Principale » altri animali » Anemia in un gatto: sintomi e trattamento [Lek bagnato Jarosław Sałek

Anemia in un gatto: sintomi e trattamento [Lek bagnato Jarosław Sałek

Anemia in un gatto, chiamato anche anemia, è una condizione dell'organismo che colpisce sia l'uomo che gli animali. In questo articolo imparerai come riconoscere l'anemia del tuo gattino, cosa potrebbe causarla e quali sintomi dovrebbero preoccuparti.

Anemia in un gatto

Il tuo gatto ha perso la sua giocosità di recente ed è (più del solito) letargico?? Nonostante gli serviate solo prelibatezze, non ha appetito?

Questa condizione può essere dovuta a anemia, altrimenti noto anemia nel gatto.

Nonostante il fatto che anemia in un gatto non rappresenta una minaccia diretta per la vita dell'animale, può essere un sintomo di altre gravi malattie.

L'anemia può avere molte cause e il suo quadro può variare e il quadro clinico è influenzato da:

  • età,
  • stato fisiologico,
  • malattie che accompagnano l'anemia.
  • Cos'è l'anemia??
  • Causa l'anemia del gatto
  • Anemia rigenerativa del gatto
  • Anemia non rigenerativa
    • Anemia di malattie croniche
    • Malattie del midollo osseo
    • Anemia con malattia renale
    • Anemia parzialmente rigenerativa
  • Come comportarsi con un gatto con sospetta anemia
  • Sintomi di anemia in un gatto
  • Malattie infettive dei gatti con anemia
    • Anemia infettiva del gatto (emobartonellosi)
    • Erlichiosi felina
    • Cytauxzoon felis
  • Riconoscere l'anemia
  • Trattamento dell'anemia del gatto

Cos'è l'anemia??

Il termine anemia (anemia) è definito come una diminuzione della massa dei globuli rossi, o eritrociti.

In pratica, questo può riflettere un abbassamento ematocrito, livelli di emoglobina e conta dei globuli rossi al di sotto dei valori di riferimento.

Da un punto di vista clinico, l'anemia può essere suddivisa in:

  • anemia rigenerativa,
  • anemia non rigenerativa.

I fattori che predispongono all'insorgenza dell'anemia sono l'età dell'animale e il modo di vivere.

I gatti più anziani sono più inclini all'anemia come malattia secondaria, poiché hanno maggiori probabilità di sviluppare il cancro o l'insufficienza renale.

I gatti all'aperto hanno maggiori probabilità di soffrire di anemia

D'altra parte, i gatti che vivono liberi all'aperto sono più esposti alle zecche, che sono vettori di trasmissione dell'anemia infettiva nei gatti.

Causa l'anemia del gatto

I disturbi nel sistema dei globuli rossi con lo sviluppo di anemia possono spesso essere accompagnati da:

  • fegato ingrossato,
  • ingrossamento della milza,
  • ingrossamento dei linfonodi.

Quindi l'anemia si verifica sullo sfondo di malattie come:

  • linfoma,
  • emobartonellosi,
  • leucemia acuta,
  • mastocitosi,
  • sottosviluppo del midollo osseo,
  • sindrome della grande milza,
  • anemia emolitica.
L'anemia può anche essere causata uso di farmaci e composti tossici.

Tali farmaci includono, tra gli altri:

  • acetaminofene,
  • farmaci antiaritmici,
  • anticonvulsivanti,
  • farmaci antinfiammatori non steroidei,
  • antibiotici beta-lattamici,
  • cloramfenicolo,
  • benzocaina,
  • metamizolo,
  • cimetidina,
  • levamisole,
  • penicilline.

Anemia rigenerativa del gatto

Quali potrebbero essere le cause dell'anemia in un gatto?

Anemia rigenerativa può sorgere a causa della perdita di sangue.

Di solito colpiscono individui sani con emorragie improvvise per vari motivi.

Molto spesso, questa condizione si verifica dopo emorragie massicce, ad es. dopo incidenti stradali o fratture d'organo, tumori interni.

In questi casi, dovresti:

  1. Determinare la fonte dell'emorragia.
  2. tienili.
  3. Introdurre la fluidoterapia intensiva.

Il secondo tipo di anemia rigenerativa è anemia emolitica.

Consiste nell'emolisi, cioè rottura dei globuli rossi, che può essere extravascolare o intravascolare.

Questa condizione nei gatti si verifica più spesso sullo sfondo immunologico.

La distruzione dei globuli rossi correlata alle reazioni immunitarie si verifica con l'uso di farmaci, ad es. antibiotici beta-lattamici essere allo spettacolo vaccinazioni.

Nei gatti, tale immagine si verifica più spesso secondariamente alla malattia parassitaria Kri - Hemobartonelli.

Anemia non rigenerativa

Anemia non rigenerativa sembrano essere molto più comuni nei gatti rispetto alle forme rigenerative.

Nella maggior parte dei casi, sono di carattere cronico e permettere così all'organismo di adattarsi fisiologicamente alla ridotta massa dei globuli rossi.

Tali forme di anemia possono essere rilevate accidentalmente eseguendo esami di routine nel tuo gatto.

Le cause più comuni di anemia non rigenerativa nei gatti sono:

  • Anemia da malattia cronica (NCP),
  • malattie del midollo osseo,
  • anemia con malattia renale,
  • anemia con disturbi del sistema endocrino.

Anemia di malattie croniche

L'anemia cronica è la forma più comune di anemia nei gatti.

A causa del carattere mite, il carattere è quasi non porta mai allo sviluppo di sintomi clinici, che di solito derivano da una malattia primaria.

PCN appare secondario a molti processi infiammatori, neoplastici o degenerativi.

Il trattamento di questa anemia non è necessario poiché il trattamento della malattia sottostante risolverà l'anemia.

Malattie del midollo osseo

La malattia del midollo osseo può portare ad anemia e carenza di altre cellule del sangue. Questi includono, tra gli altri:

  • tumori,
  • ipoplasia,
  • displasia.

Nel corso di tali malattie, le cellule precursori normali vengono sostituite da cellule neoplastiche o infiammatorie, portando alla loro carenza.

Per determinare il tipo di disturbo del midollo osseo dovrebbe essere fatto biopsia del midollo osseo, e il riconoscimento si basa su Pap test o esame istopatologico.

Anemia con malattia renale

Anemia con malattia renale si verifica molto spesso in gatti anziani, sopra 10 anni.

I reni sono la principale fonte di sintesi eritropoietina, cioè un enzima che stimola il processo di creazione dei globuli rossi.

Nei gatti con insufficienza renale, la sopravvivenza dei globuli rossi è molto più breve, si verifica sanguinamento gastrointestinale clinico e subclinico.

Il miglioramento della funzione renale può portare ad un leggero aumento della massa dei globuli rossi.

In questa forma di anemia in un gatto, vale la pena darlo in aggiunta eritropoietina umana in dose 100-150 j.m / kg m.C 2 volte a settimana.

Anemia parzialmente rigenerativa

Meno comune è l'anemia parzialmente rigenerativo. Avviene sullo sfondo carenza di ferro.

Questa forma di anemia è estremamente rara nei gatti adulti. Più spesso può riguardare gattini separati dalla madre, nei quali la somministrazione di ferro allevia rapidamente i sintomi clinici.

Nei gatti adulti può verificarsi in caso di sanguinamento cronico prolungato, con conseguente lenta perdita di sangue con il ferro.

Come comportarsi con un gatto con sospetta anemia

La regola di base nella gestione di un paziente anemico o emorragico è quella di raccogliere campioni di sangue per tutti i possibili esami prima di qualsiasi trattamento.

La condizione della maggior parte di questi pazienti può infatti richiedere l'introduzione della terapia intensiva immediatamente al momento della consultazione, quindi ritarda la raccolta dei campioni fino a quando le condizioni del paziente non si stabilizzano.

Durante la visita di un paziente con sospetta anemia, l'anamnesi e l'osservazione dei sintomi clinici sono molto importanti.

Il colloquio dovrebbe includere informazioni quali:

  • Cifre che indicano il contesto familiare.
  • Intolleranza all'esercizio, svenimento.
  • Pallore o ittero.
  • Un incidente di emorragia locale o sistemica.
  • Infezione confermata da virus della leucemia o virus dell'immunodeficienza felina.
  • Malnutrizione o malassorbimento.
  • Infiammazione cronica o neoplasie diagnosticate.
  • Viaggi fatti.

Sintomi di anemia in un gatto

Sintomi dell'anemia del gatto

Quando si esamina un paziente con sospetta anemia, siamo in grado di osservare:

  • pallore delle mucose,
  • ittero,
  • ecchimosi spot,
  • emorragie,
  • linfoadenopatia.

Facilmente palpabile quando si palpa la cavità addominale i bordi del fegato che prova il suo allargamento e ingrossamento della milza.

Inoltre, potrebbero esserci:

  • tachicardia,
  • soffi cardiaci,
  • ematuria.

Dopo la stabilizzazione delle condizioni del paziente e la determinazione della natura rigenerativa o non rigenerativa dell'anemia, inizia il trattamento causale.

Malattie infettive dei gatti con anemia

Anemia infettiva del gatto (emobartonellosi)

L'anemia infettiva in un gatto può essere causata da una puntura di zecca

È malattia infettiva ma no contagioso causata da Mycoplasma haemofelis (ex Haemobartonella Felis).

La malattia è trasmessa da ectoparassiti succhiatori di sangue, come.in. zecche, quindi principalmente vale per i gatti che escono.

Individui con immunità ridotta, infettato da un virus FIV o FeLV, così come gli individui dopo l'intervento chirurgico rimozione della milza.

La forma clinica è caratterizzata da anemia molto grave, accompagnata da sintomi quali:

  • mancanza di appetito,
  • apatia,
  • debolezza,
  • mucose pallide o ingiallite,
  • durante l'esame, osserviamo l'ingrossamento del fegato e della milza.

La malattia può essere lieve o asintomatica.

La diagnosi viene fatta sulla base di uno striscio di sangue e di anemia presenti nella morfologia.

Il trattamento si basa sulla terapia antibiotica in corso minimo 3 settimane, e nei casi più gravi viene inoltre utilizzato glucocorticosteroidi e trasfusioni di sangue.

Nel video qui sotto puoi vedere una trasfusione di sangue in un gatto con grave anemia

Trasfusione di sangue al gattino oggi
Guarda questo video su YouTube

Erlichiosi felina

Fino all'infezione erlichia passa attraverso morso di una zecca infetta.

È una malattia relativamente rara nei gatti, che porta alla comparsa anemia non rigenerativa.

Sintomi di anemia come:

  • letargia,
  • mancanza di appetito,
  • febbre,
  • perdita di peso,
  • iperestesia e dolori articolari,
  • pallore delle mucose,
  • ingrossamento dei linfonodi,
  • ingrossamento della milza.

Ematologicamente, a parte l'anemia, si verifica leucopenia, leucocitosi, iperglobilinemia e trombocitopenia.

Occasionalmente, le comorbilità sono state riportate come Haemobartonella Felis.

Il trattamento della malattia si basa su terapia antibiotica usando tetracicline: doxiciclina o imidocarb.

Cytauxzoon felis

Anemia in un gatto - mucose pallide

Un altro agente infettivo che può causare anemia nei gatti è il protozoo Cytauxzoon felis.

Si verifica nella parte sud-orientale e nel sud della regione centrale degli USA.

A causa dell'industria turistica altamente sviluppata al giorno d'oggi, vale la pena conoscere questa malattia. Di solito riguarda gatti in uscita.

L'infezione avviene attraverso il morso di una zecca che era la portatrice del protozoo.

I gatti infetti sviluppano sintomi di anemia come:

  • mancanza di appetito,
  • pallore delle mucose,
  • ittero,
  • febbre,
  • dispnea.

Nella diagnosi differenziale va considerata anche l'emobartonella.

Molto spesso, i disturbi ematologici si trovano in tali gatti, cioè anemia rigenerativa, leucocitosi, e meno spesso diminuzione del numero di piastrine.

Il riconoscimento può essere possibile anche sulla base di macchie di sangue e la presenza di un protozoo.

Il trattamento è usato fluidoterapia, trasfusione di sangue e droghe come imidocarb o diminazen.

Riconoscere l'anemia

Diagnosi di anemia del gatto

Quando si interpretano i risultati dell'ematocrito, dell'emoglobina e della conta dei globuli rossi, va notato che in alcune situazioni questi valori rimangono sopra o sotto (ad es. gravidanza, periodo del cucciolo) l'intervallo di riferimento per i gatti.

La base per la diagnosi di anemia è emocromo, e sintomi di anemia come:

  • pallore o ingiallimento delle mucose,
  • letargia,
  • intolleranza all'esercizio,
  • appetito distorto.

Una volta diagnosticata l'anemia, dovrebbe essere determinato se è rigenerativa o meno. Tale differenziazione si ottiene contando il numero di reticolociti o mediante esercizio striscio di sangue.

Ciò riflette la patogenesi dell'anemia e determina quindi la scelta della procedura diagnostica e terapeutica più logica.

Trattamento dell'anemia del gatto

Il trattamento dipende davvero da il livello di anemia.

A volte il trattamento della malattia primaria provoca un aumento dei parametri dei globuli rossi.

In caso di insufficienza renale, oltre alla fluidoterapia, l'eritropoietina umana viene utilizzata in una dose di 100-150 I.m/kg di peso corporeo 2 volte a settimana.

La fluidoterapia è particolarmente importante nei pazienti con anemia causata da improvvise perdite di sangue. A questo scopo si applica cristalloidi, colloidi o viene eseguito trasfusioni di sangue intero o sta dando? prodotti sanguigni.

Le trasfusioni di sangue vengono eseguite sia nei gatti che nei cani. A questo scopo puoi utilizzare:

  • sangue intero,
  • plasma congelato,
  • plasma ricco di piastrine,
  • concentrato di cellule del sangue.

Tali passaggi sono necessari per ripristinare la capacità di trasporto dell'ossigeno.

Distinguiamo tra gatti 3 gruppi sanguigni:

  • E,
  • B,
  • AB.

Nel caso della prima trasfusione di sangue, il rischio di shock post-trasfusione è basso, pertanto non è necessaria la determinazione del gruppo sanguigno.

In caso di necessità ritrasfusione, deve essere eseguito un test incrociato e determinare il gruppo sanguigno del gatto.

Riepilogo

Prevenzione, o come proteggere il tuo gatto dall'anemia

Le attività che possono proteggere dall'anemia profonda nei gatti sono gli esami del sangue, soprattutto negli anziani.

L'uso di preparati contro pulci e zecche riduce anche il rischio di infezione da agenti patogeni che causano anemia.

L'anemia è una condizione clinica del corpo che non rappresenta una minaccia immediata per l'uomo o i gatti che vivono nell'ambiente. Inoltre non si diffonde da gatto a gatto.

Una diminuzione dei parametri dei globuli rossi provoca un indebolimento del gatto e la gravità dei sintomi clinici dipende dal livello di anemia, pertanto la prognosi varia da caso a caso.

Proviamo ad osservare con attenzione i nostri gatti sotto ogni aspetto, grazie ai quali potremo rilevare gli inizi dell'anemia e, di conseguenza, il trattamento sarà più breve ed efficace.

Hai domande sull'anemia nei gatti? O forse sospetti anemia autoemolitica (AIHA, IMHA) nel tuo animale domestico?

Fatemelo sapere nel commento qui sotto - risponderò il prima possibile.

Fonti utilizzate >>

Raccomandato
Lascia Il Tuo Commento