Principale » cane » Ci sono cani stupidi?? [COAPE comportamentista Ewa Jaworska

Ci sono cani stupidi?? [COAPE comportamentista Ewa Jaworska

Ci sono cani stupidi??

Ho deciso di scrivere questo articolo perché sento abbastanza spesso durante le consultazioni comportamentali con i cani, tali parole dai loro proprietari:

  • perché sai, il mio cane non è troppo sveglio,
  • imparare i comandi è una perdita di tempo, questo cane è stupido e non capisce,
  • il mio cane si comporta fuori di testa,
  • Ho già fatto un cenno con la mano per lavorare con questo cane, probabilmente questo cane è stupido.

Quando sento queste parole, sorrido solo con lo spirito e alla fine dell'incontro ti chiedo ancora se sei sicuro di pensare ancora che il cane non sia troppo sveglio? Di solito mi piacciono le risposte a sorpresa ed entusiaste come:

  • wow, non pensavo che questo cane potesse farlo!
  • Sono scioccato che l'abbia ottenuto così velocemente!
  • Sono orgoglioso di questo cane, è fantastico e così via.

Vuol dire che la magia è avvenuta durante la consultazione, o ho cambiato il cane con uno più intelligente, non appena il Guardian è uscito per un momento, prepara un caffè? Beh no!

Credo fermamente che nessun cane sia "stupido", e nella migliore delle ipotesi frainteso! E non è colpa sua, ma nostra, quindi dobbiamo provare un po 'e presto verrà fuori che il nostro cane non è stupido, e siamo orgogliosi di averlo!

Quindi qual è il problema e perché i custodi spesso si preoccupano che i loro cani siano stupidi??

Come di solito accade, ci possono essere diverse ragioni per questo.

  • Il conforto psicologico del cane
  • Mancanza di concentrazione
  • Iperattività
  • Sordità selettiva
  • Inganniamo il cane
  • Richiamo contro richiamo
  • Tono di voce
  • Attività e sport per cani
  • Nonno e nonna canini
  • Non esistono cani stupidi!

Il conforto psicologico del cane

In primo luogo, i cani possono essere a disagio, il che di solito è dovuto a molte cose, ma non essere stupidi.

Ad esempio, un cane potrebbe essere in discesa e nessuno ha mai lavorato con lui, e la sua principale preoccupazione era la sopravvivenza, quindi viveva sotto stress eterno.

Anche quando arriva in una buona casa, deve prima "evaporare" e capire che è già in un posto sicuro, non deve preoccuparsi se prenderà cibo o andrà a fare una passeggiata, come si comporterà il suo tutore.

I cani hanno bisogno di tempo dopo il rifugio, dopo aver cambiato casa, dopo aver acquistato da un canile per sentirsi bene e sicuri nella loro nuova casa. Pertanto, diamo loro tempo, pace e un senso di sicurezza affinché "si sentano a casa" e poi facciamo pratica con loro.

Naturalmente, il punto non è rimandare di anni l'addestramento del cane, ma garantire che abbia un comfort psicologico durante l'esercizio.

Certo, se vediamo dopo alcuni giorni nella nuova casa che il cane non riesce a ritrovarsi, è irrequieto, si comporta in modo imprevedibile, distrugge le cose, sia che segni il terreno, sia che il cane sia aggressivo in compagnia di altri cani, è vale la pena consultare un bravo comportamentista per all'inizio della nostra vita insieme, non sbagliare e capire bene come comportarsi nei confronti del cane per renderlo felice con noi.

Se i cani sono rilassati, curati e felici, di solito sono felici di lavorare con noi.

Mancanza di concentrazione

Problema di concentrazione in un cane

Molti cani hanno difficoltà a concentrarsi, il che non significa che siano stupidi.

Prova a mettere a fuoco un cucciolo così vivace per più di qualche secondo e lo scoprirai da solo!

Ma questo non significa che il cane sia stupido e che non dovremmo lavorare con lui. Anzi!

Prima iniziamo a insegnare al cane e a socializzare in modo fresco e gentile, meglio farà da adulto.

Ma tutto alla sua misura. Non abbiamo bisogno che il nostro cucciolo impari subito a suonare il pianoforte, è sufficiente fare un semplice "seduto" o trovare una chicca nascosta nel tappetino olfattivo, è davvero tanto e il nostro bambino ha dovuto concentrarsi davvero per avere successo!

Per molti cani, il problema della concentrazione può anche essere dovuto a problemi comportamentali, comportamenti eccessivamente timidi o iperattivi o compulsivi.

Quindi dovresti guardare da vicino il cane e cercare di risolvere il suo problema passo dopo passo. Se il cane ha paura di qualcosa o è frustrato perché i suoi bisogni non sono soddisfatti, è difficile per noi aspettarci che sia in grado di concentrarsi completamente sui compiti.

Iperattività

Iperattività del cane

I cani non sono stupidi, ma possono essere iperattivi per una serie di motivi.

I cani hanno molta energia, saltano sulla nostra testa, abbaiano molto, corrono senza ordine e composizione, o reagiscono molto velocemente ed eccessivamente ad ogni foglia che cade.

Questi cani in realtà trovano un po' più difficile concentrarsi e capire che stiamo chiedendo loro di fare un po' di lavoro per noi.

Quindi qui vale la pena adattare la tecnica di lavoro a cani specifici.

Iniziamo imparando l'autocontrollo e concentrando il cane sul conduttore, per poi insegnare ai cani le cose più difficili. Per ogni cane, vale la pena trovare una modalità di apprendimento per lui individualmente in modo che sia il più efficace possibile.

Sordità selettiva

Un altro problema comune dei miei clienti è che durante le passeggiate il loro cane inizia a soffrire di sordità selettiva e comandi ben noti, improvvisamente diventano completamente estranei e il cane in qualche modo non sa di cosa stiamo parlando.

Questo è spesso il caso di evocare il cane a se stesso, quando galoppa nel parco alla ricerca di un piccione innocente, o sarà super assorbito dal gioco con i suoi amici cani.

Possiamo strapparci la gola e il nostro cane non ci vede e non ci sente.

E ora una curiosità, perché in effetti può essere così!

I cani hanno un numero limitato di stimoli che possono assimilare in qualsiasi momento. È lo stesso con noi.

Quindi se stanno succedendo troppe cose in una volta, non possiamo concentrarci tanto su tutto. Ce l'ha anche il nostro cane.

Se, ad esempio, il suo amico maltese Dinuś è troppo assorbente e il nostro cane deve ancora difendere il suo idiota preferito dalle tentazioni di Hart Zbyszek, sarebbe difficile per lui concentrarsi sui nostri ordini borbottanti, specialmente se urliamo qualcosa da un lunga distanza

Quindi ricordiamoci di fissare prima tutti i comandi in piccole distrazioni, e poi introdurre ulteriori stimoli. Se iniziamo a imparare i comandi in un parco per cani o in un asilo per cani, dove stanno succedendo troppe cose, ci sono buone probabilità che il nostro cane non sia in grado di concentrarsi correttamente su di noi.

Inganniamo il cane

Comandi incoerenti

Non di rado sento anche dire che il cane non reagisce, ad esempio, a un richiamo e l'auto è libera, anche se è ora di tornare a casa, perché la notte è buia o è ora di andare al lavoro.

Poi chiedo sempre al cliente che parola cerca di chiamare a sé il cane. E inizia il festival delle parole che il cliente usa:

  • Venire!
  • Per me!
  • Ritorno!
  • Vieni su!
  • Ok andiamo!
  • Ciapek, ciao!
  • Vieni qui dove sei?!

Il cliente usa queste parole in modo intercambiabile per ottenere la stessa reazione dal cane, e ora la domanda è: come non confondere il cane?? Ogni volta che il suo conduttore usa una parola diversa, il cane inizia a chiedersi seriamente cosa diavolo voglia dire?

Ricorda che devi parlare al cane in modo gentile, semplice e comprensibile. Impostiamo una parola per una reazione/azione del cane e atteniamoci a quella.

Il cane sarà molto felice di lavorare con noi, ma deve capire cosa ci aspettiamo da lui. Il fatto che non si avvicini indica un problema di comunicazione, non che sia stupido!

Richiamo contro richiamo

Ora che ci atteniamo all'esempio del richiamo del cane, solleviamo un altro problema ad esso correlato.

C'è una differenza importante tra ricordare un cane e ricordarlo.

Chiamiamo cani quando, ad esempio, vuoi tornare a casa e per il cane non sta succedendo nulla di grosso al momento, e lo ricordiamo da qualcosa (di solito per un cane affascinante, come un uccello morto, o una fetta di pane ammuffita , o giocando con un altro cane).

In una situazione del genere, non c'è da meravigliarsi che il cane non voglia affatto avvicinarsi a noi, non è stupido ?

Inoltre, quando sente che lo stiamo chiamando, potrebbe immediatamente pensare nella sua testa di cane "Oho! Mi stanno chiamando, probabilmente c'è qualcosa di fantastico e attraente nelle vicinanze, vogliono prendermi, forse mi guardo intorno! "

Quindi attenzione, soprattutto all'inizio, quando cerchiamo di insegnare al cane comandi che gli sono nuovi, di non allontanarlo solo da cose affascinanti, perché poi tornare da noi sarà per lui una punizione e una perdita di qualcosa di figo.

Intanto vogliamo che il cane pensi che quando si tratta di noi, sarà ricompensato e conviene che si occupi gentilmente di noi ?

Tono di voce

Un'altra cosa a cui prestare attenzione è la nostra

voce.

Se chiamiamo il cane con voce nervosa e alzata, non c'è da meravigliarsi che non voglia correre da noi.

Il cane non è stupido, ma non sa se verrà sgridato quando arriverà.

Non sa per cosa, ma il nostro tono di voce non promette nulla di buono.

Per calmarci, potrebbe iniziare a inviare segnali di stress e invece di saltare verso di noi, potrebbe iniziare ad annusare l'erba, camminare lentamente, inarcarci intorno.

Ci farà solo arrabbiare, potremmo pensare che il cane non ci stia facendo nulla per infastidirci, mentre il pover'uomo cerca di calmarci.

Ecco perché è così importante conoscere la comunicazione e i segnali che i cani ci inviano. Non sono sempre ovvi e non sempre intuitivi per noi, quindi vale la pena espandere le tue conoscenze e imparare dai cani, perché sono molto più intelligenti di quanto pensiamo.

Attività e sport per cani

Attività e sport per cani

Mi capita spesso di incontrare timide domande da parte di clienti che guardano dubbiosi il loro cane: pensate che il mio stupido cane sia adatto a qualche sport cinofilo?? Farei qualcosa con lui, ma se la caverà??

Allora esclamo:

"Sì, naturalmente! Basta scegliere l'attività per il tuo cane ed entrambi vi divertirete un sacco! "

Ora devi solo abbinare i puzzle tra loro e pensare insieme al conduttore e al cane cosa li renderebbe la gioia più grande e per cosa sono i migliori.

È chiaro che è improbabile che un cane con displasia articolare e dell'età della quercia Bartek sia un campione nei lanci di frisbee, ma, ad esempio, questo tipo di lavoro olfattivo può essere molto attraente per lui.

Al contrario, un cane che ha un grosso problema di concentrazione e non riesce a stare fermo finché non è sotto controllo, potrebbe non salire sul podio nelle gare di obbedienza (obbedienza sportiva, in cui conta la perfetta esecuzione dei comandi e il 100% di concentrazione). Ma, ad esempio, saltare sopra gli ostacoli e arrampicarsi su pendenze su una pista di agilità può essere interessante per questi cani.

Puoi elencare all'infinito, ma la regola è semplice: dai un'occhiata al tuo cane e usa il suo potenziale e le sue predisposizioni naturali, non costringerlo a fare cose che non sono per lui, e poi non dire che il cane è stupido, perché non è vero, ma il tuo povero cagnolino non potrà negarlo ?

Nonno e nonna canini

cane anziano

C'è anche un detto che "il vecchio cane non imparerà nuovi trucchi".

Questa è ovviamente una metafora, ma se la prendi alla lettera, ci credi anche tu.

A volte i clienti chiedono se ha senso che lavorino comunque con il loro cane, perché è già un nonno a pelo grigio o una nonna a pelo lungo e probabilmente non farà più nulla.

E non è vero!

Puoi e vale la pena lavorare con un cane di qualsiasi età. Soprattutto con il cane anziano.

I cani più anziani hanno bisogno di stimoli così come i cani giovani. Solo nel loro caso, per motivi di salute, una stimolazione fisica così forte spesso fallisce, quindi bisogna compensare le carenze in campo intellettuale.

Affinché tali cani (è lo stesso con le persone, comunque) mantengano la testa funzionante il più a lungo possibile e siano in buone condizioni mentali, vale la pena motivarli allo sforzo intellettuale. I cani non devono risolvere subito il sudoku o partecipare a un'Olimpiade di matematica, ma si consigliano compiti semplici e comandi di apprendimento.

A volte lavorare con questi cani è in realtà un po' diverso rispetto ai cani più giovani.

Forse dovrai ripetere un esercizio più volte in modo che il nostro cane anziano lo ricordi o lo senta, ma lascia che il primo tiri un sasso, che non ha mai dimenticato cosa intendeva nel mezzo di una frase.

Sono il primo ad ammettere che a volte devo leggere o ascoltare qualcosa più volte per ottenerlo, e non sono ancora una nonna ?

Non esistono cani stupidi!

Non esistono cani stupidi

Riassumendo: non credo nei "cani stupidi". Credo che tutti abbiano un potenziale che possiamo usare per il loro bene e per la nostra gioia, dobbiamo solo guardare da vicino il nostro cane e capirlo, e presto si scoprirà che i nostri cani sono così intelligenti che saremo piuttosto sorpresi.

Buona fortuna a lavorare con I tuoi cani intelligenti!

I cani che hanno difficoltà a concentrarsi sono stupidi??

Molti cani hanno difficoltà a concentrarsi, il che non significa che siano stupidi e che non dovremmo lavorare con loro. Anzi!

Il vecchio cane non imparerà nuovi trucchi??

I cani più anziani hanno bisogno di stimoli così come quelli giovani. Solo nel loro caso, per motivi di salute, la stimolazione fisica spesso fallisce, quindi è necessario compensare le carenze in campo intellettuale.

Puoi allenare gli sport per cani con ogni cane??

Sì, naturalmente! Basta abbinare l'attività al cane.

Fonti utilizzate >>

Raccomandato
Lascia Il Tuo Commento