Principale » cane » Bullmastiff: natura, cure e le malattie più comuni

Bullmastiff: natura, cure e le malattie più comuni

Bullmastiff

Il Bullmastiff appartiene al gruppo dei molossi, ovvero cani estremamente forti, resistenti e muscolosi che venivano usati anticamente come cani da combattimento.

I bullmastiff stessi, come giustamente suggerisce il loro nome, sono nati fondamentalmente dall'accoppiamento di bulldog con diversi tipi di mastini. Cercavano una razza che unisse l'altezza del mastino con la velocità e la fierezza dei bulldog dell'epoca.

Ed è così che è stato creato il bullmastiff, a noi noto, il cui scopo era catturare i bracconieri e spaventare tutti i tipi di dilettanti della proprietà di qualcun altro, se necessario, difendendo la proprietà con il proprio corpo.

Questi cani si sono comportati in modo caratteristico: si sono intrufolati silenziosamente verso la caccia illegale, poi sono emersi improvvisamente e violentemente dai cespugli, suscitando paura con il loro stesso aspetto. In questo modo fermavano il nemico, non dandogli via di fuga e costringendolo ad attendere l'arrivo dei servizi forestali appropriati.

Il loro perfetto olfatto è stato utilizzato anche per tracciare la selvaggina, ma non hanno mai effettuato l'attacco stesso. In Africa, erano grandi sentinelle, a guardia degli ingressi alle miniere d'oro e di diamanti.

L'Inghilterra del diciannovesimo secolo è considerata la loro patria, ma il loro allevamento si sviluppò abbastanza rapidamente e negli Stati Uniti, l'AKC li accettò nei suoi ranghi già nel 1933 e la FCI riconobbe e accettò lo standard ufficiale nel 1987.

Uno dei rappresentanti più famosi di questa razza era Butkus, un cane appartenente a Sylvester Stallone, che è apparso accanto al suo padrone in entrambe le parti del film cult "Rocky". Altri famosi proprietari di bullmastiff erano Jon Bon Jovi, Bob Dylan e Marlon Brando tra gli altri.

L'adorabile bullmastiff dal grazioso nome Swagger è la mascotte della squadra di football americano Cleveland Browns e se credete al suo profilo sul sito ufficiale della squadra, adora masticare corna di cervo, e la sua prelibatezza preferita è il corvo fritto ?

Secondo la classificazione FCI, i bullmastiff appartengono al gruppo 2.

  • Personaggio Bullmastiff
  • Descrizione della razza Bullmastiff
  • Cura del bullmastiff
  • Malattie del bullmastiff
    • Doppia fila di ciglia
    • Ectropium
    • entropio
    • Iperplasia vaginale
    • Sottosviluppo cerebellare
    • Dilatazione dello stomaco
    • Stenosi dell'arteria polmonare
    • Pododermatite
    • Displasia dell'anca
    • Rottura del legamento crociato anteriore
    • Calcoli di cistina in un bullmastiff
  • Per chi il Bullmastiff sarà il cane perfetto?

Personaggio Bullmastiff

Personaggio Bullmastiff

I bullmastiff sono, contrariamente alle apparenze, calmi e ideali per i cosiddetti. cani di famiglia.

Il loro carattere equilibrato, la pazienza e un'alta soglia di eccitabilità fanno sì che non si innervosiscano per un qualsiasi motivo, ma se questo motivo viene trovato e percepiscono la minaccia che minaccia il loro "branco", possono attaccare.

La chiave per raggiungere la media d'oro è la socializzazione precoce e intensiva dei cuccioli, l'addestramento all'obbedienza e un caregiver esperto, assertivo con una forte personalità, che conosce le tecniche di lavoro con cani con tendenza a dominare.

I bullmastiff sono fatti per la guardia, quindi si sentiranno meglio in una casa con giardino, ma andranno bene anche in un piccolo appartamento. Non hanno bisogno di troppo esercizio, quindi poche passeggiate al giorno li soddisferanno pienamente, anche se funzionano bene anche in sport come:

  • agilità,
  • obbedienza,
  • o carrettino per cani (tirando un carretto).

Questi cani non sono molto amichevoli con i membri della loro stessa specie, specialmente dello stesso sesso. Inoltre non amano i gatti e hanno un istinto "caccia" abbastanza forte, quindi è difficile per loro resistere alla ricerca di un tale peloso.

Tuttavia, tollerano bene i bambini e consentono loro di strapparsi le orecchie o sedersi su di loro, ma tali giochi dovrebbero essere supervisionati dai genitori.

Descrizione della razza Bullmastiff

Descrizione della razza

Il Bullmastiff è un cane dal corpo forte e muscoloso e dalla corporatura armoniosa. Nonostante le sue grandi dimensioni, non è pesante, ma anche agile e robusto.

Taglia

L'altezza al garrese di un cane maschio è di 64-69 cm e per una femmina è rispettivamente di 61-66 cm.

Libra

Bullmastiff (maschio) pesa circa 50-59 kg e la femmina pesa 41-50 kg.

Che aspetto ha un bullmastiff?

  • La testa è grande e squadrata con uno stop ben marcato. Quando un cane è interessato a qualcosa, compaiono delle rughe chiare, invisibili a riposo.
  • Il muso è corto e largo, con una punta smussata.
  • Il naso è ampio e diritto, con narici ben sviluppate.
  • Le labbra non sono cascanti e la mascella è forte.
  • Denti uguali e uniformemente distanziati tranne che per i canini ampiamente distanziati. Si preferisce il morso a tenaglia, ma è accettabile un leggero prognatismo.
  • Gli occhi sono fissati alla larghezza del muso, scuri o color nocciola.
  • Orecchie a goccia, a forma di V leggermente più scure rispetto al resto del corpo. Sono fissati alti e larghi, il che enfatizza la forma quadrata della testa.
  • Il collo è muscoloso, circonferenza simile a quella della testa, arcuato.
  • La schiena è dritta e corta e il rene è ampio con fianchi chiaramente marcati.
  • Petto ampio e profondo.
  • La coda è attaccata alta, spessa alla base, si assottiglia verso l'estremità ed è portata dritta o ricurva.
  • Arti anteriori dritti, muscolosi e ben distanziati. Posteriore: forte, muscoloso e moderatamente angolato. Piedi stretti, con dita ben arcuate e cuscinetti rigidi.
  • Capelli corti, aderenti e duri, resistenti a condizioni ambientali sfavorevoli.

Colore

Tigrato, fulvo o rosso, uniforme e pulito.

Sono ammessi solo segni bianchi sul petto.

C'è una maschera nera sul viso, che brilla verso gli occhi. È lei che dà al cane un'espressione minacciosa.

Cura del bullmastiff

Il pelo corto e liscio non richiede cure particolari. La spazzolatura settimanale è sufficiente per mantenere il mantello in buone condizioni e ridurre lo spargimento.

Usiamo un bagno quando necessario, quando il cane si sporca.

Può anche essere pulito con un panno umido per rimuovere sporco e polvere che si sono accumulati durante il giorno, soprattutto dopo una lunga permanenza all'aperto.

Un problema importante è la sbavatura, che nei bullmastiff è piuttosto intensa e può essere fastidiosa. Pertanto, vale la pena avere un tovagliolo di carta a portata di mano per pulire la faccia del cane.

Il resto è cura di base: controllare le condizioni delle orecchie, degli artigli e dei denti.

Malattie del bullmastiff

Malattie dei bullmastiff

Doppia fila di ciglia

La doppia fila di ciglia è un difetto congenito ereditario.

Consiste nel far crescere dalle bocche delle ghiandole di Meibomio un'ulteriore fila di ciglia all'interno del bordo superiore o inferiore delle palpebre.

I capelli posizionati in modo errato irritano la superficie della cornea, che può causare danni nel punto di contatto.

Inoltre, si osservano lacrimazione e strabismo degli occhi.

Il trattamento consiste in una procedura chirurgica specializzata - crioepilazione o elettroepilazione. Non ha senso rimuovere le ciglia con una pinzetta, poiché i capelli ricrescono in breve tempo.

Ectropium

L'ectropion è un difetto congenito in cui il bordo della palpebra si arriccia verso l'esterno a causa di una fessura palpebrale eccessivamente ampia.

Questo rende visibile la congiuntiva, che può essere soggetta a infiammazione cronica.

In caso di complicanze, si consiglia la correzione chirurgica sotto forma di blefaroplastica.

I preparati idratanti vengono utilizzati quando il difetto è leggermente grave, poiché la chiusura incompleta dell'occhio favorisce l'essiccazione della congiuntiva.

entropio

L'entropion è un difetto congenito in cui una parte della palpebra si avvolge verso il bulbo oculare.

Nelle razze brachicefaliche esiste il cosiddetto. entropion nasale che si manifesta a circa. 1 anno di età.

Le palpebre arricciate all'interno, e più precisamente le ciglia che crescono su di esse, sfregano contro la superficie della cornea, provocando irritazioni croniche.

Inoltre, ci sono congiuntivite, blefarospasmo e ulcere corneali. Il trattamento consiste nella correzione chirurgica.

Iperplasia vaginale

La tendenza all'ipertrofia vaginale e al prolasso è probabilmente ereditaria e si verifica principalmente nei cani di taglia grande.

La proliferazione dell'epitelio vaginale avviene per effetto di un aumento della quantità di estrogeni secreti dall'organismo fisiologicamente durante la fase liquida e alla fine della gravidanza, ed in presenza di un tumore che produce questi ormoni.

La mucosa e il tessuto connettivo della zona vaginale si gonfiano, portando al prolasso della parete vaginale. Si manifesta come una struttura sferica rosa con una superficie iniettata di sangue e liscia che sporge tra le labbra.

Si raccomanda la rimozione chirurgica o il drenaggio del segmento prolasso insieme all'ovarioisterectomia. In caso di prolasso vaginale durante il parto, è indicato un taglio cesareo.

Sottosviluppo cerebellare

L'abiotrofia cerebellare è una malattia congenita e i suoi primi sintomi possono essere osservati nei cuccioli di diverse settimane, ma possono anche comparire più tardi nella vita.

È visibile:

  • astigmatismo,
  • tremore delle membra e della testa,
  • nistagmo,
  • idrocefalo,
  • disturbi comportamentali.

La malattia non colpisce necessariamente tutti gli animali della cucciolata. A causa della mancanza di un trattamento specifico, la prognosi è cauta.

Finché i sintomi non sono gravi e l'animale può funzionare con loro.

Dilatazione dello stomaco

La dilatazione gastrica e la torsione sono un'emergenza medica a cui sono esposti la maggior parte dei cani di taglia grande e gigante, compresi i Bullmastiff.

Di solito si verifica a causa di un consumo troppo avido di grandi quantità di cibo facilmente fermentabile contemporaneamente. È anche favorito da uno sforzo fisico intenso (corsa, recupero, ecc.) eseguito poco dopo un pasto.

L'espansione dello stomaco inizia:

  • vomito,
  • sbavando,
  • agitazione generale,
  • affanno.

Quando lo stomaco ruota attorno al suo asse, sia il cardias che il piloro sono chiusi e il contenuto non può essere restituito, né può spostarsi in ulteriori sezioni dell'intestino.

Il cane cerca senza successo di vomitare e sbavare.

La distensione addominale è visibile e si verificano disturbi cardiovascolari e respiratori a causa della pressione sui vasi e dell'indebolimento dei movimenti del diaframma. Questo porta a ipotensione, ischemia e shock ipovolemico.

La prognosi dipende dalle condizioni fisiche del paziente, ma in assenza di un pronto intervento l'animale può essere fatale.

In caso di dilatazione, si esegue il risciacquo o la puntura per rilasciare i gas in eccesso e, in caso di torsione, è necessario un intervento chirurgico immediato, non appena si può verificare la necrosi della mucosa e della parete dello stomaco.

Stenosi dell'arteria polmonare

È la terza causa di cardiopatia congenita. La stenosi dell'arteria polmonare può verificarsi a, sopra o sotto l'altezza della valvola.

I sintomi della malattia possono essere lievi (inizialmente praticamente asintomatici) o più avanzati:

  • dispnea,
  • ascite,
  • una cassa d'acqua,
  • gonfiore degli arti.

L'esame radiografico e l'eco del cuore mostrano l'allargamento dei ventricoli dell'atrio destro e destro e l'espansione del tronco polmonare.

In casi leggeri, si raccomanda un monitoraggio periodico e, in condizioni più avanzate, vengono utilizzati trattamenti farmacologici (diuretici e farmaci che abbassano la pressione sanguigna) o trattamento chirurgico - plastica del sito di stenosi.

Pododermatite

Il termine pododermatite è infiammazione profonda degli spazi interdigitali.

Sono predisposti a questa malattia tra i bullmastiff individui di sesso maschile, in cui questa infiammazione colpisce principalmente gli arti del seno.

Si manifesta con arrossamento, formazione di grumi, pustole e vesciche sia sulla parte inferiore che su quella dorsale della zampa.

Le lesioni scoppiate sanguinano e possono trasudare pus in caso di complicanze batteriche.

Il cane si lecca le zampe e può zoppicare.

La malattia può essere accompagnata da ingrossamento dei linfonodi regionali.

I cambiamenti possono svanire, anche spontaneamente, e poi ripresentarsi.

Nel trattamento utilizziamo protezioni (collare, medicazioni, scarpe) e disinfezione dei piedi (es. farmaci contenenti clorexidina) e terapia antibiotica generale e locale.

Displasia dell'anca

La displasia dell'anca (HD) è una malattia multifattoriale, il che significa che è influenzata da fattori sia congeniti che ambientali come un'alimentazione scorretta e troppo esercizio nei cuccioli in crescita.

Questo difetto consiste nell'errata forma e regolazione delle superfici articolari che formano l'articolazione dell'anca.

I primi sintomi sono evidenti nei cani all'età di 2 - 3 mesi, ma il più delle volte la displasia si manifesta clinicamente nei cuccioli tra i 6 e i 12 mesi di età riluttanza a muoversi, preferendo la posizione sdraiata, la cosiddetta. con salti di coniglio.

Se il danno alla cartilagine articolare è minore, la malattia può essere latente per lungo tempo, poiché la capsula articolare si ispessisce e l'articolazione si stabilizza nuovamente.

La diagnostica richiede un esame clinico e una radiografia in sedazione.

Nei cani giovani, dopo i 4 mesi di età, viene eseguita una radiografia profilattica per rilevare precocemente la malattia.

Il trattamento, a seconda dell'età, della gravità e della gravità delle alterazioni degenerative, può essere farmacologico o chirurgico. I trattamenti più comuni sono:

  • anastomosi della sinfisi pubica,
  • resezione della testa del femore,
  • tripla osteotomia pelvica,
  • pectinectomia.

Nei cani anziani, l'unica opzione è il trattamento sintomatico - terapia analgesica, nonché metodi moderni e non invasivi relativi all'uso di cellule staminali, IRAP o PRP.

Rottura del legamento crociato anteriore

Il legamento crociato anteriore è un legamento situato all'interno dell'articolazione del ginocchio che collega le superfici articolari del femore e della tibia. È responsabile della stabilizzazione dell'articolazione e non consente alle superfici di muoversi troppo l'una rispetto all'altra durante il movimento di flessione e raddrizzamento dell'arto pelvico.

In caso di rottura, la tibia è eccessivamente sporgente in avanti e il femore recede - il cosiddetto. riflesso positivo del cassetto.

Il sintomo più comune della rottura del legamento crociato è una zoppia improvvisa, solitamente preceduta da un movimento improvviso, il cane inizia a correre, ecc. L'animale sollecita poco o niente l'arto.

Il veterinario diagnostica questa condizione sulla base del suddetto test del cassetto su un arto rilassato (può essere necessaria la sedazione), che mostra un rilassamento significativo del ginocchio e uno spostamento osseo eccessivo l'uno rispetto all'altro.

Il trattamento si basa su una procedura chirurgica, un metodo selezionato dall'operatore. La convalescenza è favorita dai trattamenti fisioterapici e riabilitativi.

Calcoli di cistina in un bullmastiff

Cistina urolitiasi è la precipitazione dei cristalli di cistina nella vescica, che poi si organizzano in calcoli.

La sua causa è un difetto ereditario nel trasporto della cistina nel tratto urinario - il suo ridotto riassorbimento dai tubuli renali.

I sintomi dei calcoli di cistina includono:

  • ematuria,
  • minzione difficile,
  • possibile ostruzione dell'uretra,
  • la presenza di cristalli di cistina nello studio del sedimento urinario,
  • formazioni iperecogene all'esame ecografico.

Queste pietre appartengono al cosiddetto. pietra non ombreggiante, quindi non saranno visibili sull'immagine a raggi X.

Le pietre vengono spesso rimosse chirurgicamente. Puoi anche provare a dissolverli usando il citrato di potassio e usando un alimento per cani appropriato e a basso contenuto proteico.

Per chi il Bullmastiff sarà il cane perfetto?

Per chi sarà il cane perfetto?

I bullmastiff sono cani che possono essere tranquillamente consigliati alle famiglie con bambini, purché diamo loro una formazione adeguata e ci occupiamo della loro educazione fin da cucciolo.

Ben disposti, saranno calmi, tranquilli ed equilibrati e, in caso di pericolo, potremo contare su di loro, perché sono leali e diffidenti nei confronti degli estranei.

Poiché sono intelligenti, indipendenti e fisicamente forti, hanno bisogno di un carismatico, determinato e in grado di sviluppare l'autorità del loro cane. Se non abbiamo questi tratti caratteriali e non abbiamo mai avuto un cane prima, non scegliere un bullmastiff perché possiamo portare sfortuna.

Questi animali sono relativamente poco esigenti in termini di cure o movimento, ma non possono essere lasciati a se stessi, perché hanno bisogno del contatto con l'uomo, e allo stesso tempo non sono invadenti nel mostrare sentimenti.

Nel caso di un cane di taglia grande, bisogna tenere conto anche degli alti costi di mantenimento di base e delle cure mediche e veterinarie, quindi l'aspetto economico non è privo di significato.

Fonti utilizzate >>

Raccomandato
Lascia Il Tuo Commento