Principale » altri animali » Lievito nel cane: sintomi, trattamento e prevenzione del lievito

Lievito nel cane: sintomi, trattamento e prevenzione del lievito

Lievito in un cane

tordo del cane - è terribile!

La prima associazione con questa malattia sono lesioni cutanee dall'aspetto molto brutto che possono essere pericolose anche per l'uomo.

È davvero così??

Non completamente.

lieviti, che si trovano più spesso sulla pelle dei cani sono quelli del genere Malassezia. La specie più spesso isolata dalla pelle del cane è nello specifico Malassezia pachydermatis.

Sono commensali, il che significa che in condizioni normali vivono sulla pelle, anche in animali sani, e solo in determinate condizioni provocano infezioni.

Questi lieviti si trovano in piccole quantità intorno alla bocca, nei condotti uditivi e intorno all'ano nei cani sani.

Sono agenti patogeni occasionalmente - quando l'immunità diminuisce o l'epidermide è danneggiata, la Malassezia si moltiplica intensamente e può complicare l'attuale infezione.

  • Predisposizione all'infezione del lievito
  • Casi di lievito nel cane
  • Segni di infezione da lievito nel cane
  • La diagnosi di infezione da lievito
  • Trattamento dell'infezione da lievito
  • Prevenzione

Predisposizione all'infezione del lievito

Tutte le razze sono predisposte alle infezioni cutanee causate dal lievito Malassezia, ma sono particolarmente comuni in:

  • bassetti,
  • bassotti,
  • cocker spaniel,
  • barboncini,
  • Shar Pei,
  • bulldog,
  • West Highland White Terrier.

Vale la pena ricordare che non solo i cani possono essere infettati: nei gatti, la Malassezia si trova particolarmente spesso nelle sfingi.

Come ho detto, la Malassezia di solito comporta un'infezione esistente o un danno tissutale.

Si trova molto spesso nei raschiati e nelle colture, accompagnando le infestazioni da ectoparassiti.

Qualsiasi indebolimento del corpo e perdita di immunità può causare la moltiplicazione intensiva della Malassezia.

Casi di lievito nel cane

In caso di crescita intensiva di lieviti sulla pelle del cane, va ricercata un'altra causa primaria.

I più comuni sono:

  • atopia,
  • ipersensibilità alimentare,
  • allergia da contatto,
  • disturbi ormonali,
  • disturbi nel processo di cheratinizzazione epidermica,
  • dermatite seborroica,
  • disturbi metabolici,
  • terapia steroidea o altre malattie croniche che causano immunodeficienza.

Segni di infezione da lievito nel cane

La presenza di Malassezia va sospettata quando il nostro animale presenta arrossamenti, spesso associati a pelle grassa, intorno a:

  • pieghe inguinali,
  • pieghe delle ascelle,
  • sulla parte facciale del cranio,
  • sulla pancia,
  • tra le dita.

Anche artigli e orecchie possono essere colpiti.

Nella forma cronica della malattia, sono visibili scolorimento, scurimento della pelle e può apparire assottigliamento della pelle.

I capelli si indeboliscono, si spezzano e cadono.

Anche l'ipercheratosi, la cosiddetta pelle elefantina, è una caratteristica di questa infezione.

Dove sono coinvolti gli artigli, si osserva una fioritura marrone attorno al cuscinetto dell'artiglio e l'artiglio stesso può diventare fragile e fragile.

Molto spesso questi sintomi sono combinati con l'infiammazione del canale uditivo esterno: sono visibili arrossamento, desquamazione dell'epidermide, odore intenso combinato con scarico ceroso marrone o giallastro.

La diagnosi di infezione da lievito

Il test che conferma la presenza di lieviti sulla pelle dell'animale consiste nel prelevare un campione del materiale dalla pelle infetta e la sua valutazione al microscopio.

Il test più frequentemente eseguito è il test del nastro adesivo: un pezzo del cerotto si attacca alla pelle, grazie al quale viene raccolto uno strato di cellule della pelle e microrganismi su di esso.

La preparazione dell'impronta fornisce anche risultati soddisfacenti nel rilevamento e nell'identificazione delle invasioni di lieviti.

È sempre una buona idea fare anche un test di allevamento per assicurarsi che Malasezia stia causando l'infezione.

I lieviti si trovano spesso anche in raschiati, tamponi per ferite e lesioni cutanee.

Si ritiene che qualora si riscontrassero lieviti nel materiale prelevato dal tessuto in qualche modo alterato, nella quantità di 5 cellule nel campo visivo del preparato, si dovrebbe introdurre una terapia antimicotica.

Malassezia nel condotto uditivo causa otite primaria piuttosto raramente.

Molto spesso è un fattore di complicazione per un'infezione esistente.

Non solo Malassezia pachydermatis, di cui ho parlato prima, sono isolate dal condotto uditivo. Altre specie rinvenute sono Malassezia furfur e obtusa.

Un altro lievito che può anche causare dermatiti è la Candida.

Sono lieviti che popolano fisiologicamente le mucose.

La loro moltiplicazione sulla pelle è causata da cause simili a quelle della Malassezia: abitano tessuti danneggiati, affetti da infiammazione cronica e tessuti umidi.

I fattori che predispongono allo sviluppo della candidosi sono anche malattie immunosoppressive, ferite postoperatorie non adeguatamente curate.

Le lesioni cutanee complicate da Candida hanno un aspetto leggermente diverso da quelle con Malassezia.

La pelle è arrossata, umida, compaiono lesioni simili all'erosione ed essudato.

Sono ricoperti di croste sfaldate, e ai bordi si può vedere una chiara elevazione dell'epidermide.

I capelli cadono nelle aree infette.

Le lesioni assomigliano a piodermite superficiale.

La candidosi può anche comparire sulle mucose sotto forma di:

  • tordo,
  • erosione,
  • ulcere superficiali.

Molto spesso, tali cambiamenti si trovano al confine della pelle e delle mucose.

Il loro aspetto è caratteristico: i bordi delle lesioni sono rossi, leggermente rialzati rispetto alla superficie del tessuto, mentre il centro è ricoperto da un rivestimento biancastro che non può essere rimosso dal tessuto danneggiato.

La diagnosi di candidosi è esattamente la stessa del caso di Malassezia - è anche necessario raccogliere il materiale per la valutazione al microscopio.

Se si riscontrano lieviti caratteristici e in erba e pseudoife, vale la pena inviare il campione raccolto per un test colturale per confermare le ipotesi.

Trattamento dell'infezione da lievito

Trattamento dell'infezione da lievito

Il trattamento per la dermatite da lievito può essere suddiviso in due tipi: locale e generale.

Attualmente, i medici cercano di selezionare la preparazione in modo che il suo effetto terapeutico sia massimo, con gli effetti collaterali più piccoli possibili associati al suo uso.

Pertanto, i preparati topici sono sempre più utilizzati nelle terapie dermatologiche, soprattutto se l'agente infettivo si trova in strati superficiali della pelle, a cui il preparato topico ha accesso.

In caso di Malassezia e candidosi cutanea si utilizzano risciacqui, saponi e bagni dermatologici, a seconda della localizzazione e delle dimensioni della zona in cui si è sviluppata l'infezione.

Le principali sostanze contenute nei preparati antimicotici sono:

  • miconazolo,
  • clotrimazolo,
  • posaconazolo.

Anche gli antibiotici aggiuntivi sono utili per controllare le infezioni: limitano le infezioni batteriche coesistenti più comuni.

In caso di infezione che coinvolga il condotto uditivo e il padiglione auricolare, si raccomanda una cura speciale in quest'area.

È importante utilizzare preparati per la pulizia delle orecchie appropriati, preferibilmente con un pH specifico, che sarà dannoso per lo sviluppo dei lieviti.

Per quanto riguarda la terapia generale, vale la pena eseguire tale trattamento se l'infezione è molto grave, i sintomi sono avanzati o ci sono controindicazioni all'uso della terapia locale.

I farmaci raccomandati per la terapia generale sono:

  • ketoconazolo,
  • fluconazolo,
  • terbinafina,
  • itraconazolo.

La terapia dovrebbe andare avanti almeno tre settimane, e al suo completamento, dovrebbe essere eseguito un esame di follow-up per vedere se l'infezione si è ripresa.

In caso di infezione localizzata all'interno degli artigli, la sola terapia orale può non essere sufficiente, solo la combinazione della terapia locale con misure adottate generalmente dà risultati soddisfacenti.

In caso di candidosi localizzata sulle mucose, la terapia deve essere continuata almeno 4 settimane.

Dovrebbe essere continuato per una settimana dopo che i sintomi si sono risolti

Vale la pena ricordare di diagnosticare accuratamente il tuo animale domestico.

Come ho accennato in precedenza, Malassezia e Candida causano raramente l'infezione primaria, il più delle volte complicando un'infezione già esistente, sfruttando i danni all'epidermide causati da parassiti esterni o una diminuzione dell'immunità.

Se la causa principale non viene stabilita e trattata, l'infezione del lievito si ripresenterà.

Pertanto, la prognosi dipende dalle condizioni generali del paziente, dallo stadio di avanzamento e dalle opzioni di trattamento per la malattia di base, nonché dalla corretta diagnosi del fattore di confusione.

Quando si tratta di un trattamento di supporto, un fattore terapeutico molto importante è una dieta adeguatamente bilanciata.

Deve contenere nutrienti di buona qualità, facilmente digeribili e non può causare carenze.

È imperativo escludere tutti i componenti che potrebbero causare un'allergia alimentare.

Vale la pena includere nell'uso quotidiano preparati che aumentano l'immunità del corpo, come il beta-glucano.

Una buona idea sarà anche un'integrazione quotidiana di acidi grassi omega 3 e omega 6 nell'apposita preparazione.

Gli acidi grassi polinsaturi supportano i processi rigenerativi nel corpo, inoltre, influenzano in modo significativo i processi di guarigione della pelle.

Prevenzione

Quando si tratta di prevenire l'infezione del lievito, ci sono alcuni punti importanti che dovresti sempre seguire:

  1. Prima di tutto, evita i luoghi in cui il tuo cane può essere infettato.
  2. Il contatto con le persone malate dovrebbe essere significativamente limitato.
  3. Un cane che non è stato precedentemente testato non deve essere portato a casa.
  4. Ogni cambiamento della pelle o scolorimento del mantello deve essere accuratamente diagnosticato.

Vale la pena ricordare che la Malassezia può essere zoonosi, cioè può causare infezioni anche nelle persone con immunodeficienze, quindi vale la pena mantenere un'igiene speciale quando si ha a che fare con un animale domestico infetto.

Lavarsi le mani dopo ogni colpo e gioco è assolutamente essenziale.

Fonti utilizzate >>

Raccomandato
Lascia Il Tuo Commento