acquario. Spesso l'uscita del filtro forma bolle d'aria, come un aeratore (più simile alla precipitazione di anidride carbonica che all'effettiva aerazione dell'acqua). Il prezzo di questo sistema è basso, ma dipende dalla potenza della pompa. Con le spugne è sempre meglio controllare settimanalmente i parametri dell'acqua come PO4 e NO2

Filtro per acquari passo passo, ovvero filtri per acquari, tipi, modelli e prezzo

Una soluzione di filtrazione molto ordinata è un contenitore posto all'interno dell'acquario, che ha un posto per una spugna, e nella parte superiore c'è una pompa che spinge l'acqua attraverso gli inserti nel contenitore. Qui i fanghi aspirati dalla vasca vengono nascosti alla luce, e con il corretto posizionamento degli inserti i piccoli fanghi tornano in acquario. L'unico problema è la pulizia di un tale filtro, perché quando viene rimosso dall'acqua, l'intero contenuto del suo interno viene versato nell'acquario. È una buona idea mettere il filtro in un piccolo contenitore nell'acquario o in un bicchiere prima di rimuoverlo, in modo che il sedimento non ritorni nell'acquario. In questo caso, il prezzo spesso dipende dalla "pulizia" del filtro. Più è forte e più comodo da pulire, più costa.

Un filtro che sta lentamente svanendo nell'oblio, ma ancora molto popolare nelle vasche dei gamberetti, sono i filtri in spugna per acquari. Tali apparecchiature funzionano secondo il principio di una pompa venturi. Il movimento dell'acqua è forzato dal gas pompato in pressione (attraverso l'aeratore). L'acqua scorre attraverso la spugna. Quindi entra in un flusso di bolle d'aria che lo spingono verso l'alto. Defluisce attraverso un tubo speciale per tornare alla spugna dal basso. Questo è un eccellente metodo di filtrazione in vasche con gamberetti, perché non c'è rischio di aspirare gamberetti nella pompa e la bassa efficienza di tale pompa non li disturba. Inoltre i gamberetti mangiano i detriti dalla superficie della spugna, il che significa che le alghe non crescono come nel caso di acquari con più pesci. Un filtro del genere costa poco, ma bisogna aggiungere il prezzo della pompa. In un acquario con akara pinna arancione, un pesce può produrre più inquinanti rispetto all'efficienza settimanale di questo filtro, quindi non è consigliabile utilizzare pesci di grandi dimensioni. Anche con una spugna grande.

Indipendentemente da quali tipi di filtri sono i migliori per noi, ricorda che più grande è meglio che più piccolo. Una corrente d'acqua troppo alta può sempre essere ridotta, e quando è troppo bassa, non la aumenteremo in alcun modo. La dimensione del filtro non è strettamente correlata alla dimensione dell'acquario. Più importante è la quantità di rifiuti che il pesce produrrà. Il loro smaltimento è a cura di un filtro, ed è sulla base dell'NO2 che si misurano l'efficienza e l'efficacia della filtrazione. E l'effetto migliore è un gesso sano, non la setticemia settimanale del pesce. Il successivo recupero del filtro debole con una lampada UV per l'acquario non ci porterà al successo a lungo termine nel mantenimento di un ecosistema sano.

Raccomandato
Lascia Il Tuo Commento